"Tra 20 anni non ci sarà niente - né un teatro, né un cinema, né libri - una televisione solida", proclamato l'eroe di un film popolare, che, a proposito, è "contorto" con un'invidiabile coerenza in TV.

L'eroe non si sbagliava in molti modi: alla presenza di produzioni teatrali, biblioteche e tipi di comunicazione innovativi (Internet), la televisione non pensa di rinunciare alla sua posizione, sviluppa, migliora e occupa un posto fisso nei cuori e nelle menti dei suoi fan.

Chi è uno di loro? Sì, quasi tutto. E, guardando il tuo programma preferito o usando la schermata principale come un cinema, poche persone ora si chiedono chi ha inventato la televisione. Allora, chi ringrazia per la convenienza di qualcosa?

Gli scienziati sono precursori. Fine del XIX secolo

I timidi scorci dell'alba dell'era della televisione sono iniziati dopo una forte scoperta dell'effetto fotoelettrico. Il primo semiconduttore a cambiare la resistenza quando cambiava l'illuminazione attirò l'attenzione di uno scienziato inglese con il nome di Smith. Avendo condiviso le sue osservazioni con i colleghi, li ha fortemente sconcertati con l'idea della possibilità di trasmettere un segnale visivo attraverso fili.

Non sono quelli che hanno inventato la televisione (e questa invenzione piuttosto, collettivo), hanno immediatamente creduto in tale possibilità, ma si sono illuminati con l'idea.

Chi ha inventato la televisione?

Pertanto, in diversi anni in diversi paesi il fenomeno è stato studiato, e l'idea è stata completata da varie possibilità di attuazione.

Quindi, prendendo come base il fatto che un oggetto diventa visibile quando è illuminato o è esso stesso una fonte di luce, i fisici hanno scoperto la teoria di base su cui si basa la televisione moderna: ogni oggetto è una combinazione di punti oscuri e punti luce.

Nel periodo dal 1873 al 1888 molti scienziati hanno attivamente studiato e perfezionato questa teoria. W. Crookes creò fosfori (sostanze che brillano quando esposte ai catodi), C. Brown inventò un prototipo di cinescopio, un francese M. Leblanc e l'americano E. Sawyer stabilì e promulgò il principio della scansione fotogramma per fotogramma e la possibilità che si trasformasse in un segnale elettrico.

L'inventore radiofonico A. Popov ha giocato un ruolo enorme nell'emergere della televisione - non ci sarebbe nulla senza un metodo aperto di trasmissione di segnali elettrici.

Pertanto, non è possibile trovare una risposta inequivocabile alla domanda su che cosa sia stata inventata la televisione dell'anno. Il lavoro sulla scoperta è durato per decenni.

Il ruolo di Einstein nella trasmissione televisiva

All'inizio del XX secolo, che era considerata un'era tecnica abbastanza avanzata, poiché la gente aveva già imparato a conoscere la radio, il telefono e l'automobile, i lavori sullo studio dell'effetto fotoelettrico persistevano.

L'idea di trasmettere immagini visive nei circoli accademici non era più percepita come assurda, ma i progetti di sistemi televisivi proposti erano ancora molto "grezzi" e inadatti all'uso.

Il mondo aveva ancora qualche decennio per il solito concetto di "TV". Il primo degli scienziati che alla fine riuscì a dimostrare pienamente la natura dell'effetto fotoelettrico, A. Einstein, molto probabilmente, non attribuì alcuna importanza al lavoro che aveva fatto per i posteri.

Qual è stato il primo successo

I rappresentanti del mondo accademico hanno aspettato a lungo la prima immagine sullo schermo. Questo fenomeno miracoloso è stato preceduto da anni di ricerca, discussione e rifiuto totale della teoria.

in che anno è stata inventata la televisione

La gente aveva ancora abbastanza radio, la gente comune semplicemente non capiva cosa fosse l'uso delle "immagini dal vivo", non considerava nemmeno il trasferimento dell'immagine come divertente.

