I servizi solenni, così come quelli meno significativi, sono ricercati da molti cristiani profondamente religiosi. Tutti i famosi ortodossi vacanze in dicembre può essere trovato nel calendario della chiesa. In questi giorni si tengono servizi solenni nella chiesa. Nei giorni grandi, questi includono Pasqua e le feste, i servizi più importanti sono eseguiti. Molte celebrazioni si svolgono durante tutto l'anno. L'articolo esaminerà da vicino le festività ortodosse di dicembre. I servizi meno solenni si svolgono nei giorni della commemorazione dei santi, ma ciò non diminuisce il loro significato per i credenti.

3 dicembre

Quale festività ortodossa si celebra il 3 dicembre? Questo giorno è considerato la pre-celebrazione dell'entrata nel tempio della Santissima Theotokos. Il 3 dicembre, il Rev. Gregory il Decapolite, così come San Proclo, l'Arcivescovo di Costantinopoli, è venerato.

Vacanze ortodosse a dicembre

Rev. Gregory the Decapolite

Nato e vissuto Reverendo Gregorio nell'VIII secolo. Viene dal Decapolo di Isaurico. Fin dall'infanzia, ha adorato i servizi di chiesa e il tempio di Dio. Il santo lasciò presto la casa dei suoi genitori, perché voleva evitare di sposarlo. Ha viaggiato in lungo e in largo per il mondo: era a Roma, a Costantinopoli, a Salonicco, a Corinto, da tempo viveva nelle grotte dell'Olimpo. A quel tempo, gli eretici perseguitavano fortemente gli ortodossi. Gregorio ovunque predicò la Parola di Dio, denunciò l'eresia e rafforzò la forza e la fede dei cristiani. Con la sua vita difficile, le sue preghiere e le sue gesta, Gregorio ottenne il dono grazioso del prodigio e della profezia. La sua purezza di cuore gli ha permesso di ascoltare il canto degli angeli in lode della Santissima Trinità. Per molto tempo il monaco Gregorio lavorò nel monastero di Santa Mina. Lo lasciò e andò a Costantinopoli per contrastare l'eresia. In questa città, San Gregorio morì nell'anno 816, una grave malattia minò la sua forza.

3 dicembre, vacanze ortodosse

Santo Proclo - Arcivescovo di Costantinopoli

Un'altra festa ortodossa è celebrata il 3 dicembre - il giorno della commemorazione di San Proclo. Ha vissuto nel V secolo. Il giovane Proclo era un tempo discepolo di San Giovanni di Crisostomo. Per tutta la vita ha studiato Sacra Scrittura e per tutto il tempo dedicando la preghiera. L'insegnante ha trasmesso una profonda conoscenza della Sacra Scrittura a San Proclo e gli ha insegnato come esprimere correttamente i pensieri. Dopo la morte Giovanni Crisostomo Santo Patriarca di Costantinopoli, fu ordinato al grado di vescovo Kizyak. I cattivi eretici espulsero il Prelato e tornò nella capitale. Dopo la morte del patriarca Sisinia Proclus, fu elevato al grado di arcivescovo di Costantinopoli.

Per 12 anni ha governato la chiesa. Con i suoi sforzi, le reliquie di Giovanni Crisostomo furono trasferite dalla zanzara alla città. Il rispetto universale ha guadagnato Proclo, organizzando il decanato. In un altro mondo, aveva già abbandonato la sua vecchiaia, l'onore del distretto e l'amore dei suoi parrocchiani.

4 dicembre

Introduzione al tempio della Beata Vergine Maria - 4 dicembre. Questa festa cristiana è celebrata da tutti i cristiani: vecchi e giovani.

I genitori della Vergine Maria Gioacchino e Anna pregarono a lungo il Signore che li avrebbe premiati con un bambino. Quando le loro preghiere furono ascoltate e una ragazza nacque nella loro famiglia, fecero un voto a Dio che avrebbero dato i loro figli al servizio della chiesa e del Signore. E quando la ragazza aveva tre anni, i vecchi si prepararono a realizzare il loro voto. Maria era vestita con i migliori vestiti, chiedevano il trionfo di tutti i parenti, i suoi contemporanei. Cantando il Signore, l'intera processione è andata al tempio di Gerusalemme per consacrare la Vergine Maria a Dio. Stavano tutti camminando, come Maria stessa, con le candele in mano. Dal tempio per incontrarli vennero i sacerdoti, guidati dal loro sommo sacerdote.

Tutte le festività ortodosse a dicembre, gli onori della chiesa, ma questo giorno è considerato il più significativo.

Il 4 dicembre è una festa ortodossa

Di fronte alla bambina apparve un'enorme scala che portava al tempio. I genitori mettono la Vergine sul primo passo. Secondo il numero di salmi (quindici), che i sacerdoti cantavano in quel momento, c'erano anche una serie di passi. Senza aiuto, la bambina di tre anni salì questi alti gradini fino al tempio. Il sommo sacerdote incontrò la ragazza e la benedisse, come era stato fatto con chiunque fosse dedicato a Dio. Lo Spirito Santo era il suggerimento al sommo sacerdote di presentare la Vergine Maria al Santo dei Santi. L'ingresso in questo luogo sacro fu aperto solo una volta all'anno esclusivamente per il sommo sacerdote stesso. Lo Spirito Santo ha rivelato che Maria è la prescelta di Dio, è destinata a diventare la madre del Salvatore, che aprirà l'accesso al Regno dei Cieli a tutti gli uomini.

