Cos'è il futurismo? Una domanda del genere viene posta da tutti coloro che hanno iniziato a studiare gli stili e le tendenze dell'arte mondiale. In questo articolo analizzeremo in dettaglio come avveniva il futurismo in Russia, ne parleremo dei suoi rappresentanti e delle sue caratteristiche.

La nascita del futurismo

il futurismo ciò che è

Per capire cos'è il futurismo, esamina da dove proviene. Il suo fondatore e autore del termine è considerato il poeta italiano, il cui nome era Filippo Marinetti. Ha vissuto a cavallo tra XIX e XX secolo. La sua opera più famosa è la poesia Red Sugar. Già questo stesso nome implicava una discriminazione del presente e del passato e l'erezione del futuro in un culto.

Nel 1909 un manifesto di futurismo fu pubblicato sul quotidiano Figaro, l'autore del quale era Marinetti. Il testo era indirizzato a principianti e artisti italiani di talento. L'autore ha dichiarato lo stile del telegrafo e l'obiettivo di portare a termine il suo compito per un massimo di 10 anni, fino a quando una nuova generazione è arrivata con le proprie regole.

Anche i fondatori di quest'area d'arte sono Giacomo Balla, Francesco Balilla Pratella, Carlo Carr, Luigi Rusollo, Umberto Boccioni, Gino Severini. Sono stati i primi a formulare cosa sia il futurismo. Nel 1912, la prima mostra di artisti futuristi aprì a Parigi.

Caratteristiche della direzione artistica

poesie del futurismo

Tra le caratteristiche del futurismo, i suoi fondatori hanno individuato un categorico rifiuto dell'ortografia e della grammatica tradizionali. I poeti sperimentarono molto con la creazione di parole, gli artisti spesso dipingevano oggetti in movimento (automobili, aeroplani, treni). Anche il termine speciale "pittura ad aerografo" è apparso.

La maggior parte dei rappresentanti del futurismo erano entusiasti delle novità del progresso tecnico. Ad esempio, una moto ha dichiarato un'opera d'arte più perfetta rispetto all'opera di Michelangelo.

Un'altra caratteristica del futurismo è il canto delle rivoluzioni e delle guerre come uno dei modi più efficaci per ringiovanire il mondo. Molti ricercatori moderni considerano il futurismo come una sorta di simbiosi del nietzscheanismo e il manifesto del partito comunista.

Futurismo nell'arte

Inizialmente, il futurismo è apparso nelle arti visive. Nella pittura, ha spinto da diverse direzioni. Questo è Fauvismo, da lì il futurismo ha appreso soluzioni di colore inaspettate, così come il cubismo, dal quale ha assunto audaci forme artistiche.

I principali principi artistici del futurismo sono movimento, velocità, energia. Sulle tele, gli artisti hanno cercato di ottenere questo risultato in vari modi. Le loro opere sono caratterizzate da composizioni molto energiche, in cui le figure sono divise in tanti piccoli frammenti intersecati da spigoli vivi. Allo stesso tempo prevalgono zigzag, coni e forme tremolanti. L'effetto del movimento viene spesso ottenuto sovrapponendo fasi successive sulla stessa immagine. Questa tecnica è chiamata il "principio di simultaneità".

Futurismo in Russia

Futurismo russo

Cos'è il futurismo, in Russia, i fratelli Burlyuk sono stati i primi a saperlo. Uno di loro - David - divenne il fondatore di una colonia di futuristi chiamata "Gilea", che in breve tempo incluse molte persone brillanti. Ad esempio, Vladimir Mayakovskaya, Velimir Khlebnikov, Benedict Livshits, Alexey Kruchenykh, Elena Guro.

Hanno pubblicato il loro primo manifesto, soprannominato "Lo schiaffo in faccia al gusto del pubblico". In esso, i rappresentanti del futurismo hanno chiesto di lanciare Pushkin, Tolstoj, Dostoevskij e tutti gli altri classici dal piroscafo della modernità. È vero, alla fine, un po 'attenuando la loro chiamata, notano che quelli che non dimenticheranno primo amore non conosce il secondo.

Tre veri geni sono usciti dal futurismo russo: Majakovskij, Pasternak e Khlebnikov. In questo caso, il destino della maggioranza dei rappresentanti di questo campo artistico è stato tragico. Alcuni furono uccisi, altri morirono in esilio. Molti furono condannati all'oblio non appena la loro fama passò.

Tratti della direzione russa

rappresentanti del futurismo

In Russia, il futurismo ha ereditato la maggior parte delle caratteristiche principali di questo direzione letteraria esisteva in Europa. Ma allo stesso tempo aveva le sue caratteristiche uniche.

I rappresentanti della scuola nazionale del futurismo sono sempre stati distinti dalla visione del mondo anarchica e ribelle, hanno cercato di esprimere i sentimenti di massa della folla. Allo stesso tempo, le tradizioni culturali sono state fortemente negate, cercando di creare arte diretta verso il futuro.

I futuristi in Russia hanno parlato categoricamente contro le norme stabilite del discorso letterario. Hanno sperimentato nel campo dei ritmi, delle rime, fatto manifesti e slogan una parte della loro arte, questo è particolarmente vero per Majakovskij. I poeti erano in costante ricerca di una parola liberata, conducendo esperimenti per creare il proprio, cosiddetto linguaggio "astruso".

sviluppo

Il futurismo nell'età dell'argento divenne popolare e famoso in Russia. Uno dei rappresentanti più brillanti fu Igor Severyanin, che pubblicò anche nel 1911 una raccolta delle sue poesie intitolate Prologue: Ego-Futurismo.

