Il significato del battesimo della Russia per la storia dei popoli slavi non può essere sopravvalutato. Divenne la base per lo sviluppo culturale dei popoli russo, ucraino e bielorusso.

Battesimo della Russia come evento eccezionale per tutti i popoli slavi

Il battesimo della Russia è un evento eccezionale nella storia del mondo. Ha influenzato non solo la Russia, ma anche gli stati circostanti, e ha cambiato il corso di molti processi culturali.

chi ha battezzato Rus

L'origine del cristianesimo nelle terre slave orientali

Secondo numerose fonti storiche, la diffusione del cristianesimo in Russia è iniziata molto prima del suo battesimo. Il battesimo di Rus, la cui data è universalmente riconosciuta come l'anno 988, in realtà iniziò proprio all'inizio della nostra era. Questo fu predetto dall'Apostolo Andrea il Primo chiamato, che nel primo secolo della nostra era attraversò le terre russe. Il Racconto degli anni passati riporta quanto segue: Andrei ei suoi studenti salparono su una barca sul Dnepr e vide montagne e colline. E disse ai suoi discepoli che questo posto sarà la città, oscurato dalla grazia di Dio. E su queste montagne ha messo una croce.

Personalità del principe Vladimir - Battista della Russia

Il grande Vladimir, il principe che battezzò la Russia nel 988, fu una persona straordinaria. Sua nonna, la principessa Olga, fu battezzata e cercò di persuadere suo figlio Svyatoslav a farsi battezzare, ma fallì. Svyatoslav e la sua squadra rimasero pagani. Ma il nipote di Olga, Vladimir, ha scelto una strada diversa. Ciò era dovuto in gran parte al fatto che Olga era impegnato nella sua educazione e che era in grado di ispirarlo con concetti cristiani.

Il principe battezzato Rus

Persino nella sua giovinezza, il principe che battezzò la Russia in realtà non aderì a Christian norme morali. Aveva diverse mogli e tutte queste mogli avevano figli. I comandamenti cristiani sulla non resistenza al male e il divieto di uccidere i nostri vicini erano anche una meraviglia per il sovrano pagano, che era solito fare campagne e vendicare spietatamente i nemici per ogni offesa. Prese parte a faide intestine in Russia, e proprio per questo si sedette sul trono di Kiev.

L'identità di colui che ha battezzato la Russia è stata influenzata da diverse tradizioni culturali. Ma dopo il suo trentesimo compleanno, decise di adottare il cristianesimo. Il suo stesso battesimo ha avuto luogo nella città di Cherson, non lontano dall'attuale Sebastopoli, o nella sua residenza nella città di Vasilev. Ora sul sito di questo insediamento è la città di Vasilkov nella regione di Kiev.

Considerando che il principe Vladimir possedeva un grande prestigio tra la gente, la gente seguì volentieri il principe e cambiò la loro fede. La facilità di diffondere il cristianesimo nel nostro paese è stata facilitata dal fatto che tutti i servizi sono stati condotti in lingua slava.

Usanze religiose degli slavi prima del battesimo della Russia

Il battesimo della Russia non può essere considerato una forma completamente nuova di vita spirituale. Prima di lui in Russia c'era un sistema armonioso di credenze pagane. E colui che ha battezzato la Russia ha capito che non sarebbe stato possibile inculcare qui una religione completamente nuova e inusuale. Dopotutto, anche prima della comparsa del cristianesimo in Russia, esisteva un culto del dio Rod, che era un dio celeste, governato dalle nuvole, che respirava la vita in tutta la vita. In realtà, il battesimo della Russia ha solo spinto la transizione delle popolazioni slave dal politeismo, cioè il politeismo, al monoteismo, cioè al monoteismo.

