Tessuto nervoso consiste di cellule altamente specializzate. Hanno la capacità di percepire vari tipi di stimoli. In risposta, le cellule nervose umane possono formare un impulso, così come trasmetterlo l'un l'altro e gli altri elementi di lavoro del sistema. Di conseguenza, si forma una reazione adeguata allo stimolo. Le condizioni in cui determinate funzioni della cellula nervosa si manifestano formano elementi gliali. cellule nervose

sviluppo

Il tessuto nervoso viene deposto durante la terza settimana del periodo embrionale. In questo momento, la piastra è formata. Da esso sviluppa:

  • Oligodendrociti.
  • Astrociti.
  • Ependimotsity.
  • Macroglia.

Nel corso dell'ulteriore embriogenesi, la piastra neurale si trasforma in un tubo. Nello strato interno della sua parete sono situati gli elementi ventricolari. Proliferano e si muovono verso l'esterno. In questa zona, parte delle cellule continua a dividersi. Di conseguenza, sono divisi in spongioblasti (componenti della microglia), glioblasti e neuroblasti. Da quest'ultimo si formano le cellule nervose. Nella parete del tubo ci sono 3 strati:

  • Interno (ependimale).
  • Medio (mantello).
  • Esterno (marginale) - è rappresentato dal midollo bianco. funzione delle cellule nervose

A 20-24 settimane nel segmento craniale del tubo inizia la formazione di bolle, che sono la fonte della formazione del cervello. Le restanti sezioni sono utilizzate per sviluppare il midollo spinale. Dai bordi della gronda neurale partono le cellule che prendono parte alla formazione di una cresta. Si trova tra l'ectoderma e il tubo. Le placche del ganglio formano la base dei mielociti (elementi della pelle del pigmento), gangli periferici, melanociti del tegumento e componenti del sistema APUD.

costituenti di

Ci sono 5-10 volte più gliociti nel sistema rispetto alle cellule nervose. Svolgono varie funzioni: supporto, protettivo, trofico, stromale, escretore, aspirazione. Inoltre, gliociti hanno la capacità di proliferare. Gli ependimociti hanno una forma prismatica. Costituiscono il primo strato, lungo la cavità cerebrale e il midollo spinale centrale. Le cellule sono coinvolte nella produzione di liquido cerebrospinale e hanno la capacità di assorbirlo. La parte basale degli ependimociti ha una forma troncoconica. Passa in un processo lungo e sottile, penetrando nel midollo. Sulla sua superficie, forma una membrana marginale gliale. Gli astrociti sono rappresentati da celle multislice. Sono:

  • Protoplasmatico . Si trovano nel midollo grigio. Questi elementi sono caratterizzati dalla presenza di numerose ramificazioni corte, terminazioni ampie. Parte di quest'ultimo circonda i vasi sanguigni capillari, partecipa alla formazione di barriera emato-encefalica. Altri processi sono diretti ai corpi neurali e portano il trasferimento di nutrienti dal sangue. Offrono anche protezione e isolano le sinapsi.
  • Fibroso (fibroso). Queste cellule sono in sostanza bianca. Le loro terminazioni sono debolmente ramificate, lunghe e sottili. Alle estremità si ramificano e formano le membrane di confine. processo delle cellule nervose

Gli oliodendrociti sono piccoli elementi con code corte che si estendono attorno ai neuroni e alle loro terminazioni. Formano una guaina gliale. Attraverso esso ha trasmesso impulsi. Alla periferia, queste cellule sono chiamate mantello (lemmociti). La microglia fa parte del sistema dei macrofagi. Si presenta sotto forma di piccole celle mobili con piccoli processi ramificati. Gli elementi contengono un nucleo luminoso. Possono essere formati da monociti del sangue. La microglia ripristina la struttura della cellula nervosa danneggiata.