A quel tempo, i seguaci dei fratelli Burliuk erano già piuttosto famosi. La loro collezione "Zadok Judges 1" vide la luce nel 1910. In generale, le poesie del futurismo russo hanno avuto un ruolo importante. Pertanto, i principali autori del manifesto "Lo schiaffo di fronte al gusto del pubblico" sono diventati poeti. Hanno anche formulato quattro regole base per i poeti: la necessità di espandere il vocabolario poetico con l'aiuto di nuove parole, di odiare il linguaggio che esisteva prima di loro, di rifiutare la gloria, di rendere la parola "noi" come la parola chiave.

Il periodo di massimo splendore del futurismo

caratteristiche del futurismo

In Russia, l'apogeo del futurismo letterario cadde proprio nell'età dell'argento. Fu allora che la società di "Gilea", fondata dai fratelli Burluk, ottenne la massima popolarità. Ma la cosa principale è che non erano gli unici.

Molti seguaci sono stati trovati in Igor Severyanin, che ha promosso l'ego-futurismo. Le principali differenze di questa direzione consistevano nell'uso massiccio di parole straniere, nella raffinatezza delle sensazioni e nell'ostentato amor proprio, nell'egoismo. Tra i seguaci del Nord sono Sergey Alymov, Vasilisk Gnedov, Vadim Bayan, Georgiy Ivanov, Vadim Shershenevich. Soprattutto i futuristi dell'ego erano basati a Pietroburgo.

A Mosca spiccava l'influente società "Centrifuga", che includeva Boris Pasternak, Sergey Bobrov, Nikolay Aseev. I loro gruppi futuristici esistevano a Kharkov, Kiev, Baku, Odessa.

Era del tramonto "tempeste e assalto"

I rappresentanti del futurismo cominciarono a sperimentare una certa crisi già alla fine del 1914, quando terminò il periodo di "tempesta e assalto". Come Sofia Starkin annotò nelle sue memorie su Velimir Khlebnikov, i futuristi in Russia ottennero un successo rapido e clamoroso, conquistarono la fama scandalosa che volevano, pubblicarono diverse dozzine di collezioni poetiche, organizzarono diverse produzioni teatrali originali e quindi rapidamente appassirono. Come se sentissero che la loro missione storica è già stata compiuta.

Inoltre, nel 1913-1914, diversi poeti famosi di questa tendenza morirono. Questi sono Nadezhda Lvova, Vasily Komarovsky, Bogdan Gordeyev, Ivan Ignatiev.

Dopo la vittoria dei bolscevichi nella Rivoluzione d'Ottobre, il futurismo cominciò a scomparire completamente. Alcuni rappresentanti di questa direzione sono entrati nella nuova organizzazione letteraria "LEF", il cui nome è stato decifrato come "The Left Front of Art". Si sciolse alla fine degli anni '20. Alcuni rappresentanti del futurismo, le cui poesie erano famose in Russia, emigrarono. Questi includono David Burliuk, Igor Severyanin, Alexander Exter. Alexander Bogomaz e Velimir Khlebnikov sono morti. Boris Pasternak e Nikolai Aseev hanno sviluppato il loro stile, lontano dal futurismo.

David Burliuk

il futurismo dell'età dell'argento

Se parli di specifici rappresentanti del futurismo in Russia, allora devi prima iniziare con David Burliuk. È considerato il fondatore di questa tendenza nel nostro paese.

Burliuk è nato nel 1882 nella provincia di Kharkov. Nell'infanzia, ha perso l'occhio quando giocava con suo fratello con una pistola giocattolo. Ha studiato nelle scuole d'arte di Odessa e Kazan, poi ha imparato a dipingere all'estero. Nel 1907, tornato in Russia, incontrò presto Vladimir Majakovskij. Insieme sono diventati uno dei rappresentanti più importanti del futurismo nazionale.

Durante la prima guerra mondiale non era soggetto ad appello a causa della mancanza di occhi. Nel 1918, è quasi morto durante i pogrom che gli anarchici hanno organizzato a Mosca. Dopo è partito per Ufa. Gradualmente raggiunse Vladivostok, da dove emigrò in Giappone. Scrisse circa trecento dipinti su motivi giapponesi, i soldi della loro vendita furono sufficienti per stabilirsi in America.

Visitò l'Unione Sovietica due volte, nel 1956 e nel 1965, tentò di pubblicare i suoi lavori a casa, ma senza successo. Nel 1967 muore nella città di Hampton Base, nello stato di New York.

Igor Severyanin

futurismo letterario

Il vero nome di questo poeta è Igor Lotarev. Era nato nel 1887 a San Pietroburgo. Cominciò a essere stampato regolarmente nel 1904. La sua prima famosa raccolta di poesie intitolata "The Loud Boiling Cup" fu stampata nel 1913.

Northerner sta diventando uno dei più famosi futuristi. Spesso parla a un vasto pubblico. Trascorre diverse serate poetiche comuni con Vladimir Majakovskij.

Riceve il titolo non ufficiale del Re dei Poeti nella famosa esibizione nel Grande Auditorium del Museo Politecnico.

Nel 1918 lasciò Pietrogrado per l'Estonia. Ben presto risulta essere l'emigrazione forzata, quando secondo le condizioni Brest Peace L'Estonia lascia la Germania. Non è mai tornato in Russia.

Lontano dalla sua patria, desidera molto, scrive molte poesie liriche e nostalgiche, che non sono affatto come i suoi primi esperimenti futuristici. Nei primi anni '40 iniziò ad ammalarsi regolarmente. Durante la seconda guerra mondiale, i nordisti volevano evacuare verso il retro, ma non potevano farlo. Igor si sentiva già molto male in quel momento.

Nell'ottobre del 1941 fu trasportato a Tallinn, dove morì due mesi dopo per un infarto.