Omar Khayyam - poeta, scienziato, filosofo, astronomo e matematico di origine persiana. In tutto il mondo conosciuto come un grande poeta, le cui poesie e detti hanno un profondo significato filosofico. Ma poche persone conoscono altre conquiste dello scienziato. Così, per esempio, ha dato un contributo significativo allo sviluppo dell'algebra, cioè alla costruzione di classificazioni di equazioni cubiche e alla ricerca delle loro soluzioni attraverso sezioni coniche.

Biografia di Omar Khayyam

Il nome di Omar Khayyam nei paesi orientali

L'Iran e l'Afghanistan hanno ricordato Omar Khayyam come il creatore del calendario più preciso, che è ancora usato oggi. Il grande maestro non aveva meno grandi studenti, tra cui c'erano studiosi come Muzafar al-Asfizari e Abdurakhman al-Hazini.

Lo scienziato visse più di otto secoli fa, quindi non sorprende che la sua biografia sia piena di segreti e inesattezze. Omar Khayyam visse una vita molto ricca, in cui c'erano caratteristiche dell'educazione orientale. È interessante il fatto che il nome completo del filosofo sia il seguente: Giyyasaddin Abul-Fatih Omar ibn Ibrahim al-Khayyam Nishapuri. Ogni nome ha un certo significato:

  • Giyyasaddin: in traduzione significa "l'aiuto della religione".
  • Abu-Fatih: si capisce che è il padre di Fatih. Tuttavia, non aveva un figlio con quel nome.
  • L'aragosta è un nome personale.
  • Ibrahim è il figlio di Ibrahim.
  • Khayyam - maestro tessile. Questo è probabilmente un indicatore della professione del padre.
  • Nishapuri - posizione, il luogo da cui proviene.

I primi anni del futuro scienziato e poeta

Il filosofo persiano Omar Khayyam nacque nella città di Nishapuri, che si trovava a Khorasan (attualmente una provincia iraniana). Suo padre era un operaio tessile. La famiglia aveva ancora una figlia, la sorella minore di Omar, Aisha. All'età di otto anni, il ragazzo si interessò seriamente alle scienze esatte: matematica e astronomia. Un po 'più tardi, la sua filosofia è stata aggiunta ai suoi hobby.

Poesie di Omar Khayyam

Omar Khayyam, dodicenne, entra nella Madras Nishapur (un analogo della scuola secondaria). Successivamente studiò in altre madrasa: Baalh, Samarcanda e Bukhara. Si è laureato con lode in giurisprudenza e medicina musulmana e ha conseguito una specializzazione in hakim, cioè un dottore. Tuttavia, il futuro poeta non ha progettato di collegare la sua vita con la medicina. Molto più interessato alla matematica e all'astronomia. Per approfondire le sue conoscenze nelle aree di suo interesse, Omar Khayyam ha studiato le opere dei matematici greci e di Sabit Ibn Kura, che un tempo era riconosciuto come matematico e astronomo.

L'infanzia e la giovinezza di un giovane passarono durante le brutali conquiste selgiuchide in Asia centrale. Un gran numero di persone istruite, tra cui eminenti scienziati, furono uccisi. Nella prefazione al suo libro "Algebra" menziona questi tempi e addolora le perdite così significative per la scienza.

La svolta e l'ulteriore formazione di Omar Khayyam

A sedici anni, Omar Khayyam Nishapuri incontra per la prima volta la morte di persone a lui vicine. Durante l'epidemia, suo padre viene ucciso e presto sua madre. Dopodiché, Omar lascia la casa di suo padre e vende un laboratorio, raccoglie le sue poche cose e va a Samarcanda.

Samarcanda a quel tempo era considerato il centro più avanzato della scienza, della cultura e dell'arte in Oriente. Qui Omar diventa uno studente di una delle scuole. Ma dopo uno spettacolo spettacolare in una delle dispute, ha così impressionato tutti con la sua educazione ed erudizione che è stato trasferito al rango di docenti.