In questo momento, gli scienziati hanno raggiunto determinati risultati e, sebbene non possano essere attribuiti a una televisione a tutti gli effetti, ne sono rimasti contenti. Primitive TV, il primo successo e un salto in avanti - questa è un'immagine a punto fisso ottenuta nel 1907. Ha condotto una svolta B. Rosing, usando il tubo a raggi catodici inventato da Brown.

Cos'è una TV meccanica?

Se si pensa troppo all'annata in cui la televisione è stata inventata e scavata molto profondamente, si può imbattersi nel cosiddetto telescopio elettrico negli annali storici - un dispositivo progettato e sviluppato dall'ingegnere tedesco P. Nipkov, che lo ha introdotto nel mondo nel 1884.

Questo "telescopio" è considerato un prototipo di un televisore già obsoleto con un cinescopio e un plasma ultramoderno.

chi ha inventato per primo la televisione

La modalità di azione dei "bisnonni" di tutti i televisori è ingegnosamente semplice: un disco opaco con 200 scansioni di immagini scansionate con un raggio di luce e trasmesso un segnale al convertitore.

Se utilizzato su un televisore, il processo è stato avviato nell'ordine inverso. La qualità dell'immagine era terribile: c'erano ombre e sfocature, ma se lo si desidera, si può capire la trama.

L'elenco dei "genitori" televisivi si è ampliato con ogni esperimento riuscito, quindi è abbastanza difficile giudicare obiettivamente chi ha inventato la televisione per primo.

"Una scatola con trovatori"

Eppure, nessuno dei tentativi di creare un tipo di ricevitore di immagini non può essere considerato infruttuoso, dal momento che tutti sono collegamenti nella catena che ha portato all'invenzione della TV nella forma in cui ora lo conosciamo.

Tra i nomi di quelli chi ha inventato la televisione, il primo nome viene in memoria del nome di un emigrante dalla Russia V. Zvorykin, che ha sviluppato la possibilità di trasmettere l'immagine, dirigendo un laboratorio di ricerca negli Stati Uniti.

prima la tv

Dal momento che nel suo lavoro ha usato l'esperienza di tutti i suoi predecessori e ha lavorato per creare un più o meno comprensibile per noi, l'attuale apparato di trasmissione capace di trasformare un segnale in un'immagine, perché nel tempo era più vicino a noi rispetto agli altri inventori della TV, padre della televisione moderna.

Inoltre, V. Zvorykin è stato il più vicino alla verità familiare a tutti gli amanti della TV e ha dato al mondo l'opportunità di ottenere la famosa "scatola con trovatori" - un dispositivo di trasmissione adatto all'uso di massa.

In realtà, le prime videocamere somigliavano anche a scatole con un minuscolo schermo da cinque pollici.

La prima trasmissione in URSS

dove è stata inventata la televisione

La storia della solita e amata TV sarà incompleta, se non menzionare la data della prima trasmissione in Unione Sovietica.

È strano che non ci siano quasi ricordi delle trasmissioni sperimentate in cui la TV è stata inventata nella forma che ha dato al ricevitore l'opportunità di competere con la radio, cioè i test di laboratorio americani.

Nell'URSS, la prima menzione della trasmissione televisiva risale al 1934 - poi la prima trasmissione ebbe luogo, accompagnata da un sound design.

Ma di fronte al popolo sovietico, le televisioni sono apparse solo nel 1967, e prima si diceva che la gente fosse a conoscenza dello straordinario dispositivo chiamato "KVN".

Sembrerebbe che non ci siano limiti alla perfezione, e il continuo sviluppo delle fotocamere è come una sorta di gratitudine per chi ha inventato la televisione, regalandoci, che non possono immaginare la loro vita senza uno spettacolo preferito o guardare film di casa, la massima praticità, comodità e tradizione della TV di famiglia.