Le rocce metamorfiche si formano a causa di alcuni cambiamenti che si verificano nelle strutture che si trovano nello spessore della crosta. I fattori che provocano la loro formazione includono alte temperature, pressione, varie soluzioni di acqua e gas. Successivamente, diamo un'occhiata più da vicino alle rocce metamorfiche. Esempi di queste formazioni saranno forniti anche nell'articolo.

rocce metamorfiche

struttura

Le strutture sedimentarie e ignee sono il materiale di partenza per la formazione di rocce metamorfiche. In conformità con questa forma della loro presenza deve corrispondere. In alcuni casi, viene utilizzato per determinare la loro natura. Pertanto, la forma del serbatoio viene mantenuta sulla base di rocce sedimentarie. Se hanno subito modifiche, la struttura risultante viene associata con il prefisso "para-". Sulla base di rocce ignee, viene preservata la forma di tegumenti o intrusioni. Se questi fossili sono soggetti a cambiamenti, allora il materiale risultante è dato il prefisso "ortho-". Per quanto riguarda la composizione chimica, è molto varia. Dipenderà dal materiale sorgente. Tuttavia, la composizione chimica potrebbe presentare differenze significative. Ciò è dovuto al fatto che il metamorfismo è accompagnato da cambiamenti sotto l'influenza di processi e composti metasomatici che portano soluzioni acquose. Anche la composizione minerale è varia. Pertanto, i silicati complessi formano rocce metamorfiche multicomponenti. Esempi di monocomponente - quarzite (costituita da quarzo), marmo (calcite). I principali elementi coinvolti nella formazione delle strutture sono feldspati, mica, anfibolo, pirosseni. Insieme a loro, ci sono tipicamente composti metamorfici. Questi includono andalusite, granate, sillimanite, cianite, scapolite, cordierite e altri. Per rocce debolmente metamorfosate, è caratteristica la presenza di cloriti, talco, epidoto, actinolite, zoisite e carbonati. Le condizioni fisico-chimiche per la formazione delle strutture sono molto alte. Sono nella gamma di 100-300 - 1000-1500 gradi. e dalla prima dozzina di barre a 20-30 kbar.

rocce sedimentarie metamorfiche

Caratteristiche speciali

Le rocce ignee e metamorfiche costituiscono circa il 90% del volume totale della corteccia. Tuttavia, sulla moderna superficie continentale, le loro zone di distribuzione sono relativamente piccole. Le rocce ignee, sedimentarie e metamorfiche non sono sempre chiaramente separate nella colonna. Con una pressione moderata, l'inizio della trasformazione corrisponde a 300 gradi. Nel processo di diagenesi, anche a basse (da un punto di vista geologico) le temperature, le rocce sedimentarie iniziano a cambiare. Le strutture metamorfiche si formano con l'aspetto del granito in esse.

textures

Lamellari, scagliosi e fogli minerali sono abbastanza diffusi nelle rocce metamorfiche. Ciò è dovuto al loro adattamento in condizioni di alta pressione alla cristallizzazione. Questo si manifesta nelle strutture di scisto. In altre parole, tali rocce metamorfiche si dividono in lastre e tessere. Con l'alternanza di strisce di diversa composizione minerale, si forma una trama a bande. Questo fenomeno è dovuto all'eredità da rocce sedimentarie. Se nella struttura ci sono dei punti che sono diversi per composizione, colore e resistenza agli agenti atmosferici, parlano di una trama chiazzata. Se le rocce metamorfiche sotto pressione sono raccolte in pieghe, allora acquisiscono una trama distesa. In alcune strutture, l'orientamento dei minerali può essere assente. In questo caso, parlando di una trama massiccia. Rocce metamorfiche può contenere più o meno aggregati ovali o arrotondati nello spessore della massa dello scisto. In questo caso, la trama è chiamata spettacolo. I minerali all'interno della roccia possono essere deformati o frammentati. In questi casi, si forma una trama cataclastica. Successivamente, diamo un'occhiata più da vicino a quali rocce sono metamorfiche e quali sono le loro caratteristiche.

rocce metamorfiche sedimentarie ignee

Argilla argillosa

Queste rocce metamorfiche includono più clorite, idromica, a volte caolinite, relitti, altri minerali argillosi (montmorillonite), quarzo, feldspato e altri componenti non argillosi. Si distinguono per lo schistos ben pronunciato. Possono essere facilmente decomposti in tessere. Le liste possono essere grigie, verdi, marroni o nere. Neoplasie di solfuri e carbonati di ferro, così come la materia carboniosa si trovano anche in queste strutture.

filladi

È una roccia scistosa scura e densa con una lucentezza setosa. È costituito da quarzo, sericite, con additivi di clorito (a volte), albite e biotite. Se lo valutiamo in base al grado di metamorfismo, la struttura viene definita transitoria. Si forma quando si cambia shale, ma non contiene minerali caratteristici del materiale sorgente.

