Praticamente qualsiasi persona, essendo un residente del nostro pianeta, si è interrogata su quale sia realmente l'età della Terra. Per tre secoli, grandi menti hanno avanzato varie teorie sull'inizio del pianeta, supportandole con molti esperimenti.

Metodi per determinare l'età del pianeta

Esistono metodi completamente opposti per determinare l'età della Terra: la creazione (il pianeta è stato creato dal Creatore) ed evolutiva, secondo la quale è stata formata come risultato di processi naturali a lungo termine che si estendevano per milioni o addirittura miliardi di anni. Questa versione ebbe origine nel XVIII secolo, con la mano leggera del naturalista francese Georges - Louis Leclerc de Buffon. L'età della Terra Credeva che il pianeta fosse il risultato di un getto di materiale incandescente formato da una cometa emessa dal Sole. Per confermare la sua teoria, lo scienziato per 11 anni ha condotto esperimenti con sfere di ferro e pietra di diverso raggio, osservando il tempo del loro raffreddamento. Nel 1775, annunciò i risultati: l'età approssimativa del pianeta Terra era di 75.000 anni, a partire dal momento della sua apparizione fino allo stato di raffreddamento attuale.

Questo è un "fruttuoso" 19 ° secolo.

Il XIX secolo fu fruttuoso per tutta una serie di studi ed esperimenti sul tema di molti scienziati: l'era della Terra. Per fare questo, abbiamo studiato i processi geologici nella crosta terrestre, la loro durata, così come il tasso di accumulo di rocce.

Nel 1862, in uno dei discorsi di un incontro del Consiglio di Edimburgo, il fisico britannico Kelvin annunciò che l'età della Terra variava da 20 a 400 milioni di anni. Lo scienziato riteneva che il suo lavoro fosse il contributo più importante alla scienza ed era solidale con Buffon sulla questione dello stato di fusione iniziale. Sulla base di questa ipotesi, utilizzando il valore noto del punto di fusione delle rocce e la velocità del loro raffreddamento, secondo Kelvin, è possibile calcolare il tempo di formazione della crosta terrestre. Più tardi, Pierre Curie, premiato nel 1903 con la moglie del Premio Nobel, scoprì che durante il decadimento radioattivo gli elettroni lasciano gli atomi e rilasciano energia sotto forma di calore, il che rallenta il processo di raffreddamento della Terra e, quindi, lo spinge indietro nei secoli. Quindi, la teoria di Kelvin sulla formazione della Terra, o meglio la sua transizione dallo stato fuso allo stato raffreddato, ha subito cambiamenti.

1895-1896 furono segnati dalla scoperta raggi x e radiazione di uranio. età approssimativa della terra Lo studio di questo fenomeno, avviato da Antoine Becquerel, un fisico francese, e proseguito dai coniugi Curie, fu chiamato fenomeno della radioattività.

La teoria del decadimento radioattivo - la base per calcolare l'età del pianeta

Il 1897 è famoso per la scoperta di un elettrone di Joseph John Thomson; Nel 1902, i fisici britannici Ernest Rutherford e Frederick Soddy avanzarono la teoria del decadimento radioattivo, che divenne la base della teoria dell'atomo e della sua energia e fece una vera rivoluzione nella scienza. Gli scienziati hanno affermato che nel processo di decadimento radioattivo, gli elementi sono in grado di penetrare l'uno nell'altro: l'uranio si reincarna nel radio, da cui si forma infine il gas radon. Frederick Soddy, proseguendo la ricerca, ha aggiunto che oltre al radon instabile, viene rilasciato anche l'elio. Il tasso di formazione di questa sostanza e le sue misurazioni e l'uranio nelle rocce hanno permesso di calcolare la durata dell'accumulo di elio, quindi l'età della roccia, espressa come valore numerico, 40 milioni di anni. È vero, Robert Stratt, professore di fisica al Royal College of Science di Londra, ha trovato un errore in questa teoria: l'elio è in grado di filtrare attraverso la roccia. Ciò significa che viene misurata solo una parte dell'elio e l'età precedentemente calcolata del pianeta Terra è stata sottostimata. Per continuare la ricerca in questa direzione, Stratt propose al suo studente - Arthur Holmes. l'era della terra è Quest'ultimo ha preso come base il lavoro di Bertram Boltwood, un chimico americano che notò nelle rocce contenenti uranio la presenza di una grande quantità di piombo, che potrebbe essere l'anello finale della catena di decadimento dell'uranio. Nello studio di 17 diversi minerali, Holmes ha confermato solo questa ipotesi, che gli ha permesso di sviluppare un metodo affidabile con il quale si può stabilire quasi esattamente quale sia l'età della Terra. Questo metodo è usato con successo in varie varianti fino ad oggi.

