Uno stato centralizzato è uno stato forma di governo in cui appare l'assolutismo, cioè il vero potere è completamente nelle mani di una persona. Allo stesso tempo, ha le sue forze armate, valuta e un sistema unificato di leggi. Gli attributi di tale stato sono l'unità del territorio del paese (non è consentita la creazione di soggetti nazionali), l'organizzazione di un forte sistema di governance locale, l'introduzione di una cittadinanza per l'intera popolazione di un determinato stato.

stato centralizzato

Stato centralizzato in Russia

Durante il regno dei principi di Kiev, nessuno pensò nemmeno alla possibilità della disintegrazione del territorio, che era sotto il loro controllo, in molte piccole terre. Alla fine del secolo XI, tuttavia, ciò avvenne e non vi fu alcun potere centralizzato nelle terre russe - ogni discendente di Rurik preferì governare in un piccolo territorio piuttosto che controllare la grande Russia. Per questa ragione è iniziata l'era della frammentazione, che è durata fino al giorno stesso elevazioni di Mosca come centro spirituale e commerciale delle terre della Russia nord-orientale. Uno stato centralizzato con la sua capitale a Mosca, tuttavia, non apparve immediatamente. In primo luogo, i governanti della capitale iniziarono a perseguire una politica di riscossione delle terre. Dietro questo nome c'erano i sequestri dei principati vicini. Puoi persino confrontare un simile corso con la Reconquista spagnola, che si è svolta parallelamente. Alla fine del XVI secolo, Mosca divenne la capitale di un enorme stato, che si estende da Pskov alla Siberia e da Cola a Putivl. lo stato centralizzato è

Stato centralizzato in Germania e in Italia

Se nella collezione di terre russe Mosca non ha incontrato ostacoli particolari, allora il popolo italiano e tedesco non poteva nemmeno sognare i propri paesi fino alla metà del XIX secolo. segni di uno stato centralizzato Il centro dell'unificazione della Germania potrebbe essere un principato feudale, di cui ce n'erano così tanti nelle terre tedesche che la mappa politica del territorio somigliava trapunta patchwork. Riuscì, tuttavia, in questa Prussia - la più grande educazione statale tedesca. In Italia, la foto è stata più interessante. Lì, i segni di uno stato centralizzato erano il Regno delle Due Sicilie, che originariamente era inteso come il nucleo per l'unificazione delle terre italiane. La capitale del nuovo paese non sarebbe allora Roma, ma Napoli. In realtà, tutto è andato diversamente. L'Italia si unì attorno al principato piemontese e il Regno delle Due Sicilie sprofondò tranquillamente nell'oblio.

C'è almeno uno stato centralizzato oggi?

Sì, ci sono tali stati. Questi sono principalmente paesi asiatici dove c'è una forte monarchia. Ad esempio, Brunei o Arabia Saudita. Molti altri paesi hanno da tempo superato lo stadio di uno stato centralizzato e sono diventati federazioni, così da poter affermare il fatto che la forma centralizzata struttura dello stato non il più alto. Questo è solo uno stadio integrale del processo di diventare uno stato giovane, che dovrebbe essere completato in un dato momento, e se ciò non accade, allora una rivoluzione è inevitabile.