È difficile trovare una religione che abbia un'influenza così potente sul destino dell'umanità come ha fatto il cristianesimo. Sembrerebbe che l'emergere del cristianesimo sia studiato abbastanza bene. A proposito di questa quantità illimitata di materiale scritto. Autori della Chiesa, storici, filosofi, rappresentanti della critica biblica hanno lavorato in questo campo. Questo è comprensibile, perché riguardava il fenomeno più grande, sotto l'influenza di cui la moderna civiltà occidentale prese effettivamente forma. Tuttavia, molti dei segreti sono custoditi da una delle tre religioni del mondo.

L'emergere del cristianesimo

emersione

Fai la creazione e lo sviluppo di un nuovo religione del mondo storia intricata. L'emergere del cristianesimo è avvolto nel mistero, nelle leggende, nelle ipotesi e nelle supposizioni. Non si sa molto dell'approvazione di questa dottrina, che oggi professa un quarto della popolazione mondiale (circa 1,5 miliardi di persone). Ciò può essere spiegato dal fatto che il cristianesimo è molto più chiaro che nel buddismo o nell'islam, c'è un principio soprannaturale, la credenza in cui di solito dà origine non solo alla riverenza, ma anche allo scetticismo. Pertanto, la storia del problema è stata soggetta a significative frodi da parte di vari ideologi.

Inoltre, l'emergere del cristianesimo, la sua diffusione è stata esplosiva. Il processo è stato accompagnato da un'attiva lotta religiosa, ideologica e politica, che ha distorto in modo significativo la verità storica. Le controversie su questo problema continuano al presente.

L'emergere e la diffusione del cristianesimo

Nascita del Salvatore

L'emergere e la diffusione del cristianesimo è associato alla nascita, agli atti, alla morte e alla resurrezione di una sola persona: Gesù Cristo. La base della nuova religione era la credenza nel divino Salvatore, la cui biografia serve principalmente i Vangeli - quattro canonici e numerosi apocrifi.

Nella letteratura ecclesiastica in modo sufficientemente dettagliato, in dettaglio, descrive l'emergere del cristianesimo. Proveremo brevemente a trasmettere i principali eventi catturati nei Vangeli. Dicono che nella città di Nazaret (Galilea), la ragazza semplice ("vergine") Maria era l'arcangelo Gabriele e annunciò la nascita imminente di un figlio, non dal padre terreno, ma dallo Spirito Santo (Dio).

Maria diede alla luce questo figlio durante il tempo del re ebreo Erode e dell'imperatore romano Augusto nella città di Betlemme, dove era già andata con suo marito, un falegname Giuseppe, per partecipare al censimento. I pastori, notificati dagli angeli, salutarono il bambino che ricevette il nome di Gesù (la forma greca dell'ebraico "Yeshua", che significa "Dio del Salvatore", "Dio mi salva").

I saggi orientali hanno appreso di questo evento dal movimento nel cielo delle stelle: i Magi. Seguendo la stella, hanno trovato una casa e un bambino, in cui hanno riconosciuto Cristo ("unto", "messia"), e gli hanno presentato dei doni. Poi la famiglia, salvando il bambino dal sconvolto re Erode, andò in Egitto, tornando, si stabilì a Nazareth.

Nei vangeli apocrifi sono riportati numerosi dettagli sulla vita di Gesù in quel tempo. Ma i Vangeli canonici riflettono solo un episodio della sua infanzia: un viaggio verso una vacanza a Gerusalemme.

Atti del Messia

Crescendo, Gesù ha assunto l'esperienza di suo padre, è diventato muratore e falegname e, dopo la morte di Giuseppe, ha nutrito e curato la sua famiglia. Quando Gesù aveva 30 anni, incontrò Giovanni Battista e fu battezzato nel fiume Giordano. Più tardi, ha riunito 12 discepoli-apostoli ("inviati") e, bypassando la città e il villaggio della Palestina con loro per 3,5 anni, ha predicato una religione completamente nuova e amante della pace.