La razza più antica nei campioni studiati esisteva per 1,64 miliardi di anni, rispettivamente, la Terra dovrebbe essere più antica. In connessione con il rifiuto di un numero così pazzo da parte della maggioranza degli scienziati che si fidavano di Kelvin e della sua teoria, si è stabilito che l'era della Terra è di 370 milioni di anni. Inoltre, lo stesso Holmes capì che una certa quantità di piombo avrebbe potuto essere presente sul pianeta inizialmente.

Il lavoro di Holmes fu proseguito con successo nel 1938 da Alfred Nir, un giovane fisico in erba. Trovando 3 isotopi noti: 206РЬ, 207РЬ, 208РЬ, di origine radiogenica, ha identificato il quarto - 204РЬ, che manca nel puzzle piombo-uranio. Ciò ha permesso allo scienziato di impegnarsi nello sviluppo di una scala cronologica geocronologica, che in precedenza era stata promossa conducendo una serie di esperimenti precisi per determinare l'età di varie rocce di formazioni geologiche. Uno dei minerali studiati ha assorbito la dimensione dell'età di 2,48 miliardi di anni.

Edwin Hubble - L'astronomo americano, ha segnato l'età dell'universo a 1,8 miliardi di anni, che è andato contro la versione di Nir, dal momento che la Terra non può essere più vecchia. Holmes, che accettò la teoria di Alfred Nir, si arricchì anche per una delle prime macchine di calcolo, con cui calcolò l'età più precisa del pianeta Terra - 3.015 miliardi di anni.

Quanti anni ha il pianeta: determinazione dell'età mediante accumulo di sale

Allo stesso tempo, gli scienziati hanno cercato di studiare la questione di tutti misurando il tasso di accumulo di sale nell'acqua di mare trasportato dai fiumi dalle rocce erose. Se supponiamo che gli oceani fossero originariamente riempiti con acqua fresca, puoi calcolare il tempo per riempirli di sale fino allo stato attuale. Questo metodo, testato nel 1715 da Halley, l'astronomo inglese, presentava molte difficoltà ed era caratterizzato da una vasta gamma di valori ammissibili: da 90 a 350 milioni di anni, senza permetterci di scoprire esattamente: qual è l'età della Terra.

Le versioni più comuni di determinare l'età della Terra

Esistono altre versioni della determinazione dell'età della Terra, secondo le quali era giovane e apparve non più di 6000 anni fa. La base di giudizi così coraggiosi sono numerosi fattori.

Intensità del campo magnetico che cade di un fattore 2 ogni 1400 anni. Sulla base di semplici calcoli, si può determinare che l'età della Terra è di circa 10.000 anni, poiché la forza del suo campo magnetico sarà inaccettabilmente grande.

L'erosione del suolo è un processo di distruzione da parte di vari fattori naturali: vento, acqua, ecc. età approssimativa del pianeta terra A una cifra di milioni di anni, la superficie della Terra sarebbe diventata uguale al livello del mare a causa del fatto che il terreno viene lavato nell'oceano dalle piogge. Poiché oggi ci sono montagne, colline e colline, quindi, l'erosione della terra richiede un tempo relativamente breve. Le coste, ben conservate, indicano anche la recente divisione del massiccio continentale in continenti. La velocità dell'erosione costiera degli oceani è diversa (da pochi centimetri a diversi metri all'anno), ma anche il suo indicatore minimo non indica che l'età della Terra sia milioni di anni. Ad esempio: 10 cm * 1 000 000 anni = 100 km. Cioè, per 200 milioni di anni, la terra avrebbe dovuto essere impoverita di 20.000 km di costa su ciascun lato. La moderna mappa del mondo nell'applicazione di questo calcolo dovrebbe apparire diversa, senza isole e penisole che scomparivano in teoria sotto gli strati delle acque oceaniche.

