L'allenatore di un club di calcio è sempre sotto una tremenda pressione di responsabilità. Il minimo fallimento può portare a dimissioni immediate. Carriera da allenatore Claudio Ranieri, fino a poco tempo fa, una serie continua di tali eventi. Per quindici anni ha diretto i migliori club del pianeta, ha vinto solo una Coppa Nazionale e non ha mai portato le sue squadre al titolo di campione. Si è saldamente assicurato il titolo di allenatore-perdente, guidando con sicurezza l'antirabbigliamento dei peggiori mentori.

Tutto è cambiato nella stagione del suo destino 2015-2016, quando ha guidato un club di outsider in modo favoloso, vinto in uno dei campionati del mondo più forti, la Premier League inglese. Venticinque anni aspettando l'allenatore del suo primo trofeo di campionato.

Carriera del giocatore

L'allenatore di oggi di Lester, Claudio Ranieri, ha iniziato a giocare come calciatore nella Roma romana, di cui era laureato. Non ha ottenuto alcun successo particolare e ha lasciato la squadra in un paio di stagioni senza trincerarsi nella squadra.

Poi ha suonato a Catanzao, Catania, Palermo, ma non ha vinto nulla di serio con loro.

Attività di coaching negli anni '90

Dopo essersi laureato con una carriera calcistica, Claudio Ranieri iniziò ad allenarsi. Il primo club era una modesta "Puteolana". Tuttavia, ha fatto un nome per se stesso quando è venuto a Cagliari. La squadra era quindi nella serie C1. L'allenatore Claudio Ranieri è riuscito a guidare la squadra in una lega d'élite - Serie A - e ottenere un punto d'appoggio lì, che ha attirato l'attenzione dei giganti del calcio italiano. Nel 1991, ha diretto il Napoli, nel quale ha recitato lo stesso Diego Maradona. Claudio Ranieri Nella sua prima stagione, il mentore guida la squadra all'Eurocup, ma l'anno prossimo c'è un calo nei risultati, e viene licenziato.

Nel 1993, Claudio Ranieri si è nuovamente affidato al ruolo di addestratore di soccorso. Questa volta ha dovuto aiutare la fiorentina, una volta forte, che è stata irrimediabilmente bloccata nella serie di V. Ranieri, che ha brillantemente affrontato il suo compito. Conduce la squadra in serie A e nel 1996 vince la Coppa e la Supercoppa italiana con lei.

Nel 1997, l'allenatore ha deciso di cambiare la situazione e si è trasferito in Spagna. Per due anni ha allenato Valencia. La squadra ha fatto grandi progressi, ha guadagnato il diritto di giocare in Champions League. Anche la Coppa di Spagna è stata vinta. Chi sapeva allora che il prossimo mentore del titolo serio dovrà aspettare quasi venti anni ... Poi l'allenatore è stato invitato a Madrid "Atletico", ma a causa della mancanza di risultati, è stato licenziato.

Il primo arrivo nel sottomarino

Nel 2000, Claudio Ranieri per la prima volta mandò a conquistare la Premier League inglese. È stato invitato in un grande club, il Chelsea, che a quel tempo era in grave difficoltà e ha chiuso la scorsa stagione al sesto posto. A causa della mancanza di investimenti significativi nel team, Ranieri non ha potuto ottenere risultati significativi. Tutto è cambiato quando Roman Abramovich è diventato il proprietario del club. Il team è venuto un sacco di soldi, l'opportunità di rafforzare la composizione di giocatori forti. Claudio Ranieri

Nella prima stagione con Abramovich "Chelsea" si è classificato terzo nel campionato d'Inghilterra, gioca con successo in Champions League. Ma Ranieri non è riuscito a vincere alcun trofeo e l'ambizioso proprietario del club manda l'italiano alle dimissioni.

Rientro in Italia, "Monaco" e fallimento come allenatore della nazionale

Dopo di ciò, è iniziata una linea nera nella carriera di un allenatore. È di nuovo invitato a Valencia nel 2004, ma a causa di partite fallite viene licenziato senza nemmeno aspettare la fine delle stagioni.

Claudio Ranieri torna in Italia, dove segue costantemente tutte le squadre più forti del paese. Juventus, Roma, Inter - tutti questi club sono stati costantemente guidati da uno sfortunato allenatore.

In tutti i casi, ha iniziato la sua attività abbastanza bene, portando le squadre fuori dalla crisi nella prima stagione, ma dopo aver completato il compito del "pompiere", non ha potuto basarsi sul successo e vincere qualcosa di significativo. Un'intera serie di secondi e terzi posti fu il risultato del suo lavoro in Italia.

Nel 2012, Claudio Ranieri cambia nuovamente campionato e va a Monaco. Il club ha poi giocato in Ligue 2, e il compito dell'allenatore è stato quello di riportare la squadra nella divisione d'élite del campionato francese. Come spesso accadeva prima, l'italiano ha affrontato un compito simile e nella primissima stagione è tornato a Monaco in Ligue 1. coach Claudio Ranieri Nella seconda stagione, il club è arrivato secondo, perdendo solo per il PSG, ma l'allenatore, tuttavia, è stato mandato alle dimissioni.

Nel 2014, Ranieri per la prima volta nella sua vita è a capo della squadra nazionale. Ha una squadra europea abbastanza forte, la nazionale greca. Tuttavia, sotto la sua guida, la squadra è riuscita a perdere tre partite su quattro nel torneo di qualificazione per il campionato europeo. Particolarmente vergognoso è stata la sconfitta della squadra semi-amatoriale delle Isole Faroe, che solo i pigri non hanno battuto. Naturalmente, dopo questo fallimento, l'allenatore è stato immediatamente licenziato.

Racconto con "Lester"

Così, all'età di 63 anni, Claudio Ranieri è stato lasciato senza lavoro e ha superato tutte le classifiche degli allenatori più sfortunati del mondo, senza vincere un titolo campione. Questo nonostante il fatto che negli ultimi quindici anni ha allenato squadre eccezionalmente grandi.

Lasciare un italiano per meritato riposo ha impedito "Leicester". Il club, rientrando nel campionato principale d'Inghilterra, è quasi volato fuori dal primo anno della stagione 2014-2015. La direzione attirò l'attenzione sui disoccupati Claudio Ranieri. "Leicester" è stata l'ultima opportunità per gli italiani di mostrarsi.

La squadra ha avuto modeste opportunità finanziarie, in offseason è arrivato solo un giocatore forte - Kante. Tuttavia, in qualche modo magico, fu sotto Ranieri che il potenziale dei giocatori, che erano già stati cancellati, fu rivelato. Riyad Marez, Robert Hutt, Drink Water: tutti questi giocatori hanno giocato in un modo nuovo con l'italiano e sono stati tra i migliori giocatori della stagione alla fine della stagione. allenatore Trasformata in modo particolarmente favoloso, il 29enne James Vardi, che di recente ha ristagnato nei club semi-professionisti. Cominciò a segnare in quasi tutte le partite e divenne il secondo marcatore di sottomarini alla fine della stagione.

Inserendo il numero di leader dopo il primo turno, "Leicester" si aggrappò alla sua occasione. Dopo il 23 ° turno del club, diventando il leader della Premier League, non ha più ammesso uno dei suoi rivali e divenne il campione del paese.

La vittoria di "Lester" sotto la guida di Claudio Ranieri ha dimostrato che nel calcio moderno, non tutti decidono un sacco di soldi. Il modesto Leicester ha dimostrato che qualsiasi squadra è in grado di vincere il torneo più forte.