Nel Sermone sul Monte Gesù comprovato principi morali che divenne la base della visione del mondo di una nuova era. Allo stesso tempo, ha compiuto vari miracoli: ha camminato sull'acqua, ha resuscitato i morti con un tocco della mano (tre di questi casi sono stati registrati nei Vangeli), ha guarito i malati. Poteva anche calmare la tempesta, trasformare l'acqua in vino, "dar da mangiare a cinque pani e due pesci" per sfamare 5.000 persone. Tuttavia, è stato un momento difficile per Gesù. L'emergere del cristianesimo è associato non solo ai miracoli, ma anche alle sofferenze che ha vissuto in seguito.

Cause del cristianesimo

Persecuzione di Gesù

Nessuno percepiva Gesù come il Messia, ei suoi parenti decisero addirittura di "aver perso la pazienza", cioè, divenne frenetico. Solo durante la Trasfigurazione i discepoli di Gesù capirono la sua grandezza. Ma l'opera di predicazione di Gesù ha infastidito i sommi sacerdoti che dirigevano il tempio di Gerusalemme, che lo ha dichiarato un falso messia. Dopo l'Ultima Cena, tenuta a Gerusalemme, uno dei suoi discepoli, Giuda, tradì Gesù per 30 pezzi d'argento per 30 pezzi d'argento.

Gesù, come ogni altra persona, tranne le manifestazioni divine, provava dolore e paura, così sperimentava "passioni" con angoscia. Catturato sul Monte degli Ulivi, fu condannato a morte da un tribunale religioso ebraico - il Sinedrio - e condannato a morte. Il verdetto è stato approvato dal governatore di Roma Pontius Pilate. Durante il regno dell'imperatore romano Tiberio, Cristo fu sottoposto all'esecuzione di un martire - crocifissione. Nello stesso tempo i miracoli si ripresentarono: i terremoti spazzarono, il sole si oscurò e secondo la leggenda "le bare si aprirono" - alcuni dei morti furono resuscitati.

risurrezione

Gesù fu sepolto, ma il terzo giorno risuscitò e presto apparve ai discepoli. Secondo i canoni, salì al cielo su una nuvola, promettendo di tornare più tardi a risorgere i morti, condannare le azioni di tutti al Giudizio Universale, gettare i peccatori nell'inferno per il tormento eterno e portare i giusti nella vita eterna nella Gerusalemme "montana", il Regno celeste di Dio. Possiamo dire che da questo momento inizia una storia incredibile - l'emergere del cristianesimo. Gli apostoli ritenuti diffondono il nuovo insegnamento in Asia Minore, nel Mediterraneo e in altre regioni.

La fondazione della Chiesa fu la festa della discesa dello Spirito Santo sugli apostoli 10 giorni dopo l'Ascensione, grazie alla quale gli apostoli furono in grado di predicare un nuovo insegnamento in tutte le parti dell'impero romano.

Tempo l'emergere del cristianesimo

Storie di mistero

In che modo l'emergenza e lo sviluppo del cristianesimo procedettero in una fase iniziale non si sa per certo. Sappiamo quali sono gli autori dei Vangeli - hanno detto gli apostoli. Ma i Vangeli differiscono, e significativamente, per quanto riguarda l'interpretazione dell'immagine di Cristo. In Giovanni, Gesù è Dio in forma umana, la natura divina è sottolineata dall'autore in ogni modo possibile, e Matteo, Marco e Luca attribuivano a Cristo le qualità di una persona comune.

I vangeli esistenti sono scritti in greco, comune nel mondo dell'ellenismo, mentre il vero Gesù ei suoi primi seguaci (giudeo-cristiani) vivevano e agivano in un diverso ambiente culturale, comunicato in aramaico, comune in Palestina e in Medio Oriente. Sfortunatamente, non è stato conservato un solo documento cristiano. aramaico, anche se i primi autori cristiani menzionano i Vangeli scritti in questa lingua.

