Marte, il vicino rosso della Terra, è spesso al centro degli astronomi. La vicinanza ravvicinata lo rende un obiettivo realizzabile di volo spaziale ed esplorazione. Oggi è uno dei pianeti più studiati nel sistema solare.

Per lungo tempo i satelliti del Pianeta rosso rimasero nascosti alla vista. Secondo le storie, l'astronomo Asaf Hall, cercando invano di trovarli, voleva lasciare tutto e continuò a lavorare solo dietro insistenza di sua moglie. La notte successiva, dopo la ripresa della ricerca, scoprì il satellite di Marsa Deimos, e pochi giorni dopo, Phobos. satellite di mars

assunzioni

Come sapete, il Pianeta Rosso prende il nome dal dio della guerra romano. Phobos e Deimos, i satelliti di Marte, prendono il nome dai suoi figli. "Paura" e "orrore", che nella traduzione significano i nomi di questi corpi cosmici, non hanno generato emozioni corrispondenti tra gli scienziati. Piuttosto, hanno causato smarrimento. I risultati della misurazione hanno mostrato che il peso degli oggetti era troppo basso con dimensioni sufficientemente impressionanti. C'era anche l'opinione che i satelliti fossero vuoti all'interno, il che significa che sono di origine artificiale. Assunzioni simili sono state confutate dopo la comparsa delle prime immagini di Phobos e Deimos di veicoli spaziali.

Il più piccolo

Entrambi i satelliti di Marte si sono rivelati piuttosto piccoli. oggetti spaziali. Le immagini mostrano chiaramente la forma ellissoidale leggermente allungata che le caratterizza. I dati ottenuti ci hanno permesso di assegnare il titolo degli oggetti più piccoli dell'intero Sistema Solare ai satelliti del Pianeta Rosso.

Phobos - un satellite di Marte, leggermente superiore nei suoi parametri "fratello". Si trova più vicino al pianeta. Entrambi gli oggetti, come la Luna, sono sempre girati su Marte dallo stesso lato. Dalla Terra sono estremamente difficili da vedere - questo può essere fatto solo con un potente telescopio. La ragione di questo stato di cose risiede nella composizione dei satelliti: il carbonio mescolato con il ghiaccio domina in esso. Deimos e Phobos riflettono una percentuale molto piccola di raggi luminosi e di conseguenza sembrano oggetti molto scuri. La stessa composizione, che distingue fortemente i satelliti da Marte, suggerisce che Phobos e Deimos fossero una volta asteroidi catturati col tempo dal pianeta rosso.

Il satellite più vicino del pianeta Marte

phobos satellite di mars

Phobos, come già accennato, è il più grande della coppia di "approssimativo" pianeta rosso. La distanza che lo separa da Marte è stimata in 6 mila chilometri, il che lo rende il satellite più vicino di tutti conosciuto oggi. Questa situazione ha alcune conseguenze: Phobos - un satellite di Marte, che dopo circa 50 milioni di anni cadrà sul pianeta, o sarà fatto a pezzi e diventare un anello di asteroidi. A favore di questa versione del destino del corpo cosmico mostra un graduale declino della superficie di Marte. La distanza tra i due oggetti è ridotta di 1,8 m ogni cento anni.

Phobos vola su Marte in 7 ore e 39 minuti. La velocità consente al satellite di superare la rotazione giornaliera del pianeta rosso. Come risultato, Phobos per un osservatore situato su Marte si muove, apparendo dall'orizzonte a ovest e entrando a est.

Conseguenze di collisione

Una caratteristica di entrambi i satelliti è la superficie scavata dai crateri. Phobos è il più grande di loro, dal nome della moglie dello scopritore di satelliti. Il diametro del cratere Stickney è di 10 km. Per confronto: Phobos stesso ha dimensioni di 26,8 × 22,4 × 18,4 km. Presumibilmente, il cratere era il risultato di un forte impatto quando un oggetto spaziale o una collisione colpiscono Phobos sulla superficie. satellite del pianeta Marte

Vicino al cratere ci sono solchi misteriosi o crepe. Sono un sistema di solchi paralleli. I solchi si estendono per 100-200 km ad una profondità di 10-20 km, la distanza tra i vicini raggiunge i 30 km. La ragione per il loro verificarsi non è completamente chiara. La versione che i solchi si sono formati dopo che il materiale che è esploso sul Pianeta Rosso è stato rilasciato sul satellite di Marte è il più appropriato per tutti i dati ottenuti. Gli scienziati, tuttavia, non hanno alcuna fretta di chiamare questa ipotesi l'unica corretta: la ricerca continua.

Il secondo figlio del dio della guerra

Deimos è un satellite di Marte con parametri di 15x12x11 km. Si trova su Phobos e fa una rivoluzione attorno al pianeta rosso in circa 30 ore. Deimos si trova a 23 mila chilometri dal centro di Marte. deimos satellite di mars

Per la prima volta, gli scienziati hanno potuto esaminare Deimos dopo aver ricevuto una fotografia scattata dal veicolo spaziale Viking-1 nel 1977. L'immagine ottenuta dal suo "seguace", chiamato "Viking-2", ha mostrato che anche il satellite più piccolo di Marte non può vantare una superficie liscia. Vero, a differenza di Phobos, non è decorato con solchi, ma massi massi, le cui dimensioni sono stimati tra 10 e 30 km.

versioni

Non c'è consenso sull'origine di Deimos e Phobos oggi. La maggior parte degli astronomi aderisce alla visione di cui sopra che erano una volta asteroidi. I dati esistenti sulla loro composizione parlano a favore di questa ipotesi: i satelliti sono legati agli asteroidi associati a Giove. Presumibilmente, il gigante gassoso con la sua forza gravitazionale influenzò le orbite di due corpi cosmici in modo tale che si avvicinarono a Marte e furono catturati da loro.

Alcuni scienziati, tuttavia, aderiscono ad un punto di vista alternativo. Parlano della contraddizione dell'ipotesi esistente alle leggi della fisica e avanzano la loro teoria. Secondo lei, Phobos e Deimos non appartenevano mai agli asteroidi. Erano parti dell'unico satellite di Marte, fatto a pezzi dalla gravità del pianeta rosso. La parte più grande e più grande è stata tirata più vicino alla superficie ed è stata chiamata Phobos, e la meno impressionante e la luce hanno cominciato a circolare in un'orbita remota e trasformata in Deimos. Secondo gli astronomi che aderiscono a questa versione, la sua prova può essere ottenuta dopo uno studio più dettagliato della composizione del suolo sulle due lune di Marte. mappa satellitare di Marte

Piani degli astronomi

I satelliti sono un ottimo posto per osservare Marte. Gli astronomi hanno in programma di organizzare su di loro qualcosa di simile a una base da cui una mappa più dettagliata di Marte può essere fatta con l'aiuto di robot. Dal satellite è più facile ottenere quasi tutte le informazioni sul pianeta. Naturalmente, le più grandi speranze in questo senso sono puntate su Deimos, che non è minacciato da un destino così triste come Phobos. phobos e deimos satelliti di Marte

Entrambi i satelliti in orbita attorno al pianeta rosso sono ancora lontani dal dire alla gente di se stessi, proprio come Marte. Tuttavia, una posizione relativamente vicina alla Terra ci consente di sperare nella soddisfazione più rapida della curiosità degli scienziati. Tuttavia, è impossibile garantire questo con assoluta certezza: lo spazio è in grado di offrire altre cento domande per ogni risposta trovata.