Il contenuto di elio è un gas leggero accumulato nell'atmosfera superiore e rilasciato durante il decadimento dell'uranio nella quantità di 300.000 tonnellate all'anno. È dimostrato che l'atmosfera di questa sostanza contiene più di 3 miliardi di tonnellate, quindi l'età approssimativa della Terra non supera i 6000 anni.

I canyon come prova della limitazione della Terra

I canyon sono profondi burroni con strati di terra facilmente visibili. Spesso usato nella scienza come prova convincente dell'età considerevole del pianeta. età del pianeta terra Secondo gli scienziati, questi rilievi erano formati da fiumi, che scorrevano a lungo in un certo luogo e lavavano questi burroni ad una profondità considerevole: da diversi metri a un chilometro e mezzo. I creazionisti che considerano la formazione di questa immagine come risultato della ritirata dopo il Diluvio completamente in disaccordo con i materialisti. Prova di ciò si trova nell'area delle conchiglie marine (che si trovano addirittura sull'Everest) e nelle breccia - pietre da rocce dure frantumate che potrebbero apparire a seguito del disastro e della mescolanza degli strati distrutti.

La polvere spaziale conferma la giovinezza della Terra

La polvere spaziale in decine di tonnellate penetra dallo spazio nell'atmosfera della Terra. Sorprendente è che è abbastanza difficile da rilevare nello spazio interplanetario a causa della dimensione insignificante, le particelle di polvere sono anche esposte alla pressione della luce solare. l'era della terra è circa Con calcoli approssimativi, ogni mille anni la superficie del pianeta a causa del fenomeno interplanetario aumenta di 3 millimetri nel raggio. Certamente, ci sono fattori come il vento e l'attività umana. Ma questo non contribuisce in alcun modo alla scomparsa della polvere, si sposta semplicemente da un luogo all'altro. Se ipotizziamo che l'età del pianeta Terra sia di diversi milioni di anni, la sua superficie sarebbe coperta dal suo enorme strato (fino a decine di metri di altezza). Inoltre, nella crosta terrestre sarebbero presenti depositi significativi di nickel, il cui contenuto in polvere meteorica è di circa il 2,8%. Sulla base di questi presupposti, l'età della Terra è di circa 6000 - 7000 anni.

Comet. Core di esso corpo celeste È una specie di grande zolla di massa ghiacciata simile al fango, che, avvicinandosi al Sole, viene spazzata via dal vento solare, espropriandosi nella coda. Questo porta alla sua distruzione graduale fino alla scomparsa. Il tempo per la completa rotazione di questo corpo cosmico attorno al Sole è chiamato periodo orbitale. Un breve periodo è un periodo di fino a 150 anni, che, in un arco di tempo, è una vita di non più di 10.000 anni. Secondo gli scienziati, tutte le comete ruotano intorno al sole e fanno parte di un sistema completo, che parla della loro identica età. Di conseguenza, il sistema solare, incluso il pianeta Terra, non ha più di 10.000 anni.

Determinare l'età della Terra dal suo satellite

L'età della luna, alla partenza per la quale esisteva la navicella spaziale americana, era il timore che potesse essere assorbita dalla polvere meteorica, solleva anche delle domande. La ragione di ciò: la teoria dell'evoluzione, suggerendo che la Luna, come la Terra, si è formata miliardi di anni fa. Quando l'equipaggio raggiunse la superficie lunare, risultò che lo strato di polvere era molto sottile, quindi l'età del satellite terrestre è relativamente giovane - non più di 6000 anni. Si può giudicare circa l'inizio della formazione del nostro pianeta per la distanza annuale della Luna da essa, che è di circa 4 cm. Se la Luna aveva miliardi di anni e si trovava molto vicino alla Terra, allora le maree si sarebbero verificate sulla Terra due volte al giorno, coprendola completamente . Di conseguenza, per gli organismi viventi, l'esistenza in queste condizioni sarebbe inaccettabile. Inoltre, sulla luna sono state identificate riserve significative di isotopi a breve termine: uranio - 236 e torio - 230.

