Una delle parti più difficili del discorso in russo è un pronome. Ha nove cifre e uno speciale sistema di declinazione. Il più facile da padroneggiare è considerato il pronome riflessivo "sé", che esiste in una singola copia. Tuttavia, ha le sue caratteristiche. Che tipo di? Impara da questo articolo!

Definizione del pronome

Definizione del concetto

Il pronome riflessivo è una parte del discorso che esprime un'azione diretta direttamente all'attore. Questo pronome può essere usato in una frase in combinazione con i pronomi personali di qualsiasi persona. Ad esempio: "Sono andato nella mia stanza"; "Sei andato nella tua stanza", e così via.

Il pronome riflessivo "sé" nella lingua russa non ha il plurale. Si trova sempre solo nella forma singolare.

Inoltre, questo tipo di pronome associato alla categoria di impegno del verbo. E 'stato questo pronome che ha dato origine al postfix "cia" - l'affisso riflessivo dei verbi. Per confronto:

"Si è vestito" - "Si è vestito da solo". E l'una e l'altra frase hanno un significato identico.

I pronomi riflessivi in ​​russo sono studiati nel sesto grado della scuola secondaria.

Controversie linguistiche

Controversie linguistiche

Tra i filologi, c'è un'opinione secondo cui il pronome "proprio" appartiene a quelli riflessivi. Tuttavia, tale giudizio non è generalmente accettato. Questo pronome risponde alla domanda "di chi?" E indica non la direzione dell'azione, ma l'appartenenza del soggetto a una persona specifica.

Ad esempio, "Era orgoglioso di suo figlio". "Il suo" è un pronome possessivo, non un riflesso.

Alcuni altri studiosi si riferiscono al riflessivo e al pronome "se stesso". Tuttavia, questo punto di vista sembra essere controverso. "Sam" si riferisce alla categoria dei pronomi definitivi, indicando la natura speciale delle azioni del parlante e non la loro direzione.

Ad esempio, "ha fatto tutto da solo". "Se stesso" risponde qui alla domanda "come?" E determina il modo di eseguire l'azione.

Caratteristiche grammaticali

Caratteristiche grammaticali

Il pronome riflessivo nella lingua russa non ha una forma iniziale, genere, persona e categorie numeriche, e si appoggia anche solo in casi indiretti, cioè in tutto tranne il nominativo.

La declinazione del pronome "sé" è molto facile da ricordare:

  • Non c'è un nome.
  • Genitivo (chi?) - te stesso.
  • Dativo (a chi?) - a te stesso.
  • Accusativo (di chi?) - te stesso.
  • Involuto (da chi?) - da solo. A volte viene usata una forma più obsoleta - da sola.
  • Preposizionale (su chi?) - su di te.

Esempi di frasi con pronomi riflessivi ordinati per forme caso includono quanto segue:

  1. Anna non ha visto (chi?) Se stessa nello specchio per molto tempo.
  2. Andrei portò (a chi?) Il suo panino e un bicchiere di composta.
  3. Gli amici hanno visto (chi?) Se stessi le eroine del libro che stavano leggendo ora.
  4. Alexander ha deciso di fare (da chi?) Se stesso e la sua figura da domani.
  5. Irina ha parlato (di chi?) Di se stessa un po '.

Caratteristiche sintattiche

Caratteristiche sintattiche

Nella frase, tale pronome svolge la funzione di complemento, poiché risponde a domande di casi obliqui.

Esempi di frasi con pronomi riflessivi:

  • Lei voleva davvero far piacere a se stessa.
  • Egor fu in grado di mettersi al suo posto.
  • Marina viveva solo per se stessa.
  • A Ivan importava solo di se stesso.

In tutti i casi, "sé" e le sue forme caso sono aggiunte e si riferiscono al predicato, dal quale poniamo la domanda al pronome riflessivo.

forma caso dativo per tali pronomi, "me" è simile nel significato e nella forma alla particella "me". Pertanto, è importante essere in grado di distinguere queste due parti del discorso nelle frasi.

