La psicologia, chiamata genere, come ramo speciale della conoscenza psicologica, è una branca della scienza abbastanza giovane. Ma, d'altra parte, ha una storia lunga e impressionante che non può essere trascurata.

psicologia di genere

Iniziare a studiare psicologia di genere

In realtà, la psicologia di genere inizia negli anni '70. XX secolo. Molti fattori hanno influenzato la sua formazione, incluso il movimento femminista. Tuttavia, non esiste ancora un concetto unificato tra gli scienziati su questa area della scienza. Inoltre, la storia della psicologia di genere viene presentata dagli esperti in modi completamente diversi, il che spesso porta a confusione piuttosto che a chiarimenti sul problema.

Il problema principale sta nella stessa interpretazione del termine "genere". Alcuni lo capiscono come psicologia puramente femminista. Il secondo - solo femminile. E altri ancora definiscono gli studi di genere come la scienza delle differenze psicologiche tra i sessi.

L'altro aspetto della questione è che un complesso di studi di genere è stato condotto simultaneamente in scienze diverse da persone di diverse specialità. Pertanto, studiando l'attuale psicologia sessuale e la sua storia, è impossibile passare da un numero di filosofi, sociologi, etnografi e anche personaggi pubblici.

studi di genere

L'emergere della terminologia

Il termine "genere" di per sé significa "sesso", ma non nel senso della realtà fisiologica, ma come una caratteristica psicologica associata a un ruolo speciale nella vita sociale. È stato adottato per l'uso nel 1975.

Le fasi della storia della psicologia di genere

Molto spesso, la psicologia delle differenze di genere è suddivisa in cinque fasi temporali consecutive. In generale, assomigliano a questo:

1. Lo studio di problemi rilevanti nel campo della psicologia di genere, filosofi. L'inizio di questo periodo risale all'antichità e la fine cade nel XIX secolo. Come puoi vedere, questa è la fase più lunga, con una periodizzazione interna piuttosto ampia.

2. Dalla fine del XIX secolo all'inizio del XX secolo, hanno avuto luogo la designazione della materia e la formazione generale delle sezioni principali degli studi di genere.

3. Il terzo periodo è associato a Freud, motivo per cui porta anche il nome di Freud. Il ruolo principale in esso è assegnato allo sviluppo delle idee della psicoanalisi nella loro connessione con lo schema generale degli studi di genere. Soglie temporanee di questa fase possono essere designate come l'inizio - gli anni '30 del XX secolo.

4. Poi arriva l'era degli esperimenti pratici e, di conseguenza, la base teorica si accumula. Questo periodo dura fino agli anni '80.

5. Il quinto e ultimo periodo, che continua ancora oggi, porta gli studi di genere in psicologia ad un nuovo livello. C'è una crescita attiva dei ricercatori interessati, un numero crescente di esperimenti. Vi è un rapido accumulo di materiale, che fornisce una base favorevole per ulteriori studi sull'argomento.

Il periodo dei filosofi. Platone

Secondo l'opinione generalmente accettata, la psicologia di genere deve la sua apparizione a Platone. Quindi, per la prima volta, si è concentrato sul problema di genere delle relazioni di genere. Platone, in un certo numero di sue opere, sviluppa la dottrina della loro complementarità e introduce il termine androgino, un essere che combina attributi maschili e femminili. È il primo ad esprimere l'idea che i sessi siano uguali nelle loro relazioni. Le donne nella teoria platonica di una società ideale possono partecipare insieme agli uomini in tutti gli affari sociali, oltre che essere guerrieri e filosofi. Allevano la prole alla pari dei loro mariti.

Aristotele

Problemi di genere e occupato Aristotele. Ha prestato molta attenzione al ruolo dei sessi nella società, nel matrimonio. Le sue posizioni sono spesso contrarie a quelle di Platone, anche se era il suo allievo all'inizio della sua carriera filosofica. Così, Aristotele vide una donna in matrimonio come una specie di schiava, intesa solo per le pulizie e l'educazione dei figli. In breve, ha negato l'uguaglianza tra un uomo e una donna.

relazioni di genere

Thomas mor

Ora andiamo avanti veloce verso il Rinascimento, quando per secoli il pensiero dogmatico cristiano "inscatolato" cominciò a risvegliarsi a una vita libera. Ad esempio, la teoria di Thomas More, descritta da lui nel Libro d'oro, è interessante. La sua immagine dello stato ideale implica che uomini e donne lavorino allo stesso modo su tutte le questioni senza una divisione del lavoro in aree "femminili" e "maschili". Tra le altre cose, questo include attività religiose, servizio militare e posizioni di rilievo nel governo.