La vita nel tempio

Da allora, i cristiani celebrano il 4 dicembre, la festa ortodossa dell'Introduzione al Tempio della Santissima Theotokos. Dopo aver adempiuto il voto, i genitori di Mary tornarono a casa e la ragazza rimase al tempio. Era allevata in modo rigoroso, pregava molto, studiava la Legge di Dio, studiava le Sacre Scritture e digiuna strettamente osservata. La Vergine Maria visse lì per undici anni. È cresciuta completamente sottomessa a Dio, ragazza laboriosa, modesta, pia. Ha deciso di dedicare tutta la sua vita a Dio, ha fatto voto di rimanere vergine per sempre. I Santi Angeli e lo Spirito di Dio per tutta la vita hanno protetto e protetto la vergine Maria, anche dopo aver adempiuto il suo destino e presentato il mondo con il Salvatore Gesù Cristo.

La chiesa ricorda sempre che il miracolo incarnato dal Figlio di Dio divenne possibile perché i genitori della purissima Madre di Dio condussero la loro figlia al tempio e la dedicarono a Dio. I preti chiamano sempre i genitori a crescere i loro figli sin dalla tenera età nella fede e nell'amore per l'Altissimo.

4 dicembre, vacanze ortodosse: segni, proverbi

I segni della gente legano la festa dell'entrata nel Tempio della Santissima Theotokos con l'inizio dell'inverno. Una padrona di inverno con una pelliccia bianca attraversa le strade e gonfia i fantasmi sul vetro con il suo alito gelido. Il giorno, con i segni, potrebbe essere diverso. Accadde che le strade disseccate dal disgelo di Vvenskaja e accadessero che si verificarono forti gelate. "Le gelate di Vvedenskie non definiscono l'inverno." Eccolo, il giorno del 4 dicembre, la festa ortodossa, i cui segni recitano come segue: "L'introduzione è considerata una porta per l'inverno", "Introduzione - ghiaccio ripido" (cioè gelido), "Introduzione - il ghiaccio si ritirerà" (cioè, disgelo), "Se è gelido quel giorno, l'estate sarà afosa "," il porridge di miglio nel forno arrossì quel giorno - a molta neve ".

6 dicembre vacanza ortodossa

6 dicembre

Il Santo Principe Alexander Nevsky è ricordato dalla chiesa il 6 dicembre. La festa ortodossa è onorata e ricordata da tutti i credenti. In questo giorno, nel lontano 1263, il principe Alessandro si riposò al Signore e prese i voti monastici. Il principe Alexander nacque nel 1220 a Pereyaslavl-Zalessky. I suoi genitori erano famosi principi. Nel 1227, la famiglia si trasferì a regnare a Veliky Novgorod.

Nel 1240, il principe Alessandro, giovane ma esperto negli affari militari, schiacciò crociati sulla Neva. Da quel momento, e cominciò a dargli dignità "Nevsky". Nel 1242, le truppe di Alexander Nevsky schiacciarono completamente i cavalieri dell'Ordine Teutonico sul Lago Peipsi.

Come un saggio politico e diplomatico, il principe Alessandro potrebbe a lungo intrattenere relazioni reciprocamente vantaggiose con l'Orda d'oro. Un giorno, dopo i regolari negoziati con il khan, tornando a casa, il principe Alessandro si ammalò. Sulla strada è morto. Il corpo fu sepolto nel monastero di Natale. Per molti anni è rimasto incorrotto.

Le reliquie imperituri si aprirono prima della battaglia di Kulikovo nel 1380. È stato istituito durante la stessa celebrazione locale. Nel 1547 ebbe luogo la glorificazione della chiesa di Sant'Alessandro. Ora il 6 dicembre è una festa ortodossa, il giorno del ricordo del Granduca. Nel 1724, per decreto dello zar Pietro I, le reliquie del Gran Santo furono trasferite al Monastero Alexander Nevsky di San Pietroburgo.

7 dicembre festa ortodossa

7 dicembre

7 dicembre - Festa ortodossa dedicata al Santo Grande Martire Caterina. La vergine nacque in una nobile famiglia, suo padre era il governatore di Alessandria. Con una bellezza e una mente rara allo stesso tempo, Catherine ha ricevuto la migliore educazione. Quando arrivò il momento di cercare il suo fidanzato, disse ai suoi genitori che solo lui che l'avrebbe superata in saggezza, bellezza e cultura l'avrebbe eletta.

