Mark Margolis è un attore con lunga recitazione, ha più di cento ruoli. Tale capacità lavorativa può essere solo invidiata. Naturalmente, questo attore non può essere attribuito alla galassia delle star di Hollywood, non è così conosciuto, ma il suo nome è già scritto nella storia del cinema.

Lo conoscono, parlano di lui, gli offrono ruoli, lo invitano a costosi progetti televisivi. Non c'è dubbio che i suoi colleghi lo rispettano, e gli amministratori apprezzano le sue qualità umane, il duro lavoro e il talento. Qui gli scettici potrebbero fare una domanda sul perché lo rispettano così tanto, perché non ha ottenuto nulla di significativo, non ha ricevuto alcun riconoscimento. Sì, Marc Margolis non è un attore protagonista, non ottiene i ruoli principali, ma questo non significa che non si è mostrato in alcun modo nella sua professione. Questo attore, a quanto pare, non aspira a una grande gloria, penso, nella sua vecchiaia ha valori completamente diversi nella vita. Tuttavia, nel suo lungo viaggio creativo ci sono vittorie, anche se non così grandi, ma comunque: Margolis è stato nominato per un Emmy per il suo ruolo di Tio Salamanca nella serie televisiva Breaking Bad.

Mark Margolis

Molti ruoli

Mark Margolis è un attore molto produttivo, è stato nei film da più di quarant'anni ed è ancora molto richiesto dai produttori. Ha battuto molti ruoli e rimane sempre (e rimane) in cima. In ciò che, in cosa e nell'atteggiamento frivolo e negligente nei confronti del lavoro, non si può incolpare in alcun modo. Di solito prendeva il ruolo di uomini irascibili, condannati per il potere, che erano i veri guardiani della legge o i suoi malvagi trasgressori.

Per il momento, era un attore di un piano, ma tutto è cambiato quando il regista Darren Aranofsky l'ha notato e gli ha offerto ruoli nei suoi film. Così, Margolis ha ampliato il suo repertorio di recitazione: è diventato insegnante di matematica nel film "Pi" (1998), manager nel film "The Restler" (2008), e un influente fan del balletto nel film "The Black Swan" (2010). Tutti questi progetti hanno ricevuto numerosi riconoscimenti e sono stati notati dalla critica che non ha mancato di elogiare il lavoro di Mark Margolis. Per molti anni la stampa cinematografica non se ne accorse, ma dopo questi ruoli arrivò la sua ora migliore, e oggi molti dei censori del mondo del cinema lo definiscono uno degli attori più caratteristici del nostro tempo.

Film di Mark Margolis

biografia

Mark Margolis nacque a Filadelfia il 26 novembre 1939 in una famiglia di ebrei che aveva lasciato l'Europa, che non era stata turbata alla vigilia della seconda guerra mondiale. Ha studiato alla Temple University, poi è andato a New York nella speranza di diventare un attore. Qui è stato fortunato a trovare il suo mentore nell'arte Stella Adler. Come ha detto Mark stesso, questa donna gli ha insegnato molto nella professione di recitazione. Apparentemente, fu lei a rivolgere lo sguardo verso il teatro. A quel tempo, Margolis ha preso parte a produzioni di Broadway basate sulle opere di Shakespeare. A causa dell'attore molte opere in spettacoli d'avanguardia, ha interpretato più di cinquanta ruoli teatrali, esibendosi sui palcoscenici di New York.

Nel 1976 è stato invitato a lavorare nel cinema. Ad oggi, alle sue spalle più di una dozzina di ruoli in vari film, tra cui progetti di grande successo: "Scarface", "American Horror Story", "Breaking Bad" e altri.

meglio chiamare solu mark margolis

La capacità di abituarsi al ruolo

C'è tra i film popolari e il progetto "Meglio chiamare Saul". Marc Margolis ci ha giocato Tio Salamanca - un'influente mafia messicana disabile. Parlando dei suoi preparativi per questo ruolo, l'attore ha notato che stava studiando da vicino il comportamento delle persone con disabilità, molti dei quali vivevano con lui nel vicinato. Uno dei gesti caratteristici del suo eroe, ha inventato, guardando l'anziano parente di sua moglie, che era costretta su una sedia a rotelle.

Vale la pena dire che Mark Margolis studia molto attentamente tutto ciò che può essere collegato con i suoi personaggi. Nel film "American horror story", gli è stato offerto il ruolo di uno dei cosiddetti cacciatori nazisti. L'attore ha studiato in modo dettagliato la vita di una persona reale, la più famosa di loro, Simon Wiesenthal, e ha imparato molto per il suo ruolo. Marc Margolis chiamava Wiesenthal e quelli che, come lui, erano impegnati nella ricerca di nazisti obsoleti che si nascondevano dalla rappresaglia, "persone affascinanti con una missione specifica".

Buona moglie Mark Margolis

Meglio dei lavori

Mark Margolis, i cui film hanno ora alti voti di popolarità tra i telespettatori, confrontando la sua opera più famosa nei progetti Breaking Bad e American Horror Story, ha notato che sono completamente diversi: ambienti diversi, paesaggi, luci, assolutamente a differenza delle altre storie, personaggi dissimili nel personaggio.

Ogni anno questo instancabile maniaco del lavoro partecipa a diversi progetti, nonostante la sua mezza età, non rallenta il ritmo del lavoro: molti attori famosi non possono vantare un impiego così creativo. Più recentemente, ha recitato in un altro film di successo "The Good Wife". Anche Mark Margolis è stato notevole qui, ma sembra che questo ruolo non possa essere incluso nella sua lista dei migliori lavori. Tuttavia, l'attore stesso è sicuramente contento che, anche oggi, le sue capacità di recitazione lo facciano chiamare produttori pronti a offrirgli ruoli nuovi e diversi.

È difficile capire perché attori come Mark Margolis rimangano diligentemente all'ombra dei suoi famosi colleghi. Apparentemente, c'è una certa filosofia in questo, che può essere compresa solo avendo una conversazione ravvicinata con questa persona straordinaria. Oggi ha più di 70 anni, ma è ancora nei ranghi, e questo non può non piacere ai suoi fan, di cui un numero considerevole.