Questa inimitabile attrice con una voce specifica assolutamente meritatamente è tra coloro che sono considerati dagli esperti del cinema le "regine" dell'episodio. Vinogradova Maria si reincarnò così delicatamente nelle immagini di zie, nonne, bambinaie, vicini, addetti alle pulizie, che il pubblico sovietico ricordava questo o quel film solo perché appariva in esso per alcuni minuti. Ma il talento sfrenato dell'attrice non era limitato al cinema. Non solo ha trascorso del tempo sul set, ma ha anche lavorato dietro le quinte, dando voce a certi attori, e non solo a quelli domestici. E, naturalmente, i milioni di bambini che vivevano in epoca sovietica adoravano personaggi dei cartoni animati le cui voci parlavano a Vinogradov. Quello che è solo un "Uncle Fedor" da "Prostokvashino" ...

I registi la chiamavano spesso "l'attrice immeritata più popolare", e i suoi colleghi la chiamavano affettuosamente "I nostri musei" perché adorava qualcuno che parodia o prendesse in giro qualcuno. Nel suo temperamento, Maria Vinogradova ricordava una "orchestra umana": la sua energia ribollente costantemente schizzava e "bruciava" coloro che la circondavano. Non poteva sedersi in un posto per molto tempo: doveva costantemente scappare da qualche parte.

Vinogradova Maria

E la professione ha lasciato il segno. Fare riprese, lavorare in teatro, suonare cartoni animati, programmi di concerti - non tutti sono in grado di sopportare un tale carico, ma la geniale attrice Maria Vinogradova, in possesso di irrequietezza e vigore, ha percepito il ritmo "furioso" della vita come qualcosa di evidente.

Anni di infanzia e adolescenza

È nata in un piccolo villaggio di Navoloki (regione di Ivanovo). È successo il 13 luglio 1922. Maria Sergeyevna Vinogradova già nell'infanzia era irrequieta e egoista. Presto cominciò a dimostrare agli altri la capacità di parodiare. Inoltre, i genitori non potevano nemmeno immaginare che questo dono, dopo anni, avrebbe aiutato Masha a trasformarsi in un'attrice caratteristica e unica.

I primi passi nel cinema

Dopo la scuola, la ragazza va a Mosca e diventa una studentessa di VGIK (Dipartimento artistico).

Maria Vinogradova

Per la prima volta Maria uscì sul set di Vinogradov quando aveva diciotto anni. Allo stesso tempo, il regista Lev Kuleshov ha approvato la ragazza per uno dei ruoli principali nel film "Siberian" (1940). Vinogradova suona uno studente del 6 ° grado e affronta brillantemente il compito. Tre anni dopo, uno studente della VGIK riceve di nuovo un'offerta da Lev Kuleshov per recitare nei film. Questa volta rimuove il nastro "Siamo degli Urali". Maria Vinogradova, la cui biografia è di grande interesse per i fan del cinema sovietico, appare sotto forma di un batterista di produzione. In generale, quando nel 1945 una ragazza della regione di Ivanovo ricevette un diploma, non era più una nuova arrivata al cinema. Nonostante il fatto che nella maggior parte dei casi le sia stato offerto di interpretare i ruoli non protagonisti, Maria Sergeyevna ha acconsentito volentieri a loro e ha portato la propria goccia di "nitidezza" nelle immagini. Per questo motivo, la sua filmografia è molto voluminosa e impressionante (oltre cento opere nel cinema).

all'estero

Alla fine degli anni '40, Vinogradov, come membro della compagnia del Russian Tragic Theatre, andò in Germania, dove dimostrò il suo talento per la recitazione come pubblico tedesco.

Maria Vinogradova vita personale

Durante questo periodo, si concentra sul servire il tempio di Melpomene, facendo così una pausa nel cinema. A Potsdam Vinogradov ha incontrato il suo futuro marito - attore Sergei Golovanov.

Domanda nella professione

Nel 1953, Maria Sergeevna ritornò in Unione Sovietica e dopo un po 'riprese il suo lavoro nel cinema. I direttori letteralmente inondarono le sue offerte per suonare in un quadro particolare. Molti fan del cinema sovietico ricordano Vinogradov nel film "Star Boy" (regia A. Dudorov, E. Zilberstein, 1957), in cui recitava l'immagine di una gioventù indifferente e narcisista. Ha recitato molto nel film, ed è stato il suo piacere. Va sottolineato che nella professione dell'attore, Maria Vinogradova, la cui foto negli ultimi anni '50 spesso decorava i manifesti cinematografici della capitale, non riconosceva alcun lavoro di hacking. Si è completamente abbandonata all'arte e ha amato infinitamente il cinema nazionale. Allo stesso tempo, quando l'attrice ha ricevuto diverse proposte dai registi contemporaneamente, e successivamente si è scoperto che non avrebbe funzionato per combinarli tutti, era molto dispiaciuta per questo.