La madre di Catherine era una cristiana segreta e guidò la vergine dal suo confessore per un consiglio. Dopo averla ascoltata, l'anziano disse che conosceva un ragazzo così giovane. Catherine desiderava ardentemente vedere l'immagine di una la cui bellezza è più leggera del Sole, la saggezza controlla la creazione e l'altezza del clan è ineffabile. Il confessore ha dato la ragazza icona della Madre di Dio con Gesù bambino e ha ordinato di pregare appassionatamente. Nella prima visione, Gesù non volle voltare la faccia alla fanciulla, poiché non era stata lavata dalle acque del battesimo. Al mattino, la frustrata Catherine andò dal maggiore. La mise sulla buona strada, l'aiutò a convertirsi alla fede di Cristo e ad eseguire il mistero del battesimo. Quella stessa notte, Catherine vide Gesù in un sogno, la guardò gentilmente, le diede un anello, l'avvolse attorno a sé. Svegliarsi, la ragazza ha trovato un regalo al dito.

Nel corso della sua breve vita, Catherine affrontò i pagani. L'imperatore Massimino stesso cercò la sua mano, costringendolo ad abbandonare la fede di Cristo. La Santa Vergine ha passato molti giorni in agonia e torture. Quindi, non avendo ottenuto nulla dal giovane cristiano, l'imperatore le ordinò di essere giustiziato.

Le reliquie di Santa Caterina furono trasferite dagli angeli sul monte Sinai. Molto più tardi, il monastero del Sinai è stato costruito lì. E ora i pellegrini possono attaccarsi al santuario con le reliquie di Santa Caterina, che sono conservate lì (testa e mano sinistra). Il 7 dicembre, la Chiesa celebra la festa ortodossa - la commemorazione di Santa Caterina la Grande Martire.

Festa ortodossa 10 dicembre

10 dicembre

Le festività ortodosse di dicembre includono nella loro lista il giorno di culto dell'icona della Madre di Dio "Il segno". C'è una lista di questa icona miracolosa, incorniciata da uno stipendio d'argento nella Santa Trinità di San Sergio Lavra, in una delle sagrestie. L'icona raffigura la Santa Madre di Dio seduto con le mani alzate in preghiera. Sullo sfondo di una sfera (o uno scudo rotondo) - il neonato Spas-Emmanuel. L'immagine si riferisce alle prime immagini iconografiche. La festa ortodossa del 10 dicembre - l'icona della Madre di Dio "Il segno" - ha una lunga storia. L'icona divenne nota come il "Segno" dopo l'incidente miracoloso vicino a Novgorod.

Nel 1170, il nemico si avvicinò alle mura della città. I novgorodiani dipendevano solo dall'aiuto di Dio. Giorno e notte pregavano per la salvezza. L'arcivescovo Elia udì una voce che ordinò alle mura della città di portare dal tempio icona della Beata Vergine. Nel momento in cui l'immagine veniva trasportata, un gruppo di frecce nemiche perforò il volto della Vergine Maria. Le lacrime scorrevano dai suoi occhi e lei si girò verso la città. Allo stesso tempo, il nemico fu sopraffatto dall'orrore inspiegabile. Novgorod, pieno di morale, ha vinto la battaglia.

Fino ad ora, la festa ortodossa del 10 dicembre non è stata dimenticata. In onore del segno della Madre di Dio, l'arcivescovo la fissò in quel tempo lontano.

Il 19 dicembre è una festa ortodossa.

19 dicembre

Il 19 dicembre è la festa dell'ortodosso San Nicola, Arcivescovo del Mondo della Licia, il Miracoloso. Nel cristianesimo, è uno dei santi più venerati. Niccolò nacque e visse nel III secolo nella regione della Licia, la città di Patara. I suoi genitori adoravano i gentiluomini e allevavano suo figlio nella fede cristiana, suo zio era un vescovo.

Dalla sua giovinezza, Nikolai ha condotto una vita solitaria, si è dedicato alle preghiere. In anticipo a sinistra senza genitori. Tutte le persone vittime dell'ereditarietà distribuita. Già in gioventù, Nikolai è stato ordinato sacerdote santo. Ha dato un caloroso esempio alla sua congregazione attraverso le sue azioni virtuose.

Più tardi fu eletto al mondo dal vescovo licio. Ogni ora si prendeva cura del suo gregge. In tempi di persecuzione, i cristiani hanno coraggiosamente sopportato ogni imprigionamento in una prigione. E lì ha mantenuto la forza e lo spirito del suo gregge. Non si preoccupava solo dell'anima, in ogni modo sosteneva il benessere fisico. Una delle meraviglie è come San Nicola in un sogno apparve a uno dei mercanti, diede tre monete e ordinò di prendere provviste per gli affamati. Al risveglio, questo mercante ha effettivamente scoperto queste tre monete e, ovviamente, ha adempiuto la richiesta del Santo.

San Nicola visse fino a tarda età, avendo compiuto molti miracoli per tutta la sua vita. Si alzò in piedi per proteggere gli innocenti, era sempre nel bisogno, fornì assistenza. San Nicola particolarmente venerato in Russia. Dopo la Madre di Dio, le sue icone sono dedicate, forse, alla maggior parte delle icone. Molti di loro hanno anche appendici russe al nome: Nikola Velikoretsky, Nikola Mozhaisky, Nikola Lipensky e altri. Il 19 dicembre, la Chiesa cristiana celebra la festa ortodossa in onore di Nicholas il Prelato.