Polipi coralli: struttura

02/03/2019

Nel mondo non ci sono persone che non ammirerebbero una varietà di polipi corallini. Questi organismi bentonici, appartenenti alla classe degli invertebrati marini, rappresentanti del tipo Stringing (Cnidaria), possono crescere sia singolarmente che in colonie.

Coralli vitali

Ogni ramo di corallo è una raccolta di piccoli polipi chiamati colonia. Ciascuno di questi organismi forma attorno a sé la copertura del limo che serve come protezione per esso. Quando si verifica la nascita di un nuovo polipo, si attacca alla superficie del precedente e inizia a formare un nuovo guscio. Questa è la crescita graduale del corallo, che, in condizioni favorevoli, è di circa 1 cm all'anno. Grandi accumuli di tali organismi marini formano barriere coralline.

Polipi corallo

La classe dei polipi di corallo comprende i seguenti organismi:

1. Avere uno scheletro calcareo. Sono coinvolti nella formazione di barriere coralline.

2. Possedere uno scheletro proteico. Questi includono i coralli neri e le gorgonie.

3. Privato di qualsiasi scheletro solido (anemone).

Gli esperti identificano circa 6 mila diversi tipi di polipi corallini. Il nome Anthozoa in latino significa "animale fiore". I polipi di corallo hanno un aspetto molto pittoresco. Si differenziano in una varietà di sfumature. I loro tentacoli mobili assomigliano a petali di fiori. I polipi singoli più grandi crescono fino a 1 m di altezza. Spesso il loro diametro è di circa 50-60 cm.

habitat

Numerosi rappresentanti di polipi di corallo abitano quasi tutte le acque degli oceani del mondo. Ma allo stesso tempo la maggior parte di essi è concentrata nei caldi mari tropicali. Si sviluppano bene a una temperatura non inferiore a 20 ° C. I polipi corallini vivono a profondità fino a 20 m. Ciò è dovuto al fatto che plancton e piccoli animali che si nutrono di questi organismi vivono in questa colonna d'acqua.

Polipi di corallo di classe

Modo di alimentazione

I polipi corallini, di regola, si restringono durante il giorno, e al calar della notte tirano fuori i loro tentacoli, che catturano la preda che passa loro vicino. Piccoli polipi si nutrono di plancton e quelli di grandi dimensioni sono in grado di digerire piccoli animali. Molto spesso, pesci e gamberetti vengono consumati da singoli polipi di grandi dimensioni. Tra questa classe di organismi, ci sono rappresentanti che esistono a causa della simbiosi con le alghe unicellulari (protozoi autotrofi).

struttura

I polipi corallini, la cui struttura è leggermente diversa a seconda della specie, hanno cellule muscolari. Formano i muscoli trasversali e longitudinali del corpo. I polipi hanno un sistema nervoso, che è un plesso denso nella regione del disco orale di questi organismi. Il loro scheletro può essere interno, formato nel mesogloe o esterno, che è formato dall'ectoderma. Molto spesso, un polipo occupa una rientranza a forma di coppa sul corallo, che si distingue notevolmente sulla sua superficie. Di regola, la forma dei polipi è colonnare. Alla loro sommità si trova spesso un disco particolare, da cui partono i tentacoli di questo organismo. I polipi sono fissi immobili su uno scheletro comune per una colonia. Tutti loro sono interconnessi da una membrana vivente che copre l'intero scheletro di un corallo. In alcune specie, tutti i polipi sono interconnessi da tubi che penetrano nel calcare.

Polipi corallo (struttura)

Lo scheletro di un polipo corallo è secreto dall'epitelio esterno. Soprattutto, si distingue per la base (suola) di questa "struttura" marina. Attraverso questo processo, gli esemplari viventi si sviluppano sulla superficie del corallo, mentre esso stesso è in continua crescita. La maggior parte dei polipi corallini a otto raggi ha uno scheletro mal sviluppato. È sostituito dal cosiddetto idroscheletro, che esiste a causa del riempimento della cavità gastrica con acqua.