Dopo Mora, le relazioni di genere da un angolo o da un altro erano considerate da pensatori come Tommaso Campanella e Jean-Jacques Rousseau, Immanuel Kant e molti altri brillanti pensatori.

Secondo stadio

Seguendo la riflessione filosofica del periodo di sviluppo, che era una psicologia di genere, caratterizzata dalla nascita e dalla fioritura del movimento per la liberazione delle donne nella società. Questo è altrettanto vero per gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Francia. In una certa misura, questo movimento ha colpito l'impero russo. Di per sé, questo processo, ovviamente, aveva poco a che fare con gli scienziati della ricerca, e quindi non fa parte della storia della psicologia di genere come scienza. Tuttavia, è servito da sfondo e catalizzatore, grazie al quale la ricerca di genere ha attirato l'attenzione di molti scienziati.

femminismo

Il movimento femminista, come il termine stesso "femminismo", è di origine francese. La definizione "emancipata", cioè donna liberata, è sinonimo di essa. Il punto di partenza per questo movimento è stata la grande rivoluzione in Francia. Poi Olimpia de Gouges ha scioccato il pubblico consegnando la sua Dichiarazione dei diritti delle donne.

Movimenti simili esistevano in altri paesi: l'Inghilterra, gli Stati Uniti e oltre.

Documenti di ricerca

Opere scientifiche appaiono anche in questo momento. Ad esempio, alla fine del 19 ° secolo, due libri di P.Ye. Astafyev furono pubblicati sulla psicologia dei sessi e sulla psicologia delle donne.

Più o meno nello stesso periodo, lo studioso austriaco Otto Weininger pubblicò la sua opera, Sex and Character. In molti modi, questo libro si è rivelato simbolico, e i problemi sollevati in esso, così come i dibattiti intorno a loro, sono ancora rilevanti.

Allo stesso tempo, Germania, Francia e un certo numero di altri stati europei stanno sviluppando un ampio studio scientifico sulla psicologia femminile. Questo periodo dà origine a una galassia di ricercatori eccezionali sia tra uomini e donne: T. Higginson, H. Marion, E. Kay e altri.

studi di genere in psicologia

Terzo stadio (freudiano)

Come già accennato, nella terza fase della sua formazione, la psicologia di genere era inestricabilmente legata al nome di Sigmund Freud. Si distinse per le sue opinioni, le discussioni attorno alle quali non è svanito fino ad oggi. I ricercatori della psiche femminile, pochi sono stati in grado di causare tanta critica negativa, come il padre della psicoanalisi. Certo, non era un ricercatore in particolare in questo settore. Tuttavia, alcuni dei suoi pensieri, dottrine e opere hanno toccato caratteristiche specifiche di genere in psicologia. Riflessione hanno trovato, per esempio, nel libro "La psicologia delle donne".

Polemica Freud

Anche molti dei suoi studenti sono entrati in discussioni con il padre della psicoanalisi. La sua tesi sul complesso subconscio delle donne, che è l'invidia dei genitali maschili, ha incoraggiato molte persone a creare teorie psicologiche sui sessi e le loro interrelazioni. Pertanto, in un modo o nell'altro, Freud ha avuto un enorme impatto positivo sullo sviluppo degli studi di genere. Anche se, di nuovo, le sue convinzioni in quest'area sono considerate più che dubbiose.

Si è concluso con il fatto che a metà del XX secolo la psicoanalisi era riconosciuta come una dottrina pericolosa per il benessere psicologico delle donne.

Tuttavia, ora la scuola di psicoanalisi è una tendenza classica nel campo della ricerca psicologica della bella metà dell'umanità.

La terza tappa in Russia

Nel nostro paese dopo la rivoluzione, il tono della ricerca sulle differenze di genere è cambiato un po '. Con l'avvento del potere sovietico, l'uguaglianza di genere è stata sancita dalla legge. Inizialmente, le donne hanno cercato di essere strappate alla famiglia per essere attratte dalla produzione e dal lavoro, ma poi il governo ha avviato un processo inverso. Sembrerebbe che queste fossero le migliori condizioni per lo sviluppo di punti di vista obiettivi su questioni di genere. Ma in pratica, tutto ciò ha portato alla negazione della differenza tra i sessi. La scienza sovietica, in linea di principio, non ha riconosciuto la psicologia di genere e la pedagogia.