Frasi di Omar Khayyam

La maggior parte delle grandi menti di quel tempo viaggiava molto, non rimanendo in un posto per molto tempo, questo è indicato anche dalla sua biografia. Omar Khayyam cambiò spesso il suo luogo di residenza, specialmente nei suoi primi anni. In soli 4 anni, lo scienziato lascia Samarcanda e si trasferisce a Bukhara, dove inizia a lavorare nel repository di libri. I prossimi dieci anni, Omar trascorre a Bukhara e scrive libri.

Il risultato di un lungo e duro lavoro è il rilascio di quattro solidi trattati in matematica.

Isfahan periodo della vita

Nel 1074, un eminente scienziato riceve un invito da Isfahan, la capitale dello stato di Sanjar. L'invito venne dal sultano selgiuchide Melik Shah I. Valutando le potenzialità dello scienziato, su consiglio del visir della corte Nezam al-Mulk, solleva Omar dal consigliere spirituale del sultano.

Dopo due anni di servizio di successo, il Sultano nomina Omar Khayyam come capo dell'osservatorio del palazzo, che, a proposito, era uno dei più grandi al mondo in quel momento. Questo post ha aperto nuove opportunità per gli scienziati. Continuando i suoi studi in matematica, ha approfondito lo studio dell'astronomia e ben presto è riuscito in questo campo, diventando un astronomo di successo.

Astronomia e opere matematiche

Con l'aiuto di scienziati di corte, è stato in grado di creare un calendario solare, che si è distinto per una grande percentuale di precisione rispetto al calendario gregoriano. Il suo merito era la compilazione dei "tavoli astronomici Malikshah", che includevano un piccolo catalogo stellare.

Una delle opere più straordinarie dello scienziato può essere chiamata "Commenti alle difficoltà nell'introduzione del libro di Euclide", che vide la luce nel 1077. Tre libri su questo argomento sono stati scritti da Omar Khayyam. I libri numero due e tre contenevano ricerche sulla teoria delle relazioni e lo studio del numero.

Omar Khayyam Libri

Nel 1092 morì Sultan Melik Shah e il visir, Nezam al-Mulka, fu ucciso poche settimane prima. Il figlio ed erede di Sultan Sanjar e sua madre non amavano il capo dell'osservatorio. Si presume che l'antipatia dell'erede sia spiegata dal fatto che quando era malato di vaiolo da bambino, Omar, che lo stava trattando, in una conversazione con il Visir, dubitava che il ragazzo sarebbe sopravvissuto. La conversazione ascoltata dal servo fu passata a Sanjar.

Dopo la morte del Sultano, che è associato all'intensificazione dei sentimenti islamisti, Omar Khayyam, che è stato letteralmente accusato di mancanza di dio, è costretto a lasciare rapidamente la capitale dello stato di Seljuk.

L'ultimo periodo della vita di Omar Khayyam

Hanno saputo dell'ultimo periodo della vita dello scienziato e del poeta dalle parole del suo contemporaneo Beihaki, che ha fatto affidamento sulla storia di uno dei più cari amici di Omar. Una volta mentre leggeva il libro di guarigione, Omar Khayyam sentì l'inizio della sua scomparsa. Ha fatto un segnalibro sulla sezione che trattava del difficile processo metafisico chiamato "Uno nel multiplo". Dopo di ciò, chiamò i suoi cari per fare testamento e salutare. Quindi lo scienziato cominciò a pregare, le sue ultime parole erano rivolte a Dio.

Così finì la vita di un grande scienziato e della sua biografia. Omar Khayyam si è opposto ai tradizionali riti religiosi, quindi solo le persone più vicine hanno partecipato al funerale. Più tardi, la sua tomba ha acquisito la forma mostrata nella fotografia.

Citazioni di Omar Khayyam

Rubai Omar Khayyam e il contributo alla letteratura mondiale

Durante la sua vita, Omar Khayyam era noto per il suo lavoro e le scoperte nel campo scientifico. Tuttavia, era anche interessato alla filosofia e alla poesia. Quindi, molti aforismi poetici, che sono chiamati rubai, componevano Omar Khayyam. Le poesie contenevano i pensieri dell'autore sulla vita e sulla conoscenza umana.