Gloria popolare

Si può dire senza esagerazione che i film con Maria Vinogradova sono diventati "popolari". Era molto richiesta nella professione e negli anni '60, e negli anni '70, e negli anni '80, e anche negli anni '90, quando il cinema sovietico attraversava i tempi migliori. Tutti adoravano questa amante, che interpretava brillantemente le immagini di "ragazze semplici", conquistando così l'amore di un vasto pubblico. Tuttavia, i funzionari sovietici che erano impegnati nello sviluppo della cultura nell'URSS non avevano fretta di riconoscere i meriti di Maria Vinogradova prima del cinema. Sembrerebbe che nel suo arsenale avrebbe dovuto essere il più prestigioso premio nel campo del cinema e della cultura. Ma in realtà, lei non li aveva.

Biografia di Maria Vinogradov

Solo nel 1987, Maria Vinogradova ha ricevuto il titolo di "Artista onorato della RSFSR". In un modo o nell'altro, ma anche eminenti registi, che hanno da tempo riconosciuto il talento di un'attrice della regione di Ivanovo, si sono chiesti perché fosse da tempo in uno stato di "immeritato". E darle questo alto titolo non era per niente. Prendiamo, ad esempio, il ruolo di Zoya nella leggendaria Kalina Krasnaya (dir. V. Shukshin, 1973) o l'immagine di un impiegato ordinario del Garage (regia di E. Ryazanov, 1979). E che dire del lavoro dell'attrice in un altro maestro di nastri Eldar Aleksandrovich - "Office Romance". Maria Vinogradova interpreta un dipendente ordinario della commissione di inventario. Ma con che abilità e organicamente si abitua a questa immagine, che immediatamente incide nella memoria dello spettatore.

Attrice con "calibro diverso"

Ma c'era anche un ruolo che sembrava, a prima vista, atipico e inusuale per Maria Vinogradova. Si tratta del nastro "From the Life of Vacationers" (regia N. Gubenko, 1980).

Sì, sia la trama che l'immagine dell'eroina furono inizialmente "affilate" sotto un'altra attrice. Galina Volchek doveva interpretare il ruolo, ma per ragioni soggettive non poteva farlo. E il direttore seccato ha deciso di fare un passo disperato: dare l'immagine di Margarita Seraphimovna a "Musa". Va notato che Vinogradov esternamente e internamente non corrisponde al ruolo proposto. Ma Maria Sergeyevna è stata esattamente in grado di trasmettere il carattere, le emozioni e l'identità sociale della sua eroina, sottolineando così che è un'attrice diversa.

Negli anni '90, l'attrice ha continuato a recitare in film, ma la sua salute è peggiorata seriamente. Durante le riprese del nastro detective Butterflies (regia A. Malyukov, 1991), Maria Sergeyevna (il ruolo di un vicino di casa in un appartamento comunale) ha ricevuto il primo infarto.

Un anno dopo, il lavoro sul set del film "Io sono un nativo di Vyatka" (diretto V. Koltsov) provocò un secondo infarto.

Punteggio del film

Non tutti sanno che Vinogradov ha dedicato molto del suo tempo al lavoro di doppiaggio. Ha parlato con voci di eroine in cui reincarnazioni di celebrità come Gina Lollobrigida, Claudine Auger, Peeter Musta, Suzanna York. Notevole è il fatto che Maria Vinogradova (attrice) è stata notevole per tale efficienza, che è stata invidiata da molti dei suoi colleghi nel laboratorio.

Foto di Maria Vinogradova

Al microfono poteva resistere per dieci ore. Un laureato di VGIK per un breve periodo di tempo è diventato la regina del "doppiaggio". Nel giro di poche ore, ha potuto imparare il ruolo in una lingua straniera, che era per lei una "foresta oscura". La diligenza e la perseveranza, combinate con l'espressività emotiva, hanno fatto il loro lavoro: Maria Sergeyevna ha potuto sopprimere tutte le sfumature del discorso dei personaggi.

Cartoni sonori

La gloria e il riconoscimento dell'attrice della regione di Ivanovo hanno fornito un'altra linea professionale: i cartoni animati. In questo campo, è riuscita a tal punto che è improbabile che possa trovare un concorrente tra gli attori, con la possibile eccezione di George Vitsin o Anatoly Papanov. Maria Sergeyevna ha espresso più di cento personaggi dei cartoni animati che sono stati adorati da tutti i piccoli spettatori della Terra dei Soviet. Cuccioli, ragazzi, ricci, conigli, formiche - questa è solo una piccola parte dei personaggi dell'animazione le cui voci hanno parlato a Vinogradov. E ha duplicato non solo i cartoni animati nazionali, ma anche quelli stranieri. Molti, ad esempio, ricordano il cartone animato Disney "Miracoli in the Turns", trasmesso su schermi blu nei primi anni '90.