Approccio biblico

Approccio biblico, che conferma la relativamente giovane età della vita sulla Terra. Se ti concentri sulle tavole cronologiche del Primo Libro dei Re, dell'Esodo e del Libro della Genesi, che Adamo fu creato circa 6 mila anni fa, il sesto giorno dopo l'apparizione della Terra. In altre parole, la Terra e Adamo furono creati quasi simultaneamente, il che respinge completamente la questione della sua evoluzione e indica l'età dell'uomo sulla terra. Coloro che credono nello sviluppo evolutivo del pianeta resistono ai loro pregiudizi; altrimenti, si dovrebbe riconoscere l'esistenza del Creatore. Fin dal primo versetto, la Bibbia ha cercato di fornire informazioni storicamente accurate; perché se la storia biblica non è vera, allora la teologia sarà soggetta al dubbio. Uno dei modi per dimostrare la correttezza della storia della Bibbia è quello di indicare con precisione la durata della vita degli individui, così come i periodi storici. Secondo la cronologia costruita degli eventi degli anni passati, si può stabilire che al momento viviamo approssimativamente nell'anno 6165.

James Uscher - Arcivescovo Chiesa anglicana, Studioso irlandese del 17 ° secolo, mettendo l'aspetto di tutti i personaggi Antico Testamento in ordine cronologico, nel 1654, giunse alla conclusione che la terra e il cielo furono creati il ​​23 ottobre 4004 aC. Questi studi sarebbero rimasti oscuri se non fosse stato per lo spirito imprenditoriale di un certo Thomas Guy - un mercante che ha iniziato a stampare una versione della Bibbia a causa della crescente richiesta di un'edizione economica. Proprio in esso, ed è stato incluso nella cronologia di Usher, reso sul campo.

Secondo i miti cinesi, il nostro pianeta è distrutto e rinato ogni 23 milioni di anni; La mitologia indù suggerisce che l'età della Terra sia di 2 miliardi di anni. Inoltre, crede anche che la Terra sopravviverà per altri 2,32 miliardi di anni. Il periodo complessivo di -4,32 miliardi di anni è chiamato il "giorno di Brahma". Al momento della sua cessazione, il pianeta semplicemente scomparirà, disintegrandosi in piccole particelle, che è chiamata: entrerà in uno stato di riposo, dopo di che rinascerà di nuovo.

Versione fittizia degli "anelli di ghiaccio"

In precedenza, esisteva il diritto all'esistenza della versione, che consente di determinare l'età esatta della Terra dagli anelli di ghiaccio; ogni anno in estate, la neve si scioglie in un anello scuro e l'accumulo di neve durante il periodo invernale è leggero. L'episodio che si è verificato durante la seconda guerra mondiale, in cui gli aerei sono stati costretti ad atterrare in Groenlandia, ha confutato questa ipotesi. Nel 1990, 48 anni dopo, inviato per la rimozione di documenti importanti in essi contenuti, la spedizione trovò le auto sepolte sotto uno strato di ghiaccio di 75 metri. Il pozzo perforato ha mostrato che gli anelli di ghiaccio non corrispondono all'annuale, perché gli strati scuri si sono formati durante la stagione calda, che può cambiare più volte durante l'anno.

Grande barriera corallina - impressionante per dimensioni, sul nostro pianeta situato nel Mar dei Coralli sulla costa australiana. metodi di età della terra Subì una parziale distruzione durante la seconda guerra mondiale, che attirò l'attenzione del pubblico. È noto che le barriere coralline sono formate da polipi invertebrati con uno scheletro calcareo. Poi la barriera corallina cominciò a crescere gradualmente, e il suo tasso di crescita fu regolarmente monitorato dagli scienziati, che fu la base per determinare la sua età e, di conseguenza, l'età della Terra circa 5.000-8.000 anni.