Scisti di clorite

Queste rocce di origine metamorfica sono verdi. Al tatto sono grassi. Le strutture differiscono in piccola densità. Sono rocce squamose o scagliose. La clorite è prevalentemente presente nella loro composizione. Inoltre, contengono epidote, mica, talco, actinolite, quarzo e altri minerali. Inoltre spesso contengono magnetite, presentata sotto forma di cristalli ben formati.

si formano rocce metamorfiche

Scisti di talco

In termini di struttura, le scisti tremolite e le rocce di clorite sono molto simili a loro. Oltre al talco, ci sono grani di altri minerali nelle formazioni. Quando si classificano i frammenti di raccolta, l'ovvia differenza nella nomenclatura non diventa così ovvia. Molti dei campioni hanno l'etichetta "talco", e in effetti sono scisti di talco. Nella sua forma pura, il composto è piuttosto raro. Molto spesso il talco è presente nella composizione della razza. È un aggregato di sostanza soffice compresso con grani di altri minerali nel processo di formazione.

Scisti di cristallo

Questo è un vasto gruppo di strutture metamorfiche. Differisce dal grado di variazione parzialmente forte (medio). Negli scisti cristallini si possono notare diverse relazioni tra i minerali di colore scuro, i feldspati e il quarzo. In questo si differenziano dallo gneiss. rocce ignee e metamorfiche

anfiboliti

Contengono minerali di anfibolo, plagioclasio e impurità. orneblenda, che è presente in loro, ha un alto livello di allumina e una composizione complessa. A differenza della maggior parte delle razze di metamorfismo regionale di alto grado, gli anfiboliti non hanno sempre una struttura scistosa ben definita. La struttura delle formazioni di granoblast (con la posizione di orneblenda per creare cristalli allungati) è nematoblastica e fibroblastica. Gli anfiboliti possono essere il risultato di cambiamenti in entrambe le rocce sedimentarie con una composizione marnosa e le principali ignee - tufi, basalti, diabase, gabbro e altri Le formazioni che appaiono da strutture ultrabasiche sono caratterizzate, di regola, dall'assenza di plagioclasio. Sono costituiti quasi interamente da orneblenda saturo di magnesio (gidrite, antofillite). La transizione alle differenze di gabbro si chiama gabbro-anfiboliti. Si distinguono per le strutture residuali (reliquia). Tali specie di anfiboliti come epidoto, cositico, scapolite, cianite, quarzo, granato, biotite e altre si distinguono.

quali rocce sono metamorfiche

quarzite

Questa è una struttura granulare. Contiene frammenti di quarzo. Sono cementati da una struttura di quarzo più piccola. La formazione della roccia avviene nel processo di metamorfismo di arenarie, porfidi. Si trova nella crosta degli agenti atmosferici, che compare durante la metamostosi (strutture ipergeniche) con l'ossidazione del rame-solfato. La formazione di microquartzite si verifica da fluidi idrotermali sott'acqua. In assenza di altri componenti (magnesio, ferro e altri) portano silice nell'acqua di mare.

gneiss

Questa roccia metamorfica si distingue per uno scisto parallelo, una struttura distintamente pronunciata, spesso a strisce sottili. In essa predominano strutture di porfiroblastico e di granoblasto. Gli gneiss sono costituiti da feldspato di potassio, quarzo, minerali colorati e plagioclasio. Ci sono le seguenti specie di questa razza:

  • Pirosseno.
  • Anfibolo.
  • Due mica.
  • Moscovita.
  • Biotite e altri. razze di origine metamorfica

Strutture formate da dinamometamorfismo

Si verificano nella zona di frantumazione. Sia la roccia stessa che i minerali sono soggetti a deformazione e distruzione. Il prodotto del metamorfismo della dislocazione, che non è accompagnato da processi di mineralizzazione e ricollocamento, sono cataclasiti. La loro struttura interna è caratterizzata dalla presenza di grani minerali curvi notevolmente deformati e frammentati e spesso dalla presenza di una massa legante poliseralmente finemente granulata. Le rocce formate dal dinamometamorfismo includono i miloniti. Questa è una struttura sottile con uno scisto, una consistenza distinta. La roccia si forma nelle aree di schiacciamento, specialmente lungo i piani di scarichi e spinte. Nel processo del loro movimento, i blocchi spezzati vengono frantumati, schiacciati e insieme con essi schiacciano le strutture. Di conseguenza, diventano compatti e uniformi. I miloniti hanno strutture a bande, fluidità e stratificazione. A differenza delle cataclasiti, queste rocce hanno un più alto grado di sviluppo di texture e frammentazione parallele.