La reumatologia è una branca della medicina specializzata nello studio e nella cura delle malattie del tessuto connettivo. Tutti loro, in un modo o nell'altro, sono collegati alla violazione dell'attività. sistema immunitario quindi, hanno diagnostica e trattamento estremamente specifici. A questo proposito, questa sottospecializzazione della medicina richiede un'attenzione particolare a se stessa, perché oggigiorno ci sono sempre più pazienti in simili reparti in tutto il mondo, e non esiste ancora alcuna medicina.

Eziologia e patogenesi

fattore reumatoide Come accennato in precedenza, in qualsiasi malattia reumatologica, vi è una violazione dei meccanismi di difesa immunologica, con il risultato che cellule sane del corpo vengono attaccate dai loro stessi anticorpi. Una delle teorie del verificarsi di tali cambiamenti è la cross-antigenicità, cioè l'agente infettivo ha strutture simili a certi tessuti umani. Quindi, per esempio, il gruppo B-emolitico streptococco A, che causa mal di gola, glomerulonefrite e febbre reumatica acuta, ha una proteina M, quasi identica ad alcuni degli antigeni del nostro corpo nel tessuto muscolare, nella membrana sinoviale e nel sarcolemma. Quindi, quando la risposta immunitaria a questo batterio viene attivata, "sotto la pistola", ci sono anche i propri organi, in particolare il cuore, i reni e le articolazioni, quindi si verifica una risposta immunitaria patologica. A questo proposito, tali malattie non hanno ancora un trattamento al cento per cento, perché non puoi sopprimere completamente il tuo sistema immunitario, altrimenti una persona morirà da questo. Tuttavia, la reumatologia non si ferma e si sta sviluppando a un ritmo attivo.

Prova di

fattore reumatoide aumentato La presenza di una risposta immunitaria iperergica è dimostrata dal fatto che in tutte le malattie sistemiche del tessuto connettivo e dell'artrite, il cosiddetto fattore reumatoide è rilevato nel sangue umano. È un anticorpo rilasciato su immunoglobulina patologicamente modificata G. Oltre alle suddette malattie, il fattore reumatoide può verificarsi in molte altre patologie: macroglobulinemia di Waldenstrom, sifilide e tubercolosi, malaria, mononucleosi infettiva, endocardite batterica. Tuttavia, la diagnosi di una particolare malattia dipende dall'aumento del titolo di questo indicatore. Così, nelle patologie autoimmuni, il fattore reumatoide si trova in quantità molto più grandi, che, in combinazione con il quadro anamnestico e i dati degli esami strumentali, consente una diagnosi accurata della nosologia reumatologica.

Profilo reumatologico

tasso di fattore reumatoide Oltre alla teoria antigenica, c'è un certo modello nello sviluppo della malattia con una storia ereditaria gravata. Pertanto, quando si intervista un paziente, è importante scoprire se i suoi parenti stretti hanno riscontrato una cosa del genere. Inoltre, se sospetti malattia autoimmune è necessario creare un profilo reumatologico che includa indicatori di laboratorio più o meno specifici per tali unità nosologiche. Quindi, include: CRH (proteina C-reattiva), fattore reumatoide, antinucleari e anticorpi anti-streptococco (antistreptolisina-O). Affinché i risultati siano il più affidabili possibile, è necessario eliminare completamente l'uso di alcol durante il giorno prima di assumere il sangue per l'analisi e fumare entro un'ora. Il materiale viene affittato, come al solito, cioè la mattina a stomaco vuoto. E 'permesso bere solo acqua, niente tè e soprattutto caffè. È molto importante mantenere la stabilità emotiva, cioè eliminare le situazioni stressanti e il rilassamento fisico. Tale analisi viene preparata solo un giorno, ma il suo valore diagnostico è estremamente alto. Diamo un'occhiata più da vicino a tutto.

1 parte - proteine ​​e antistreptolizina

fattore reumatoide aumentato La proteina C-reattiva si riferisce alle cosiddette proteine ​​della fase acuta, cioè, questi sono indicatori che sono tra i primi a rispondere alla comparsa di un focus patologico nel corpo. Tuttavia, non ha un'elevata specificità, dal momento che il suo aumento si verifica in quasi tutti i processi infiammatori, malattie infettive o lesioni. Tuttavia, l'aumento e la conservazione del suo titolo ad un livello elevato è più incline alle patologie reumatologiche. Antistreptolysin-O (ASL-O) è, al contrario, un indicatore altamente specifico che indica la presenza di tali infezione streptococcica nel corpo, come la tonsillite, le lesioni reumatiche (il titolo più alto), la glomerulonefrite o la scarlattina. Quindi, caratterizza l'eziologia della malattia, e ha una certa velocità - fino a 250 U / ml.

Parte 2: indicatore reumatoide

fattore reumatoide aumentato Il fattore reumatoide è correlato ad altre proteine. plasma sanguigno, vale a dire la frazione di gamma globuline. Più precisamente, è un'immunoglobulina di classe M, rilasciata in risposta agli anticorpi di classe G alterati. Non sarà quasi mai zero e quindi il suo basso contenuto non ha significato diagnostico. Tuttavia, se il fattore reumatoide è elevato, questo potrebbe già indicare la presenza di un focus patologico nel corpo. Allo stesso tempo, lo spettro di queste condizioni è ampio, come accade nell'infiammazione acuta, malattie infettive specifiche (sifilide, tubercolosi) e anche senza un quadro clinico negli anziani. Questo è il motivo per cui il fattore reumatoide, la cui norma non è superiore a 10 U / ml nel sangue del test (la cifra può variare in modo significativo a seconda del metodo di conteggio), deve essere supportata dai dati di altri esami.

Parte 3 - anticorpi

I corpi antinucleari sono anche testimoni della patologia autoimmune, poiché sono anticorpi altamente specifici contro i propri acidi nucleici, DNA e RNA, che costituiscono il codice genetico di tutte le cellule viventi. Normalmente, non dovrebbero essere definiti affatto e molto spesso il loro aumento è caratteristico di lupus eritematoso sistemico, malattia reumatologica incurabile. Sono rilevati mediante immunofluorescenza indiretta, ma il loro valore diagnostico è piuttosto alto.