Attrice Maria Vinogradova

In questo prodotto animato, Maria Sergeevna è stata doppiato da Keith Kludkiker, e in un altro cartone americano, "The Black Cloak", l'attrice ha parlato con la voce del personaggio di Ammonia Pine.

"Hedgehog in the Fog" - lavoro di alto livello

Ma separatamente dovremmo ricordare la storia del doppiaggio del nostro "Hedgehog in the Fog". Sul diritto di parlare la voce del protagonista ha reclamato molte attrici, ma alla fine tutte sono state negate. Inizialmente, il produttore del suono Vinogradova non volle considerare la candidatura a causa del fatto che la sua voce nell'animazione era riconoscibile dalla prima frase. Ma Maria Sergeyevna stessa è stata data alle fiamme con il desiderio di dare la voce a "Riccio". Per questo era pronta a lavorare non solo nei giorni feriali, ma anche nei fine settimana. Vedendo questo atteggiamento dell'attrice, il tecnico del suono ha rinunciato.

In generale, l'attrice Vinogradov era riconoscibile non solo sul set, ma anche dietro le quinte, durante il doppiaggio di lungometraggi e cartoni animati.

Al di fuori della professione

Cos'altro potrebbe interessare i fan del cinema sovietico, oltre alla biografia creativa di un'attrice così caratteristica, come Maria Vinogradova? Vita personale, naturalmente Ma è solo la persona creativa che cerca di mantenere un segreto dal grande pubblico. La famosa attrice della regione di Ivanovo non ha fatto eccezione. Maria Sergeevna non voleva discutere dei suoi rapporti familiari con nessuno. Ha considerato questo argomento "chiuso all'uso pubblico".

È noto che il compagno di vita di Vinogradova è una persona dell'ambiente di recitazione. Il suo nome è Sergey Golovanov. Hanno fatto amicizia durante il loro tour all'estero. Prima della conoscenza, ognuno di loro aveva avuto in precedenza una relazione personale, ma tra Maria e Sergey divampava un forte sentimento. Alla fine si sono sposati. Seguirono il loro esempio, ma già nell'era moderna, un'altra coppia creativa - Ivan Vasiliev e Maria Vinogradova. Il matrimonio della stella del balletto e artista del Teatro Bolshoi si è svolto nell'estate 2015.

Per quanto riguarda il matrimonio di Sergej Golovanov e Maria Sergeevna, era modesto. La celebrazione è stata celebrata in un "cerchio ristretto". Le prove permanenti, i concerti, i lavori fuori campo non si sono sciolti, ma hanno solo rafforzato l'alleanza tra Golovanov e Vinogradova. Dopo un po 'hanno avuto una figlia, Olga. Anche la coppia creativa della modernità, Ivan Vasilyev e Maria Vinogradova, non è rimasta indietro a questo riguardo. Anche una figlia apparve nella loro famiglia, che chiamarono Anna.

Film con Maria Vinogradova

E la figlia di Maria Sergeyevna ha seguito le sue orme: anche lei è impegnata nel suono dei film.

tempo libero

Sembrerebbe che quando è stato dato un minuto libero, l'attrice dovrebbe avere un hobby che non è in alcun modo collegato al tempio di Melpomene. Ma Maria Sergeevna non era una di quelle. Nel suo tempo libero, preferiva assistere allo spettacolo, ma come spettatore. Spesso l'attrice poteva essere vista in serate studentesche e scenette, che venivano regolarmente tenute in "Satyricon" e "Lenkom".

Appuntamento triste

Il tramonto della sua carriera creativa arrivò nell'era degli anni '90. E durante questo periodo, Maria Sergeyevna non è rimasta senza lavoro, a differenza di molti dei suoi "colleghi del laboratorio". Non ha rifiutato ruoli episodici anche nei cortometraggi. Ma lo stato di salute dell'attrice si è deteriorato ogni anno. Ha subito due attacchi di cuore. E in che modo gli attori cambiarono volto quando videro la facilità con cui Vinogradov abbandonò rapidamente le mura dell'ospedale e si affrettò verso eventi di beneficenza o concerti di festa. Naturalmente, Maria Sergeyevna non ha mai tradito il fatto che avesse problemi di salute.

La notizia della partenza della grande attrice è stato un vero shock per i rappresentanti del cinema e delle comunità teatrali. Era andata via il 2 luglio 1995.

Pochi degli attori credevano nella sua morte, perché per lungo tempo aveva diligentemente creato l'immagine di una linea di vita e di un ottimista. Maria Vinogradova fu sepolta nel cimitero Khovansky della capitale.