È interessante notare che nel corso degli anni il numero di poesie attribuite a Omar Khayyam è aumentato costantemente e ha raggiunto 5.000 quartine. È noto che molti pensatori liberi usavano il nome di uno scienziato per trasmettere i loro pensieri alle masse. Gli scienziati ritengono che Omar Khayyam, le cui citazioni siano così saldamente radicate nella mente degli amanti della letteratura moderna, composto da 300 a 500 poesie. Tuttavia, è impossibile identificare con certezza quali di essi appartengano veramente alla penna del filosofo.

Molte delle frasi di Omar Khayyam sono piene di libertà di pensiero, di larghe vedute e possono anche sembrare blasfeme per quel tempo.

Per molto tempo dopo la morte dello scienziato, il nome di Omar Khayyam fu dimenticato. Per caso, registrare la poesia cadde nelle mani Poeta inglese Edward Fitzgerald, che si interessò alla scoperta, tradusse le sue opere in latino e più tardi in inglese. Come Omar Khayyam scrisse sull'amore e sulla vita, il libro con i suoi rubai divenne molto popolare nell'Inghilterra vittoriana e non solo.

Ha poesie che possono ispirare in un periodo difficile della vita, ci sono quelli che permetteranno al lettore di guardare nelle profondità oscure della sua anima. Queste brevi poesie sono intrise di saggezza, tristezza e umorismo, tutte le più importanti e preziose sono raccolte nel rubino di Omar Khayyam.

La fama di Omar Khayyam si diffuse rapidamente in tutto il mondo e la conoscenza del suo lavoro divenne un segno di educazione. L'interesse per il lavoro di Omar ha portato molti a familiarizzare con altre opere della sua vita, grazie alle quali i suoi risultati scientifici sono stati riscoperti, ripensati e integrati.

Avvolto in leggende e congettura la sua biografia. Omar Khayyam è uno dei luminari della letteratura mondiale, ma durante la sua vita si sapeva poco dei suoi successi letterari. Con fiducia possiamo solo dire che la persona era un vero genio della sua era, dotata di talento e dotata in molte aree. Il suo genio poetico si distingueva per saggezza, audacia, umorismo e amore. Sebbene sia impossibile dire con certezza quale rubino sia stato scritto dallo stesso poeta, tuttavia, quasi tutte le quartine sono intrise di pensieri filosofici che combinano la flessibilità del ritmo, della chiarezza e della concisione. Lo spirito libero e il libero pensiero sono presenti in ogni secondo poema.

La traduzione libera di Edward Fitzgerald divenne una delle più riuscite e popolari all'inizio del XX secolo. Più tardi, altri scrittori e dilettanti iniziarono a dedicarsi alla traduzione. Al giorno d'oggi, le frasi di Omar Khayyam sono citate da tutti: presentatori di eventi festivi, in opere per studenti, e semplicemente nella vita di tutti i giorni, a volte.

Omar Khayyam, le cui citazioni divennero ampiamente conosciute e richieste molti secoli dopo, sviluppò il genere dei rubai e lo portò alla perfezione, lasciando un messaggio alle generazioni successive, impregnato di un pensiero libero che non era stato accettato in tempi antichi.

Patrimonio letterario

Le sue quartine di fama mondiale invitano i lettori a sperimentare tutta la felicità umana terrena che è disponibile alle persone. Le centinaia di rubini, l'amore e la vita di Omar Khayyam ci ricordano che ogni momento del viaggio della vita è inestimabile e importante, dicci che la verità, conosciuta da un cuore amorevole, è contrapposta alle bugie e agli errori universali, così come agli insegnamenti degli asceti.

Il vero amore e la vera saggezza nelle poesie di Omar non si escludono a vicenda, ma vanno fianco a fianco, completando qualitativamente la vita di una persona. Le frasi di Omar Khayyam, tramandate di generazione in generazione, trasmettono l'esperienza di vita dell'umanità, piena di immagini vivide e la bellezza delle sillabe.

Il filosofo persiano Omar Khayyam

Il poeta ha un'arguzia e un sarcasmo, grazie ai quali è riuscito a creare opere in grado di elevare lo spirito della vita in un momento difficile, che dà forza a resistere ai problemi, a farti pensare e ragionare. Omar Khayyam, la cui saggezza di vita è stata incarnata nella sua opera, ha fatto conoscere la letteratura persiana in tutto il mondo.

