La competitività è la capacità di un'entità commerciale di sovraperformare i rivali usando i suoi vantaggi per raggiungere i suoi obiettivi.

definizione

Questo concetto è una delle caratteristiche integrali che possono essere utilizzate nella valutazione delle prestazioni economiche dei rappresentanti del settore imprenditoriale. In altre parole, la competitività è la capacità di un soggetto di resistere alla concorrenza.

la competitività è

Approcci al concetto di "competitività"

Nella letteratura economica tematica, è possibile trovare una varietà di approcci alla definizione di questo concetto:

- dal punto di vista della considerazione delle caratteristiche degli obiettivi di ricerca e della formulazione del problema, che può portare l'uno o l'altro autore a focalizzarsi su un aspetto specifico della competitività;

- come risultato dell'analisi delle caratteristiche della scelta della materia oggetto della ricerca stessa, che porta alla scelta del soggetto della concorrenza (beni o servizi), dei soggetti (imprese, organizzazioni, industrie o l'economia nazionale nel suo insieme), ecc.

valutazione della competitività

Tipi principali

Distingue la concorrenza a livello di:

- paesi;

- industria;

- regione;

- imprese;

- prodotti.

A livello nazionale, la competitività è la capacità dello stato di produrre tali beni e servizi che soddisfano i requisiti del mercato mondiale, che creerebbe le condizioni per aumentare le risorse e garantire tassi di crescita stabili della qualità della vita delle persone e del PIL.

La competitività di una regione è una formulazione simile, ma in questo caso tutti i concetti sono forniti a livello regionale, e invece del PIL, si tratta del tasso di crescita della VTR.

fattori competitivi

Considerando la competitività dell'organizzazione, va notato che questa è la capacità di un'entità aziendale di raggiungere i propri obiettivi in ​​una competizione spesso dura. In questo caso, possiamo parlare di soddisfare le esigenze dei consumatori nel processo di produzione e nella fornitura di beni che presentano determinati vantaggi rispetto alle loro controparti nel mercato.

La competitività di un'organizzazione dovrebbe essere considerata come una combinazione di tutte le principali caratteristiche dell'impresa stessa, che può essere determinata dal suo potenziale, da fattori socioeconomici e organizzativi esterni che consentono di creare prodotti attraenti per i consumatori.

E, infine, la competitività del prodotto - la sua capacità per gli acquirenti di essere attraente rispetto ad altri prodotti a causa della qualità e delle caratteristiche di costo, così come le valutazioni dei consumatori.

competitività organizzativa

Fattori competitivi

Per ottenere un certo successo in una moderna economia di mercato, l'elemento decisivo dovrebbe essere l'uso efficace di vari fattori che influenzano la competitività, in particolare:

- politica comunicativa delle imprese concorrenti;

- lo sviluppo di nuovi prodotti e l'assegnazione di marchi e marchi commerciali;

- l'attrattiva e la qualità del packaging delle merci;

- l'efficacia e l'organizzazione delle politiche di servizio delle imprese concorrenti;

- organizzazione delle vendite di prodotti da concorrenti e dei suoi principali indicatori;

- razionalità dei canali di circolazione di merci da imprese simili sul mercato.

In altre parole, i fattori di competitività riflettono gli indicatori che sono coinvolti nella specifica lotta delle strutture imprenditoriali contro la domanda dei propri prodotti, espandendo la cerchia dei clienti e aumentando la loro quota nel mercato moderno.

aumentare la competitività dell'impresa

Fattori esterni

Fattori che influenzano l'efficacia di attività economiche varie strutture aziendali che possono utilizzare l'analisi della competitività includono:

- fattori governativi espressi in metodi economici (ad esempio, politiche di ammortamento e imposte, politiche finanziarie, di credito e di investimento, programmi mirati e politiche doganali) e metodi legali amministrativi (certificazione, standardizzazione sulla base giuridica);

- fattori di mercato determinati per tipo e capacità di mercato concorrenti, risorse umane, mercato del lavoro, livello di reddito e caratteristiche del settore;

- fattori socio-politici sotto forma di organizzazioni pubbliche, stabilità politica, livello di cultura e status sociale.

aumentare la competitività

Fattori interni

La valutazione condotta della competitività può utilizzare i seguenti fattori interni:

- la struttura organizzativa dell'impresa (ad esempio, il potenziale finanziario, economico, produttivo e tecnologico, nonché il supporto tecnico e materiale);

- il fattore innovazione, espresso nel potenziale del personale, controllo e analisi delle innovazioni, il sistema di certificati e standard;

- qualità del servizio e funzionamento sotto forma di imballaggio, stoccaggio, trasporto di prodotti, prodotti ambientali, riciclabilità, ecc.

Problemi problematici

La competitività è associata a molte questioni controverse. Si tratta, in primo luogo, della determinazione dell'adeguatezza dell'intera struttura produttiva e tecnica alle esigenze nel campo del marketing, alla valutazione della possibilità di un'efficace conservazione delle risorse nella produzione di prodotti di alta qualità ed economici.

analisi della competitività

In secondo luogo, aumentare il livello di rivalità delle imprese può influenzare il grado di consapevolezza dei dipendenti sulla strategia dell'organizzazione e sui suoi obiettivi.

In terzo luogo, il miglioramento della competitività del quadro normativo dipende dalla normativa, dalla documentazione tecnologica e metodologica, nonché dalle varie qualità del prodotto finito.

In quarto luogo, la concorrenza nel settore delle risorse di informazione può essere espressa in una certa applicabilità pratica, coerenza e procura.

Migliorare la competitività dell'impresa

Il successo di qualsiasi imprenditore dipende da un fattore così importante come l'ambiente interno, che dipende direttamente sia dall'imprenditore stesso che dalla sua competenza, dedizione, forza di volontà, abilità e abilità nel processo di fare impresa. In questo caso, è necessario ricordare che l'aumento della competitività di un'impresa è influenzato dal rigoroso rispetto da parte degli imprenditori stessi e dei loro dirigenti degli atti normativi che sono responsabili della regolamentazione delle attività di questa o quella attività o forma organizzativa-legale.

Vantaggi competitivi

Questi indicatori possono manifestarsi nelle aree organizzativo-economica e tecnico-tecnologica dell'imprenditore sotto forma di profitto, alta redditività e crescita delle vendite. La valutazione della competitività consente di utilizzare le moderne tecnologie per ridurre il costo dei prodotti finiti, l'uso efficace di determinati segmenti di mercato così come un rapido adattamento ai suoi cambiamenti.

Un criterio importante per raggruppare i vantaggi competitivi è una condizione fondamentale che determina la natura della fonte della loro manifestazione. I seguenti tipi di vantaggi sono noti per questa caratteristica:

- orientamento economico (stato del mercato, politica governativa, fattori di mercato che hanno un effetto stimolante sulla domanda, nonché il grado di allocazione dei fondi dell'impresa);

- prestazioni regolamentari fornite sotto forma di benefici, sovvenzioni, sovvenzioni, legislazione doganale;

- la natura strutturale della competitività, espressa nell'integrazione del processo produttivo e nella vendita di prodotti finiti;

- natura amministrativa, manifestata nei limiti delle autorità municipali e statali nel rilascio di licenze e brevetti, quote, ecc .;

- carattere tecnico sotto forma di caratteristiche tecniche e tecnologiche di produzione.