Gli accordi internazionali conclusi da diversi paesi nel XX secolo sono diventati negli ultimi vent'anni oggetto di studi approfonditi da parte di politici e storici. Molti di loro hanno perso da tempo il loro significato e la loro forza legale. Di particolare interesse è il Patto sovietico-tedesco del 1939, relativo alla divisione delle sfere di influenza nell'Europa orientale. Ma in qualche modo ha dimenticato un altro documento importante: il trattato di Rapall. Non aveva limiti di legge e opera formalmente fino ad oggi.

trattato di Rapalsky

Alieni a Genova

Nel 1922, la diplomazia sovietica fece un importante passo avanti nel campo delle relazioni internazionali. Il primo stato proletario nel mondo era isolato, il governo dell'URSS di recente formazione non voleva riconoscere i paesi dell'Europa, della Gran Bretagna, degli Stati Uniti e di molti altri stati. La delegazione sovietica arrivò a Genova per stabilire una cooperazione, principalmente commerciale ed economica, e confermare la realtà nella coscienza mondiale. Un nuovo stato emerse sulle rovine dell'impero russo; ecco la sua bandiera - rossa, ed ecco il suo inno - "The Internationale". Certo, essere considerato.

Dal primo tentativo fallito un po '. Il capo della delegazione - il Commissario del popolo G.V. Chicherin - ha capito che era necessario cercare alleati, e tra gli oppositori, perché non c'era nessun altro. E ha trovato.

La Germania dopo la schiacciante sconfitta del 1918 fu uno stato canaglia su scala globale. Fu con questo stato che il trattato Rapall, reciprocamente vantaggioso, fu concluso un po 'più tardi.

conclusione dell'accordo Rapall

Affari tedeschi

Il vinto è il dolore, questo è noto fin dall'antichità. I pagamenti di riparazione imposti dai paesi dell'Intesa alla Germania, opprimevano in modo schiacciante l'economia del paese, che subì enormi perdite, umane e materiali, per quattro anni della Grande Guerra. In effetti, l'indipendenza dello stato fu calpestata, la forza dell'esercito, l'attività commerciale, politica estera la composizione della flotta e altre questioni, in genere risolte da soggetti sovrani, erano sotto controllo straniero. Un'inflazione tipo valanga imperversava nel paese, non c'era lavoro, il sistema bancario era rovinato, in generale, dagli abitanti dei paesi post-sovietici che ricordavano l'inizio degli anni Novanta, un quadro così cupo in termini generali familiare. Nei primi anni venti, la Germania aveva bisogno di un partner esterno, affidabile e forte, proprio come la Russia sovietica. L'interesse era reciproco, i tedeschi avevano bisogno di materie prime e mercati. L'URSS aveva un estremo bisogno di tecnologia, attrezzature e specialisti, cioè di tutto ciò che i paesi dell'Occidente industrializzato rifiutavano. Il trattato di Rapallia con la Germania divenne un mezzo per superare questa frustrazione politica estera. Fu firmato da George Chicherin e Walter Rathenau all'Hotel Imperial.

Trattato di Rapall con la Germania

Rinuncia alle richieste reciproche

Nella città italiana di Rapallo nel 1922, il 16 aprile, accadde un evento importante non solo per la Russia sovietica, ma anche per la Germania. Questo è stato compreso da entrambe le parti, che erano al di fuori dei processi economici e politici del mondo. Il fatto è che il trattato di pace di Rapall è stato il primo accordo internazionale post-bellico concluso dalla Germania a parità di condizioni. Le parti hanno continuato a concessioni reciproche senza precedenti nella storia. I tedeschi riconoscevano come fiera l'alienazione della proprietà dei loro concittadini (chiamata nazionalizzazione), mentre l'URSS rifiutava di rivendicare il danno causato dall'aggressore durante le ostilità. In realtà, il compromesso è stato forzato. Entrambe le parti hanno compreso l'impossibilità di recuperare eventuali danni e hanno scelto di accettare il vero stato delle cose.