Il muro del corpo polipo è costituito dall'ectoderma (strato esterno) e dall'endoderma (strato interno). Tra di loro c'è uno strato di mesoglue non strutturato. Nell'ectoderma ci sono cellule urticanti chiamate cnivoblasti. La struttura di diversi tipi di polipi di corallo può differire leggermente. Ad esempio, gli anemoni di mare hanno la forma di un cilindro. La sua altezza è di 4-5 cm, e lo spessore è di 2-3 cm Questo cilindro è costituito da una canna (colonna), dal fondo (gambe) e dalla parte superiore. L'Actinia è coronata da un disco sul quale si trova la bocca (peristoma), e nel suo centro c'è una fessura oblunga.

Rappresentanti di polipi corallini

Intorno a lui si trovano gruppi di tentacoli. Formano diversi cerchi. Il primo e il secondo hanno 6, il terzo - 12, il quarto - 24, il quinto - 48 tentacoli. Dopo l'1 e il 2, ogni turno successivo ha 2 volte di più del precedente. Gli anemoni di mare possono assumere molte forme (fiore, pomodoro, felce). La faringe conduce alla cavità gastrica, divisa per partizioni radiali, chiamata setti. Sono le pieghe laterali dell'endoderma, composte da due strati. Tra di loro c'è il mesoglio con le cellule muscolari.

I setti formano lo stomaco di un polipo. Dall'alto hanno il bordo libero fino alla gola. I bordi dei setti sono corrugati, ispessiti e posizionati con cellule digestive e pungenti. Sono chiamati filamenti mesenterici e i loro lati liberi sono chiamati acontia. La digestione di cibo da un polipo è effettuata con l'aiuto di enzimi secreti da esso.

riproduzione

La riproduzione di polipi di corallo viene eseguita in un modo speciale. Il loro numero è in costante aumento a causa di riproduzione asessuata, chiamato in erba. Alcuni tipi di polipi si riproducono sessualmente. Molte specie di questi organismi sono dioiche. Lo sperma maschile attraverso gli spazi vuoti nelle pareti delle gonadi penetra nella cavità gastrica e si spegne. Entrano quindi nella cavità orale femminile. Successivamente, avviene la fecondazione delle uova e si sviluppano per qualche tempo nei setti mesoglye.

Polipi di corallo coloniale

In corso sviluppo embrionale si ottengono piccole larve che galleggiano liberamente nell'acqua. Nel corso del tempo, si stabiliscono sul fondo e diventano i fondatori di nuove colonie o polipi singoli.

Coralli come formatori di barriera corallina

Un numero enorme di polipi marini coinvolti nella formazione di scogliere. Il corallo è spesso chiamato resti scheletrici di colonie di polipi che rimangono dopo la morte di molti di questi piccoli organismi. La loro estinzione è spesso innescata da un aumento del contenuto materia organica in acqua e sedimenti di fondo. Il catalizzatore di questo processo sono i microbi. Un ambiente ricco di sostanza organica è un luogo eccellente per lo sviluppo attivo di microrganismi patogeni, a causa della loro attività vitale, l'acidità dell'acqua e il suo contenuto di ossigeno sono ridotti. Un tale "cocktail" ha un effetto devastante sui polipi corallini singoli e coloniali.

Sottoclassi Polyp

Gli esperti distinguono 2 sottoclassi di polipi, che comprendono vari ordini di questi organismi marini:

1. Raggio ottale (Octocorallia), che comprende coralli molli (Alcyonaria) e corni (Gorgonaria). Includono anche piume di mare (Pennatularia), stolonifera (Stolonifera), polipo blu Helioporacea. Hanno otto mesenteri, scheletro spinale interno e tentacoli piumati.

Riproduzione di polipi corallini

2. Six-ray (esacorallia), tra cui ci sono Corallimorpharia, anemoni (Actiniaria), ceriantharia (Ceriantharia), zoantharia (Zoanthidea), Madreporovye (Scleractinia) e coralli neri (Antipatharia).

Applicazione nella vita quotidiana

Alcuni polipi di corallo sono coltivati ​​con successo dagli acquariofili in condizioni artificiali. Lo scheletro calcareo di alcune specie di questi organismi marini viene utilizzato per realizzare gioielli. In alcuni paesi in cui l'estrazione di polipi di corallo non è ancora vietata, i loro resti vengono utilizzati per costruire case e altre strutture. Sono anche usati come decorazione nelle case e nei giardini.