Dopo l'ascensione di Gesù, le scintille della nuova religione avrebbero dovuto svanire, poiché non c'erano predicatori istruiti tra i suoi seguaci. In effetti, è successo che una nuova fede è stata creata in tutto il mondo. Secondo le concezioni ecclesiastiche, l'emergere del cristianesimo è dovuto al fatto che l'umanità, essendosi ritirata da Dio e trascinata dall'illusione del dominio sulle forze della natura con l'aiuto della magia, cercava ancora la via verso Dio. La società, dopo aver attraversato un percorso difficile, "maturò" fino al riconoscimento di un singolo creatore. Gli scienziati hanno anche cercato di spiegare la diffusione valanghiva della nuova religione.

Storia dell'emergenza del cristianesimo

Sfondo dell'emergere di una nuova religione

Teologi e scienziati combattono da oltre 2000 anni sulla diffusione fenomenale e rapida della nuova religione, cercando di scoprire queste ragioni. L'emergere del cristianesimo, secondo fonti antiche, è stato registrato nelle province dell'Asia minore dell'Impero romano e nella stessa Roma. Questo fenomeno era dovuto a una serie di fattori storici:

  • Aumento dello sfruttamento dei popoli subordinati e schiavizzati di Roma.
  • Le sconfitte degli schiavi ribelli.
  • La crisi delle religioni politeiste nell'antica Roma.
  • Bisogno sociale per una nuova religione.

Gli insegnamenti, le idee e i principi etici del cristianesimo si sono manifestati sulla base di alcune relazioni sociali. Nei primi secoli della nostra era, i Romani completarono la conquista del Mediterraneo. Sottomettendo gli stati e i popoli, Roma distrusse allo stesso tempo la loro indipendenza, l'originalità della vita pubblica. A proposito, in questo l'emergere del cristianesimo e dell'islam sono in qualche modo simili. Solo lo sviluppo di due religioni mondiali procedette contro un diverso background storico.

All'inizio del I secolo, la Palestina divenne anche una provincia dell'Impero Romano. La sua inclusione nell'impero mondiale portò all'integrazione del pensiero religioso e filosofico ebraico dal greco-romano. Contribuito a questa e numerose comunità della diaspora ebraica in diverse parti dell'impero.

Perché la nuova religione si è diffusa in tempi record?

L'emergere del cristianesimo, un numero di ricercatori attribuiti al miracolo storico: troppi fattori coincidevano per la diffusione rapida, "esplosiva" della nuova dottrina. In effetti, era di grande importanza che questa tendenza assorbisse un materiale ideologico ampio ed efficace che lo serviva per la formazione dei suoi credi e del suo culto.

Il cristianesimo come religione mondiale si sviluppò gradualmente sotto l'influenza di varie correnti e credenze del Mediterraneo orientale e dell'Asia occidentale. Le idee sono state tratte da fonti religiose, letterarie e filosofiche. Questo è:

  • Messianismo ebraico.
  • Settarismo giudaico.
  • Sincretismo ellenistico.
  • Religioni e culti orientali.
  • Culti romani popolari.
  • Il culto dell'imperatore.
  • Misticismo.
  • Idee filosofiche

L'emergere della filosofia del cristianesimo

Fusione di filosofia e religione

Un ruolo significativo ha avuto l'emergere della filosofia del cristianesimo: scetticismo, epicureismo, cinismo, stoicismo. Anche il "platonismo medio" di Filone di Alessandria è stato notevolmente influenzato. Teologo ebreo, in realtà andò al servizio dell'imperatore romano. Con l'interpretazione allegorica della Bibbia, Filone cercò di fondere il monoteismo della religione ebraica (credenza in un dio) e gli elementi della filosofia greco-romana.

Non meno colpiti gli insegnamenti morali del filosofo e scrittore romano Stoica Seneca. Ha visto la vita sulla terra come una soglia per la rinascita nell'aldilà. La cosa principale per l'uomo, Seneca, considerava ottenere la libertà dello spirito attraverso la realizzazione della necessità divina. Questo è il motivo per cui i ricercatori successivi hanno chiamato Seneca lo "zio" del cristianesimo.

Problema di incontri

L'emergere del cristianesimo è inestricabilmente legato al problema degli appuntamenti. Un fatto indiscutibile è che ha avuto origine nell'impero romano alla fine della nostra era. Ma quando esattamente? E dove nel grande impero, che copriva l'intero Mediterraneo, gran parte dell'Europa, l'Asia Minore?