Ad esempio:

  1. "Ha trovato rapidamente un'occupazione." In questa situazione, il "sé" è un'aggiunta, espressa da un pronome riflessivo. Dal predicato poniamo la domanda "a chi?".
  2. "Masha va da sola e non pensa a niente." Qui "io" è una particella o una parte del discorso di servizio, a cui è impossibile chiedere il caso dativo. In tale frase, "se stesso" non spicca come membro indipendente e separato della frase, ma confina con la parola a cui si riferisce. In questo caso, il verbo "va".

Pronomo riflessivo in diverse lingue

Pronomo riflessivo in diverse lingue

Non solo nella lingua russa può essere trovata una tale parte del discorso. Molte lingue del mondo hanno i loro esempi di pronomi riflessivi. E in ogni caso, la struttura del linguaggio determina le varie caratteristiche di questa categoria di pronomi.

tedesco

In tedesco, la parola simile assomiglia a SICH ed è messa in una sola frase con un infinito o con un verbo che ha un'unità di 3a persona. h. Inoltre, tali pronomi danno al verbo il concetto di riflessività, reciprocità e intransizione.

Ad esempio, "Sie verstehen sich sehr gut" si traduce come "Si capiscono bene l'un l'altro". In questa frase, sich attribuisce un verbo al significato di reciprocità.

Vecchio norvegese

Nell'antico norvegese c'era una forma simile di una parte simile del discorso, che assomigliava a questo: genere. sín (me stesso), date sér (me stesso) e vini. sik (me stesso). Questi pronomi davano i verbi di questa riflessività del linguaggio, erano una parte indipendente del discorso, come in russo.

Ad esempio, "Hann nefndi sik Ólaf" si traduce come "Si chiamava Olaf". A volte, quando il pronome era in una clausola subordinata, poteva diventare personale, esprimendo la stessa persona del soggetto nella clausola principale.

Ad esempio, "Sigmundr biðr þá a þeir mundu hjalpa sér" si traduce in "Sigmund chiede loro di aiutarlo".

turco

In turco, il pronome riflessivo è tradotto come "se stesso" - Kendi. In aggiunta a questo, l'affiliazione di affisso vi aderirà. Ad esempio, "ben kendi-m" - "Io stesso" o "biz kendi-miz" - "noi stessi".

La declinazione del pronome riflessivo "sé" nella lingua russa non ha caso nominativo e l'equivalente turco di Kendi varia nel nominativo, genitivo, accusativo, dativo, istruttivo e speciale caso turco - locativo.

inglese

In inglese, tali pronomi sono formati come risultato della fusione possessiva e personale. Aggiungono anche il sé finale e il sé, rispettivamente denotando il singolare e il plurale.

Un esempio di pronomi riflessivi in ​​inglese - "Mi sono fatto male" si traduce come "Mi faccio male".

In inglese, come in tedesco, questa parte del discorso rende sempre i verbi riflessivi e non viene tradotto separatamente.

Combinazioni fraseologiche

"Idiom

Esempi di pronomi riflessivi si trovano spesso negli idiomi o nelle frasi stabili. I più famosi fraseologismi con il pronome "sé" sono considerati:

  • Oltre la gioia della gioia - "provare un'emozione forte".
  • Per assumere - "promettono di eseguire o fare qualcosa".
  • Unisciti a te stesso: "supera la tua eccitazione".
  • Comportarsi bene è avere un buon comportamento.
  • Esigendo te stesso - facendo arrabbiare le persone.
  • Uscire da te stesso è "molto arrabbiato".
  • Posa te stesso con la testa - "per scoprire i loro sentimenti".
  • Allegare - "contenere".
  • Controllarsi - "non preoccuparti e stai calmo".
  • Recuperati - "inizia a capire l'ambiente e sentiti".

Quindi, ora sappiamo che, secondo la regola, i pronomi riflessivi possono essere usati con qualsiasi persona e numero. Questo pronome non ha forma iniziale, cambia solo per casi indiretti e nella frase è un'aggiunta. È importante distinguere una parte del discorso da particelle e altre scariche pronominali. In diverse lingue, i pronomi riflessivi possono essere una parte indipendente del discorso e essere inclusi nella traduzione, o dare il verbo nella ripetizione di frasi, reciprocità di azione e transitività.