L'opera letteraria di Omar Khayyam è separata dalla poesia persiana, sebbene sia la sua componente importante. Khayyam divenne il primo autore, il cui carattere letterario si distingue per ribellione e ribellione. Questo fenomeno rianimò la letteratura in quanto tale, dandole un certo fascino e nuovo respiro.

Omar Khayyam, le cui poesie negano il potere ingiusto, la religione, la stupidità e il bigottismo, è l'autore di opere che sono diventate rivoluzionarie non solo per il loro tempo, ma per il 20 ° secolo. Gli aforismi del poeta sono noti nella maggior parte dei paesi del mondo, non esiste una persona istruita che non abbia mai sentito questo nome - Omar Khayyam. La saggezza della vita di questo grande uomo non può che essere invidiata e ammirata dal suo genio, che era molto avanti rispetto ai suoi tempi.

Contributo alla matematica

Omar Khayyam ha dato un grande contributo allo sviluppo della matematica. Possiede il "Trattato sulle prove dei problemi di Algebra e Almukabala", che si occupa di risolvere equazioni del 1 °, 2 ° e 3 ° grado, fornisce anche un'analisi del metodo geometrico per risolvere equazioni cubiche. Ha anche dato la prima definizione esistente di scienza come l'algebra.

Nel 1077, Omar Khayyam completa il lavoro su un'altra importante opera matematica - "Commenti alle difficoltà nelle introduzioni del libro di Euclide". La collezione consisteva in tre volumi. Il primo cita la teoria originale delle rette parallele, gli ultimi due volumi sono dedicati al miglioramento delle teorie delle relazioni e delle proporzioni.

Curiosità su Omar Khayyam

  1. Distinto pensiero estremamente amante della libertà per la sua era.
  2. Alla menzione dei contemporanei, era pigro e un maniaco del lavoro allo stesso tempo, tutto dipendeva dalle circostanze e dall'umore.
  3. Non ha retto la cerimonia nemmeno con persone di alto rango, aveva una mente caustica e una memoria fenomenale.
  4. Quando Omar Khayyam attraversò le strade o partecipò a simposi, tutti si separarono davanti a lui con le parole: "L'insegnante sta arrivando". Nei circoli scientifici era rispettato, mentre i sacerdoti e altri leader religiosi non gli piacevano, e talvolta erano anche spaventati. La negazione dei principi religiosi tradizionali è ciò che Omar Khayyam sosteneva.
  5. I libri dello scienziato furono una svolta per quel tempo.
  6. Praticamente nulla si sa della sua vita personale. Non si fa menzione di sua moglie o dei suoi figli.

Punti importanti nella vita di un filosofo

Vita in date - scienziato, poeta e filosofo Omar Khayyam:

  • data di nascita e morte - 18.06.1048-4.12.1131;
  • studiare e insegnare a Samarcanda - 1066-1070;
  • Trasferirsi su Isfahan - 1074;
  • lavori di scrittura in matematica e astronomia - 1074-1110.

Nonostante il fatto che Omar Khayyam abbia vissuto più di otto secoli fa, le idee presentate nelle sue poesie sono ancora rilevanti. Le difficoltà e i problemi di salute degli ultimi anni sono stati contrassegnati dalla sua biografia. Omar Khayyam fu costretto a fare un pellegrinaggio alla Mecca, che nei suoi anni non era il compito più facile.

Gli ultimi anni della sua vita trascorse in solitudine a causa dell'esasperazione dei sentimenti religiosi nella società e della costante persecuzione su queste basi.

Omar Khayyam sull'amore e la vita

Sfortunatamente, le immagini di Omar Khayyam non sono state conservate, e la sua apparizione rimane un mistero per gli ammiratori del lavoro di questa persona eccezionale. Tuttavia, questo non gli ha impedito di erigere molti monumenti in alcuni paesi di lingua persiana e anche oltre i loro confini, oltre a disegnare molti ritratti che sono l'incarnazione della visione degli artisti.

Un fatto interessante: a Nishapur c'è un planetario che prende il nome da Omar Khayyam. Alla fine del 1970, l'Unione Astronomica Internazionale chiamò un cratere sul lato opposto della luna il nome Omar Khayyam.