Secondo l'interpretazione tradizionale, la nascita dei principi di base cade sugli anni dell'opera di predicazione di Gesù (30-33 d.C.). Gli scienziati concordano in parte con questo, ma aggiungono che il credo è stato compilato dopo l'esecuzione di Gesù. Inoltre, dei quattro autori canonicamente riconosciuti del Nuovo Testamento, solo Matteo e Giovanni erano discepoli di Gesù Cristo, erano testimoni di eventi, cioè erano in contatto con la fonte diretta degli insegnamenti.

Altri (Mark e Luca) hanno già accettato alcune delle informazioni indirettamente. Ovviamente, la formazione del credo si è protratta nel tempo. Questo è naturale. In effetti, dietro la "esplosione rivoluzionaria di idee" al tempo di Cristo, iniziò il processo evolutivo di padroneggiare e sviluppare queste idee da parte dei suoi discepoli, che diede all'insegnamento uno sguardo completo. Ciò è evidente nell'analisi del Nuovo Testamento, la cui ortografia è continuata fino alla fine del primo secolo. È vero, ci sono ancora varie datazioni di libri: la tradizione cristiana limita la scrittura di testi sacri ad un periodo di 2-3 decadi dopo la morte di Gesù, e alcuni ricercatori estendono questo processo fino alla metà del II secolo.

L'emergere del cristianesimo in Russia

L'emergere del cristianesimo in Russia

Storicamente è noto che gli insegnamenti di Cristo si diffusero nell'Europa orientale nel IX secolo. Una nuova ideologia è arrivata in Russia non da un singolo centro, ma attraverso diversi canali:

  • dalla regione del Mar Nero (Bisanzio, Chersonese);
  • a causa del Mare Varangiano (Baltico);
  • sul Danubio.

Gli archeologi testimoniano che alcuni gruppi di russi furono battezzati già nel 9 ° secolo, e non nel 10 ° secolo, quando Vladimir battezzò il popolo di Kiev nel fiume. Prima di Kiev, Chersonese fu battezzato - una colonia greca in Crimea, con la quale gli slavi mantennero stretti legami. I contatti dei popoli slavi con la popolazione dell'antica Tavrida con lo sviluppo delle relazioni economiche erano in costante espansione. La popolazione partecipava costantemente non solo al materiale, ma anche alla vita spirituale delle colonie, a cui i primi esiliati, i cristiani, furono mandati in esilio.

Anche i possibili intermediari nella penetrazione della religione nelle terre slave orientali potrebbero essere i Goti, spostandosi dalle rive del Baltico al Mar Nero. Tra loro nel IV secolo il cristianesimo si è diffuso sotto forma di arianesimo, il vescovo di Ulfilus, che possiede la traduzione della Bibbia in lingua gotica. Il linguista bulgaro V. Georgiev suggerisce che le parole pre-slave "chiesa", "croce", "Signore" furono probabilmente ereditate dal linguaggio gotico.

La terza via è il Danubio, che è associato agli illuministi Cirillo e Metodio. Il principale filo conduttore della dottrina di Cirillo e Metodio era una sintesi delle conquiste del cristianesimo orientale e occidentale sulla base della cultura pre-slava. Gli illuminatori hanno creato l'originale alfabeto slavo, tradotto testi canonici liturgici e religiosi. Cioè e Metodio hanno posto le basi dell'organizzazione della chiesa nelle nostre terre.

Data ufficiale il battesimo della Russia È considerato l'anno 988, quando il principe Vladimir I Svyatoslavovich battezzò massicciamente il popolo di Kiev.

conclusione

L'emergere del cristianesimo non può essere descritto brevemente. Troppi misteri storici, dispute religiose e filosofiche ruotano attorno a questo problema. Ma più importante è l'idea portata da questa dottrina: filantropia, compassione, aiuto al prossimo, condanna azioni vergognose. Indipendentemente da come è nata la nuova religione, è importante portarla nel nostro mondo: fede, speranza, amore.