Il componente principale del sistema nervoso centrale

Rappresenta la cellula nervosa - il neurone. In totale, ci sono circa 50 miliardi e, a seconda delle dimensioni, nascono cellule nervose giganti, grandi, medie e piccole. Nella loro forma, possono essere:

  • Piramidale.
  • Stellato.
  • Korzinchatymi.
  • A forma di fuso e altro. cellule nervose umane

C'è anche una classificazione per il numero di finali. Quindi, può essere presente solo un processo della cellula nervosa. Questo fenomeno è caratteristico di periodo embrionale. In questo caso, le cellule nervose sono chiamate unipolari. Gli elementi bipolari si trovano nella retina. Sono estremamente rari. Tali cellule nervose hanno 2 terminazioni. Ci sono anche pseudo-unipolari. Dal corpo di questi elementi parte una lunga escrescenza citoplasmatica, che è divisa in due processi. Le strutture multipolari vengono rilevate principalmente direttamente nel sistema nervoso centrale.

Struttura delle cellule nervose

Nell'elemento distinguere il corpo. Ha un grande nucleo luminoso con uno o due nucleoli. Il citoplasma contiene tutti gli organelli, in particolare i tubuli dall'EPS granulare. Attraverso la superficie citoplasmatica ci sono gruppi di sostanze basofile. Sono formati da ribosomi. In questi cluster, c'è un processo di sintesi di tutte le sostanze necessarie trasportate dal corpo ai processi. A causa dello stress, si verifica la distruzione di questi blocchi. A causa della rigenerazione intracellulare, il processo di recupero-distruzione è costantemente in atto.

Formazione dell'impulso e attività riflessa

I dendriti sono comuni tra i processi. Branching, formano un albero dendritico. A loro spese, le sinapsi si formano con altre cellule nervose e l'informazione viene trasmessa. Più dendriti ci sono, più potente e vasto è il campo recettore e, di conseguenza, più informazioni. Su di loro c'è la diffusione di impulsi all'elemento del corpo. Le cellule nervose contengono solo un assone. Un nuovo impulso si forma alla sua base. Si allontana dal corpo lungo l'assone. Il processo della cellula nervosa può variare da pochi micron a un metro e mezzo di lunghezza. cellule del sistema nervoso C'è un'altra categoria di elementi. Sono chiamate cellule neurosecretorie. Possono produrre e secernere ormoni nel sangue. Le cellule del tessuto nervoso sono disposte in catene. Essi, a loro volta, formano i cosiddetti archi. Determinano l'attività riflessa dell'uomo.

compiti

Per la funzione della cellula nervosa, si distinguono i seguenti tipi di elementi:

  • Afferente (sensibile). Formano 1 link in arco riflesso (nodi spinali). Un lungo dendrite passa alla periferia. Lì finisce con un finale. In questo caso, un breve assone entra nell'arco somatico riflesso nella regione del midollo spinale. È il primo a reagire a uno stimolo, a seguito del quale si forma un impulso nervoso.
  • Conduttori (inserire). Queste sono cellule nervose nel cervello. Formano un arco di collegamento 2. Questi elementi sono anche presenti nel midollo spinale. Le informazioni da loro sono ottenute da cellule effettrici del tessuto nervoso, dendriti corti ramificati e un lungo assone che raggiunge la fibra muscolare scheletrica. Attraverso l'impulso sinapsi neuromuscolare viene trasmesso. Anche elementi isolati ed effettori (efferenti).

Arco riflesso

Negli umani, sono prevalentemente complessi. In un semplice arco riflesso, ci sono tre neuroni e tre collegamenti. La loro complicazione si verifica a causa dell'aumento del numero di inserti. Il ruolo principale nella formazione e nella successiva conduzione dell'impulso appartiene al citolema. Sotto l'influenza di uno stimolo nell'area di depolarizzazione d'impatto è effettuato - l'inversione di carica. In questa forma, l'impulso si diffonde ulteriormente lungo il citolema. cellule nervose cerebrali

