Breve descrizione

L'edema polmonare si verifica quando si accumula eccessivo (sopra la norma) di liquido all'interno del corpo. La causa dello sviluppo della malattia sta nella differenza tra le due pressioni (colloide-osmotica e idrostatica). La sindrome si presenta per lo più all'improvviso. I sintomi principali sono il soffocamento (mancanza acuta di aria) e la cianosi (cioè la cianosi della pelle).

eziologia Edema polmonare

L'edema polmonare può essere idrostatico (quando una parte del sangue viene rilasciata a seguito di un aumento della pressione idrostatica) e membranosa (con un aumento della permeabilità capillare). Nel primo caso, tra le cause della malattia può essere la disfunzione cardiaca. (stenosi mitralica, costrizione, reazione ai farmaci, ecc.), alterata circolazione del sangue nell'organo stesso, embolia polmonare (emboli settici, coaguli di sangue, bolle d'aria che entrano nei vasi), ostruzione (sia dei vasi linfatici che delle vie respiratorie). L'edema polmonare della membrana può svilupparsi a seguito di polmonite, traumi, sepsi, pancreatite, trabocco di liquidi (acqua, succo gastrico ecc.) nel tratto respiratorio, mediante inalazione di gas tossici (vapori di mercurio, cloro, ozono, fosgene) e fumo, a seguito di intossicazione.

Corso e conseguenze Edema polmonare in un cane

Se l'accumulo di liquidi è piccolo, il corpo combatte il problema da solo. Ma con un grande accumulo di alta probabilità di alterato scambio di gas nel polmone. Nelle fasi iniziali, l'elasticità dell'organo diminuisce e aumenta la rigidità. Come affermato, il primo segno che l'edema polmonare è iniziato è la mancanza di respiro. L'accumulo di liquidi normalmente non allunga i tessuti, quindi la respirazione è difficile. La superficie dolente è costretta a continuare a lavorare per ridurre la resistenza elastica. Alveoli pieni di liquido, non partecipano più allo scambio di gas. Di conseguenza, ventilazione / perfusione ridotte. La frazione del sangue di smistamento aumenta, si diffonde molto più velocemente anidride carbonica. In questo momento è necessaria la ventilazione artificiale.

Quadro clinico

Nella prima fase, quando la pressione nelle vene dell'organo interessato aumenta, si verifica la cosiddetta trasudazione. Innanzitutto, si verifica edema polmonare interstiziale, quindi edema alveolare. Schiuma al plasma si verifica. Una persona che dorme attacca più frequentemente. I pazienti indicano una carenza di aria (dispnea parossistica notturna). Durante l'auscultazione, durante l'ascolto, ci sono dispnea dispersa (prima asciutta, poi fischiettando), appare una tosse (l'asma "misto" può essere erroneamente assunto). Con l'edema alveolare del polmone, la mancanza di aria è più acuta, fino all'asfissia. Quando si sdraia, i sintomi aumentano bruscamente. Obiettivamente, si possono distinguere cianosi, alternanza di impulsi, sudore profuso e pallore evidente. Forse lo sviluppo dell'ipertensione arteriosa compensatoria. I sonagli vengono toccati prima nella parte inferiore e poi nell'intero polmone. Successivamente, il respiro sibilante si verifica nella trachea e nei bronchi, che possono essere uditi anche da lontano. L'espettorato è escreto: spumoso, abbondante, a volte rosa. Il respiro sta già ribollendo. Possiamo assumere un ulteriore cambiamento nel sistema nervoso centrale, confusione di pensieri, ansia, depressione della coscienza. Ho notato dolori al petto. L'edema polmonare nei bambini procede in modo simile.

trattamento Edema polmonare nei bambini

La terapia viene eseguita solo da specialisti, preferibilmente in ospedale. Con il supporto respiratorio, vengono prese misure per ridurre l'ipossia, aumentare la pressione intra-alveolare. Visualizzazione:

  • inalazioni con ossigeno umidificato e vapori di alcol;

  • nitrati (droghe "Isosorbide dinitrate", "Nitroglicerina");

  • diuretici (il più delle volte "furosemide");

  • analgesici (solitamente narcotici, come la morfina);

  • inibitori (droghe "Capoten", "Enalaprilat", "Enap R");

  • farmaci inotropi (solitamente "dopamina").

È possibile la trasmissione del vettore?

È escluso La malattia non è contagiosa, quindi non viene trasmessa anche attraverso il contatto diretto sia tra le persone che tra gli animali e gli esseri umani. Ad esempio, l'edema polmonare rilevato in un cane non minaccia di causare una malattia umana (e viceversa).