La scelta della religione per gli slavi

Colui che ha battezzato la Russia ha capito che il paese aveva bisogno di una religione forte che unisse la gente e non fosse allo stesso tempo disgustata da lui. Ma quale religione scegliere? La scelta della fede del principe Vladimir è descritta dettagliatamente in The Tale of Byone Years.

che ha battezzato Kievan Rus

Comprendendo che è necessario allontanarsi dal paganesimo e arrivare a una delle religioni monoteiste, il principe Vladimir si è chiesto a lungo quale delle religioni avrebbe dovuto prendere. Per prima cosa, ha chiesto ai bulgari Volga, che a quel punto avevano praticato l'Islam, riguardo alla loro fede. I bulgari gli hanno detto che la loro fede vieta l'uso di bevande alcoliche. Vladimir pensò e disse che il divertimento in Russia consiste nel bere vino, e quindi una tale religione non gli va bene. Il fatto è che tutte le questioni importanti sono state discusse dalla nobiltà russa durante le feste del principe, e il rifiuto di bere bevande alcoliche sembrava strano in questo contesto.

Dopo i bulgari, i tedeschi vennero a Vladimir. Furono inviati dal Papa e offrirono il cattolicesimo a Vladimir. Ma Vladimir sapeva che l'impero tedesco stava cercando con tutte le sue forze di conquistare le terre slave, quindi respinse le loro proposte.

Sono venuti a Vladimir e agli ebrei, hanno parlato della giustizia della loro antica fede. Questi erano i Khazar. Ma Khazaria al tempo in cui lo stato non esisteva, e Vladimir non voleva accettare la religione delle persone che non avevano il loro stato e il loro territorio.

L'ultimo a venire a Vladimir era un greco, un insegnante di filosofia. Disse a Vladimir delle basi del dogma ortodosso e quasi lo convinse che aveva ragione. Il principe decise di chiedere consiglio ai suoi boiardi.

data del battesimo in russia

I boiardi volevano saperne di più sul culto in queste fedi e, soprattutto, adoravano il culto greco-ortodosso. I russi in seguito dissero a Vladimir che il tempio di Costantinopoli gli piaceva davvero. Pertanto, l'anno 988 divenne un punto di svolta per la storia russa, il battesimo della Russia avvenne proprio quest'anno.

Le ragioni del battesimo della Russia

Ci sono opinioni diverse sulle ragioni del battesimo della Russia. Lo storico N. M. Karamzin credeva che il principe che battezzò la Russia avesse cercato di illuminarla. Mandò sacerdoti che predicarono la Parola di Dio nelle città e nei villaggi della Russia, e la gente gradualmente studiò la religione cristiana. Il principe Vladimir ordinò che i bambini fossero portati via dalle famiglie dei notabili di Kiev e li mandassero a studiare alfabetizzazione, e le madri di questi bambini piansero per loro e votarono. Un tale atto di Vladimir è stato dettato dalla necessità dello sviluppo dello stato. Per mantenere correttamente i record in agricoltura e nel commercio, sono necessarie persone che sappiano leggere e scrivere.

988 battesimo russia

Lo storico P.P. Platonov crede che le ragioni principali del battesimo della Russia fossero economiche. Colui che battezzò la Russia voleva che il ruolo dello stato aumentasse, così che le tradizioni di stato prevalessero sulle tradizioni comunitarie. Inoltre, la Russia pagana rischiava di rimanere in isolamento tra i popoli cristiani che non volevano comunicare e commerciare con i pagani.

Il valore del battesimo della Russia

Il battesimo della Russia ha avuto una grande influenza sul paese. Iniziato a sviluppare cultura materiale. Dopo il battesimo in Russia, l'iconografia e il mosaico si svilupparono, le case furono costruite in mattoni - un materiale più durevole del legno. Colui che ha battezzato Kievan Rus sperava che il cristianesimo avrebbe cambiato le dure usanze pagane. E aveva ragione. Quando il cristianesimo ha vietato il commercio degli schiavi e sacrificato la gente.

L'adozione del cristianesimo rese la Russia uguale agli altri stati europei. Gli europei non guardavano più i russi come barbari, ma cominciarono a dialogare con loro. Ma la Russia si sentiva ancora isolata, perché il cristianesimo era ortodosso e proveniva da Bisanzio, e il cattolicesimo prevalse nell'Europa occidentale in quel momento. E colui che ha battezzato Kievan Rus non sapeva che presto sarebbe caduta la Bisanzica greca, e quindi la Russia sarebbe rimasta l'unico stato ortodosso.

il battesimo di Rus nome del principe

La stessa Russia ha ricevuto dal cristianesimo anche la scrittura. Le scuole iniziarono ad aprirsi, apparvero libri scritti a mano, il numero di persone letterate aumentò.