Il realismo e le considerazioni pragmatiche costituivano la base su cui si basava il trattato di Rapallia e della Germania. La data del 16 aprile 1922 segnò solo l'inizio delle attività congiunte dei due paesi che si trovavano in isolamento internazionale. Il lavoro principale era avanti.

accordo di rapalsky

Aspetto economico

La Germania prima della prima guerra mondiale era considerata il paese più industrializzato d'Europa. Fu qui, nel posto della più grande concentrazione della classe operaia, secondo l'opinione di Karl Marx, che la prima rivoluzione proletaria sarebbe dovuta sorgere e avvenire. La sconfitta e le vergognose condizioni del mondo sembravano mettere una grossa croce sullo sviluppo industriale di questo stato. Ciononostante, le imprese tedesche, vivendo una grave fame di materie prime e problemi di marketing e vendita, hanno continuato a lottare per la sopravvivenza. Il significato del Trattato di Rapall, è eloquentemente indicato dai contratti che lo seguono. Già nel 1923, "Junkers" si impegnò a costruire due fabbriche di aeromobili nell'URSS e vendette un lotto di aerei finiti, i rappresentanti delle preoccupazioni chimiche espressero il desiderio di produrre insieme alcuni prodotti (più tardi) su base congiunta, e anche nel Commonwealth. Il Reichswehr (in seguito Wehrmacht) fece un grande ordine di ingegneria (e più tardi in seguito). Gli ingegneri tedeschi furono invitati in URSS per lavoro e consultazioni, e gli specialisti sovietici andarono ad allenarsi in Germania. Il trattato di Rapallia ha portato alla conclusione di molti altri accordi reciprocamente vantaggiosi.

risultati dell'accordo di Rapall

Cooperazione militare

La Russia sovietica non era vincolata dai termini del trattato di pace di Versailles, ma non lo firmò. Ignorandolo apertamente, tuttavia, il giovane stato proletario non poteva - avrebbe causato inutili complicazioni su fronti diplomatici, dove le posizioni del Commissariato della Miniera non erano molto forti. La Germania - secondo i termini di Versailles - era limitata in numero al Reichswehr, non aveva il diritto di creare l'aviazione e una Marina a tutti gli effetti. La conclusione del trattato di Rapallo consentì, in segreto, di addestrare i piloti tedeschi nelle scuole di volo sovietiche situate nelle profondità della Russia. Sulla stessa base, gli ufficiali erano preparati per altri tipi di truppe.

qual è il significato del contratto rapall

Trattato di Rapall e industria della difesa

La cooperazione industriale copriva anche la produzione congiunta di armi.

Il trattato di Rapall con la Germania, oltre al testo ufficialmente pubblicato, aveva un certo numero di domande segrete. Inoltre, è stato più volte integrato.

L'ordine per 400mila proiettili d'artiglieria del calibro da tre pollici fu eseguito dal lato sovietico. La prevista costruzione di una joint venture che produceva agenti chimici (gas mostarda) non è stata implementata a causa della tecnologia tedesca in ritardo in questo settore. I tedeschi vendettero il carico e il passeggero dei Junkers, ma quando organizzarono l'assemblea sotto licenza, i rappresentanti della compagnia cercarono di imbrogliare fornendo tutte le unità tecnicamente complesse già finite. Questo non si addiceva al lato sovietico, cercando di ottenere lo sviluppo più completo di tecnologie avanzate. In futuro, la tecnologia aeronautica nell'URSS si è sviluppata principalmente sulla base industriale nazionale.

Trattato di pace di Rapall

Il risultato

Il trattato concluso a Rapallo non risolse tutti i problemi diplomatici che affliggono il governo comunista della Russia sovietica, ma creò un precedente per scambi e cooperazione reciprocamente vantaggiosi tra paesi con sistemi politici ed economici diversi. Il ghiaccio si è rotto, il processo è iniziato, la questione di riconoscere il nuovo stato come soggetto diritto internazionale prima risolto di fatto. Già nel 1924 furono istituite relazioni diplomatiche con Gran Bretagna, Norvegia, Italia, Grecia, Austria, Danimarca, Svezia, Francia, Cina e molti altri paesi. L'esito del Trattato di Rapallo ha segnato il percorso che il nostro Paese ha dovuto attraversare quasi tutto il XX secolo.