Dmitry Ivanovich Donskoy - è l'erede del Granduca Ivan il Rosso. I tempi del suo regno erano estremamente importanti nella storia. Dmitry Donskoy fu il primo dei principi di Mosca, che iniziò a combattere per la liberazione della Russia dal giogo del khanato dell'Orda d'oro. Sotto la sua guida, l'esercito russo vinse una grande vittoria contro le orde di soldati mongoli tartari sul campo di Kulikovo. E dal millennio il battesimo di Rus, nel 1988, Dmitry Ivanovich Donskoy fu canonizzato.

Lotta di potere

Dmitry Donskoy è nato Alla luce del 12 ottobre 1350 a Mosca. titolo granduca Mosca, ha ricevuto quando aveva nove anni, dopo la morte di suo padre. L'insegnante e il mentore del ragazzo era il metropolita Alexy. Tuttavia, il trono di Vladimir fu perso per il giovane principe Dmitrij. I sovrani dell'Orda d'oro non hanno dato alle etichette dei bambini il grande regno. Nel 1361, Khan Naurus trasferì questo diritto al principe di Suzdal Dmitrij Konstantinovich. E il ritorno del decreto sul regno fu il compito principale del governo boiardi di Mosca, così come del metropolita Alessio.

Dmitry Don Vale la pena ricordare qui che in soli venti anni molti sovrani sono cambiati nell'Orda. All'età di dodici anni, Dmitrij Donskoy ricevette il diritto a un grande regno da uno di loro - Abdul. E il principe di Suzdal lo ricevette da Khan Murid. Tuttavia, riuscì a governare Vladimir non a lungo - solo due settimane. Le forze di Dmitrij Ivanovich lo hanno presto cacciato da questa città. Poco dopo, Mosca ha fornito un sostegno significativo al principe di Suzdal nella disputa su Nizhny Novgorod. In risposta, ha abbandonato le sue ambizioni per il trono di Vladimir. E, per suggellare questa alleanza, Dmitrij Ivanovic sposò la figlia del Granduca di Suzdal-Nižnij Novgorod Evdokia, che gli diede 12 figli.

Inizio del regno

Dmitrij cominciò a governare indipendentemente nella metà degli anni '60. In questo momento, ha svolto molte attività per rafforzare gli affari militari e il governo. Allo stesso tempo, la più potente e prima fortezza di pietra nella Russia nord-orientale - fu costruito il Cremlino di Mosca. Questo rafforzò ulteriormente il potere militare e l'autorità della città a livello tutto russo. Il gran principe Dmitrij Donskoy cercò in tutti i modi di consolidare e rafforzare i territori delle terre russe. Con i suoi sforzi, Mosca divenne il cuore dell'unione politica e militare dei principati.

Lotta contro il potere con Mikhail Tversky

Nel 1368, divamparono divergenze tra Mosca e Mikhail Alexandrovich, principe di Tver. Quest'ultimo ha chiesto un'offensiva contro Rus Olgerd, sovrano del principato di Lituania e suo genero. E andò a Mosca con un ospite impressionante.

regno di dmitry don La città è sopravvissuta grazie al Cremlino di pietra, ma il distretto è stato completamente distrutto in pochi giorni. Due anni dopo, un ritiro a Tver ha avuto luogo, guidato da Dmitry Donskoy. La storia della lotta per il granducato tra lui e Mikhail è segnata da numerose battaglie che durarono diversi anni. Tuttavia, molti sovrani russi si unirono ai ranghi degli alleati di Dmitrij Ivanovic. E nel 1375 i suoi soldati assaltarono Tver.

Michael accettò la pace solo dopo un mese di noioso assedio. Le parti stipularono un accordo, in base al quale rinunciava completamente alle pretese di regnare a Mosca, Novgorod e Vladimir.

Guerra con la mamma

Allo stesso tempo, i rapporti tra Mosca e l'Orda continuano a deteriorarsi. Hana Mamaia era estremamente preoccupata per il crescente potere del principe Dmitrij. Nel 1374, quest'ultimo rifiutò di pagare le tasse al sovrano dell'Orda. Tre anni dopo, le truppe di Dmitri erano impotenti nella battaglia con il principe Arapsha.