fibre

Intorno ai processi nervosi si trovano membrane gliali indipendenti. Nel complesso, formano fibre nervose. I rami in essi sono chiamati cilindri assiali. Ci sono fibre amyeliniche e mielinizzate. Differiscono nella struttura della guaina gliale. Le fibre non mielinizzate hanno un dispositivo abbastanza semplice. Un cilindro assiale adatto per la cellula gliale piega il suo citolema. Il citoplasma si chiude su di esso e forma un mezaxon - una doppia piega. Una cella glia può contenere diversi cilindri assiali. Queste sono fibre "via cavo". I loro rami possono spostarsi verso le cellule gliali adiacenti. L'impulso passa con una velocità di 1-5 m / s. Fibre di questo tipo si trovano durante l'embriogenesi e nelle aree postgangliari del sistema vegetativo. I segmenti della mielina sono spessi. Si trovano nel sistema somatico che innerva la muscolatura scheletrica. I Lemmociti (cellule gliali) passano sequenzialmente, in catene. Costituiscono un peso. Nel centro passa il cilindro assiale. Nella membrana gliale sono presenti:

  • Lo strato interno delle cellule nervose (mielina). È considerato il principale. In alcune aree tra gli strati di citolema ci sono estensioni che formano tacche di mielina.
  • Strato periferico Contiene organelli e un nucleo - neurulemma.
  • Membrana di base spessa.

Siti di ipersensibilità

Nelle aree in cui il confine dei lemmociti è adiacente, si verifica un assottigliamento delle fibre nervose e lo strato di mielina è assente. Questi sono luoghi di ipersensibilità. Sono considerati i più vulnerabili. La parte della fibra situata tra le intercettazioni nodali adiacenti è chiamata segmento inter-nodo. Qui l'impulso passa ad una velocità di 5-120 m / s. neurone delle cellule nervose

sinapsi

Con il loro aiuto, le cellule del sistema nervoso sono interconnesse. Esistono sinapsi diverse: asso-somatico, -dendritico, -assonale (principalmente del tipo inibitorio). Inoltre secernono componenti elettrici e chimici (i primi sono rilevati molto raramente nel corpo). Nella sinapsi, le parti post- e presinaptiche sono distinte. Il primo contiene una membrana in cui sono presenti recettori proteici altamente specifici (proteine). Rispondono solo a determinati mediatori. Tra le parti pre-e postsinaptiche c'è una lacuna. L'impulso nervoso raggiunge il primo e attiva le bolle speciali. Vanno alla membrana presinaptica e cadono nello spazio. Da lì, influenzano il recettore del film postsinaptico. Ciò provoca la sua depolarizzazione, che viene trasmessa, a sua volta, attraverso il processo centrale della prossima cellula nervosa. In una sinapsi chimica, l'informazione viene trasmessa solo in una direzione.

specie

Le sinapsi sono divise in:

  • Frenata, contenente neurotrasmettitori inibitori (acido gamma-aminobutirrico, glicina).
  • Emozionante, in cui ci sono componenti rilevanti (adrenalina, acetilcolina, glutammina a-quella, norepinefrina).
  • Effettore, che termina sulle celle funzionanti.

Le sinapsi neuromuscolari si formano nella fibra muscolare scheletrica. Contengono una parte presinaptica, formata dalla sezione terminale terminale dell'assone dal motoneurone. È incorporato nella fibra. Il grafico adiacente costituisce la parte postsinaptica. Non ci sono miofibrille, ma i mitocondri e i nuclei sono presenti in grandi quantità. La membrana postsinaptica è formata da un sarcolemma.

Finali sensibili

Differiscono una grande varietà:

  • Gli allentati si trovano esclusivamente nell'epidermide. La fibra, passando attraverso la membrana basale e scartando la guaina mielinica, interagisce liberamente con le cellule epiteliali. Questi sono recettori del dolore e della temperatura.
  • Le terminazioni non libere non incapsulate sono presenti in tessuto connettivo. Glia accompagna le ramificazioni nel cilindro assiale. Questi sono recettori tattili.
  • Le terminazioni incapsulate sono rami di un cilindro assiale, accompagnati da una lampadina interna gliale e una guaina esterna di tessuto connettivo. Questi sono anche recettori tattili.