Come gli slavi percepivano il battesimo della Russia

Il battesimo della Russia è stato un dramma per una parte dell'allora popolo russo. In The Tale of Byone Years, si afferma che il principe Vladimir battezzò la Russia con la forza. In primo luogo, è stato emanato un decreto a tutti i cittadini di Kiev per apparire Dnieper River per il battesimo. Coloro che volevano rifiutare il battesimo furono dichiarati nemici del principe.

Il battesimo di varie terre russe è stato accompagnato da vari conflitti armati. Il Joakimov Chronicle riporta che i residenti della parte di Novgorod, a Sofia, resistettero al battesimo con le armi in mano. Nel 989 fu compiuto un massacro con i parrocchiani della chiesa del Salvatore e fu dato alle fiamme.

Kiev, il battesimo della Russia

La parte della gente che non sosteneva in modo particolare il paganesimo prese la calma del cristianesimo in modo relativamente calmo. Il cristianesimo in Russia è stato introdotto con l'aiuto della Chiesa bulgara, e quindi tutti i servizi divini sono stati tenuti in una lingua slava che è comprensibile. Quindi la principale città russa era considerata Kiev. Il battesimo della Russia è iniziato esattamente qui. Kiev mantenne stretti legami con il primo regno bulgaro, e da lì i missionari arrivarono in Russia, che portarono avanti il ​​programma di catechismo. Va detto che la Bulgaria fu battezzata nell'865, cioè un secolo prima della Russia, e al tempo del battesimo della Russia c'erano già tradizioni cristiane sviluppate e una ricca biblioteca. Pertanto, quando venne l'anno 988, il battesimo della Russia divenne un fenomeno completamente naturale.

Conseguenze del battesimo della Russia

Dopo il battesimo della Russia, non tutti erano d'accordo con l'affermazione del potere del principe di Kiev. Alcune regioni erano contro, in particolare, Novgorod. Alla testa dei dissenzienti c'erano i Magi.

Il battesimo di Rus, la cui data cade nel 988, ha dato origine a un ampio sviluppo culturale. Furono costruiti molti monasteri, in particolare il monastero di Kiev-Pechersk. All'inizio del 12 ° secolo divenne la Kiev-Pechersk Lavra. Nel 1037 iniziò la costruzione della Cattedrale di Santa Sofia a Kiev. È costruito con il supporto del principe.

Miti sul battesimo della Russia

Il battesimo della Russia, come ogni evento storico significativo, è circondato da finzioni e falsificazioni. Il mito più famoso sostiene che il cristianesimo in Russia abbia distrutto una cultura pagana altamente sviluppata. Ma perché allora da questa alta cultura non sono rimaste tracce?

Il secondo mito noto afferma che il cristianesimo in Russia è stato impiantato con la forza, per così dire, con il fuoco e la spada. Ma allo stesso tempo, non ci sono informazioni in nessuna fonte storica sui massacri dei pagani russi. Il principe Vladimir non costrinse le città recalcitranti ad essere battezzate, come ad esempio Rostòv o Moore. Allo stesso tempo, la maggioranza dei cittadini percepiva tranquillamente il battesimo della Russia, il nome del principe Vladimir - l'iniziatore del battesimo - fu ricevuto da loro con rispetto.

Il terzo mito dice che anche dopo il battesimo della Russia, il paganesimo prevalse in tutto il paese. Questa affermazione è in qualche modo vera. I magi pagani e dopo il battesimo governarono le masse, specialmente nei villaggi. Per cento anni dopo il battesimo, molti adorarono ancora gli idoli e si dedicarono ai sacrifici. L'affermazione finale del cristianesimo si è verificata alle 13 e 14 secoli, quando la società russa si trovò di fronte alla necessità di unirsi di fronte all'insorgenza dell'Orda d'oro.