Nel 1378, Khan Mamai inviò l'esercito di Murza Begich a Mosca. Ma Dmitrij Ivanovic lo stava aspettando ai capi del fiume, e le forze russe sconfissero gli avversari. Ciò ha ridotto significativamente il significato di Mamai e ha iniziato a prepararsi per una seria campagna contro la Russia. È noto che, oltre alle truppe Tatar-mongole, vi hanno preso parte distaccamenti di mercenari da diversi luoghi, così come il principe lituano Jagiello.

Dmitry Don storia

Battaglia di Kulikovo

La battaglia decisiva, alla quale Dmitrij Donskoy prese parte, la battaglia di Kulikovo, si stava avvicinando. Alla fine di agosto del 1380, Khan Mamai si riunì per l'offensiva contro la Russia. E l'8 settembre, una battaglia grandiosa ebbe luogo sul campo di Kulikovo, che si trova nella parte alta del Don. I soldati di Dmitrij Ivanovic hanno completamente distrutto l'esercito tataro-mongolo. Mamai è fuggito vergognosamente. Per valore in questa battaglia, il principe Dmitrij Ivanovich fu soprannominato Donskoy.

Tuttavia, il trionfo del principe nella battaglia di Kulikovo non ha dato alla Russia la desiderata liberazione dall'oppressione dell'Orda. Nel 1382, Khan Tokhtamysh occupò Mosca con astuzia, la bruciò e massacrò gli abitanti della città. E dall'anno prossimo, Dmitry Donskoy ha continuato a rendere omaggio ai Tartari. Alla fine del suo regno, ha guadagnato nuovamente la fiducia di Novgorod, Ryazan e Tver. Dmitrij Ivanovic Donskoy morì nella primavera del 1389. Non aveva nemmeno quarant'anni. Fu sepolto a Mosca nella Cattedrale dell'Arcangelo del Cremlino.

Dmitry Don Kulikovskaya

Ruolo nella storia

La politica di Dmitry Donskoy aumentò significativamente le terre del principato di Mosca: comprendeva Pereyaslavl, Galich, Dmitrov e alcuni altri territori. Durante il suo regno, la questione del centro, che avrebbe unificato le terre della Russia nord-orientale, fu finalmente risolta. Hanno riconosciuto Mosca.

Il regno di Dmitry Donskoy fu segnato da serie vittorie militari sulle forze di Zolotdynsky. D'altra parte, fu allora che le terre occidentali, tra cui Smolensk e Tver, furono perse, e la maggior parte dei territori furono distrutti da numerose noiose guerre. A Mosca, durante il regno di Dmitry Donskoy, le monete d'argento furono prima coniate. Inoltre, ha cambiato l'ordine esistente di successione.

barca dmitry donskoy Ora passò al figlio maggiore del principe, e non al primogenito della famiglia, come prima. Dmitrij Ivanovic non era solo un sovrano astuto e saggio. Era anche un credente profondamente religioso e forniva un sostegno significativo ai santi monasteri, incluso lo sviluppo di nuovi. Molti storici russi definiscono il governo di Dmitry Donskoy un punto di svolta nella storia della Russia.

Sottomarino nucleare "Dmitry Donskoy"

In onore del principe chiamato incrociatore sottomarino. Un quarto di secolo fa, fu inglobato nella Marina e contemporaneamente fu inserito nel Guinness dei primati: è il più grande sottomarino della storia. La lunghezza del suo corpo è di circa 180 metri e si tratta di un edificio di nove piani.

politica di dmitry don Più di un migliaio di imprese provenienti da tutto il paese, compresi gli istituti di ricerca, sono stati coinvolti nella costruzione dell'incrociatore. Oggi, il sottomarino Dmitry Donskoy partecipa al collaudo della moderna tecnologia marina, in particolare, il nuovo sistema missilistico Bulava.