Sebbene per ragioni di giustizia valga la pena di affermare che nell'URSS c'erano alcuni scienziati che non erano d'accordo con questa posizione. Hanno cercato di avanzare nel campo degli studi di genere. Tra questi ci sono gli eccezionali scienziati P. P. Blonsky e E. P. Arkin. Ma negli anni '30, il loro lavoro fu bandito, rispettivamente, la pubblicazione delle loro opere cessò, e tutte le ricerche in quest'area nella vasta Unione Sovietica furono congelate fino al collasso del paese.

psicologia delle differenze di genere

Quarto periodo

Questa fase copre circa venti anni e personifica la rapida crescita della ricerca, sia sperimentale che teorica. In questo momento, c'è una vera fioritura dello studio delle relazioni tra i sessi, che ha portato ricchi frutti nella nostra era.

Rompa nella ricerca

Si noti che c'è uno spazio tra il terzo e il quarto periodo. Comprenderne la causa è piuttosto difficile. Ma molto probabilmente, il colpevole era lo sviluppo del femminismo. Se prima, nella seconda fase, ha svolto un ruolo positivo iniziando uno studio vigoroso della psicologia di genere, in questo caso lo ha rallentato. In che modo? Il fatto è che nella società occidentale è stata stabilita una ricerca sulle questioni di genere controllo sociale. Lo sviluppo del femminismo in questo momento ha ricevuto nel suo discorso la critica del pubblico in generale, che ha creato difficoltà per gli scienziati a studiare obiettivamente. Il mondo scientifico occidentale, esplorando le relazioni di genere, potrebbe seriamente vacillare, se si permettesse di intervenire in questo conflitto sociale.

psicologia di genere e pedagogia

Dagli autori-ricercatori di questo tempo, possiamo ricordare i seguenti nomi di eminenti scienziati (inoltre, donne): E. Maccoby, S. Bem e K. Gilligan.

Il risultato del periodo per l'Occidente è stato l'accumulo di materiale teorico colossale, l'emergere di molte ipotesi su alcuni aspetti delle questioni di genere.

Per quanto riguarda la Russia, i primi barlumi di luce, che hanno segnato la ripresa della ricerca nel campo della psicologia di genere, hanno attraversato le nuvole dell'ideologia negli anni '60. Persone come G. Ananyev lo hanno reso possibile. In questo difficile momento di scontro, divenne il fondatore di un'intera scuola di psicologia intitolata alla scuola di Pietroburgo o di Leningrado (nella città in cui viveva il ricercatore).

Anche di notevole importanza per la storia della psicologia di genere in Russia sono i nomi di V. P. Bagrunov, E. S. Chugunova e altri.

caratteristiche di genere in psicologia

Quinto periodo

L'ultimo stadio della storia della psicologia di genere, che dura da un quarto di secolo, è caratterizzato da un enorme, come mai prima, ambito di ricerca, ampiezza di esperimenti e sviluppo del movimento di ricerca di genere. Nuove teorie appaiono, si stanno sviluppando metodi per studiare i problemi delle relazioni di genere.

D'altra parte, l'elaborazione dettagliata della ricerca ha portato al fatto che non solo le scuole separate, ma anche le nuove direzioni e rami della scienza hanno cominciato a emergere all'interno della psicologia di genere. Alcuni di loro nei loro punti di vista teorici e pratici sono piuttosto distanti l'uno dall'altro.

Tra gli innumerevoli nomi e opere di questo palcoscenico, notiamo il brillante libro di Megan Bern - "Gender Psychology".

Per quanto riguarda il mondo scientifico russo, sfortunatamente, gli anni della stagnazione hanno portato all'assenza di una base su cui costruire una scuola di ricerca competitiva. Nel nostro paese, la psicologia di genere sta appena iniziando a svilupparsi, il che non ci priva della prospettiva di assumere una posizione di leadership in futuro. Un prerequisito per questo è il fatto che i ricercatori occidentali, insieme a una straordinaria esperienza, hanno accumulato un numero significativo di problemi e contraddizioni irrisolti. La debolezza di queste scuole sta nel fatto che si concentrano sui particolari, mentre le teorie sono state finora poco sviluppate che avrebbero permesso di generalizzare tutta l'esperienza degli studi di genere e di creare una visione olistica della natura di questo fenomeno. Questa prospettiva è rivelata oggi ai ricercatori russi.

Tra i recenti successi dei nostri compatrioti, si possono notare opere importanti come "Gender Psychology" (I. Kletsina) e "Gender Socialization" (A. Kuramshev).