Ci sono leader in quasi ogni area della nostra vita, che vanno dalla politica a una compagnia di amici. Hanno un impatto significativo sui processi che avvengono all'interno dei gruppi pubblici, motivano e incoraggiano le persone a intraprendere azioni diverse. Il successo del manager dipende direttamente dall'efficacia degli stili di leadership scelti.

Concetto e funzione di direzione

La leadership è relazioni interpersonali costruito sul potere e il dominio di una persona e la subordinazione del resto al fine di raggiungere obiettivi e interessi comuni. Sulla base della definizione, la funzione principale della leadership è la formazione di compiti comuni e la motivazione per raggiungere il risultato desiderato per tutti.

Il manager deve anche controllare il clima psicologico all'interno del gruppo. Per fare questo, ha bisogno di risolvere e prevenire i conflitti, creare un atteggiamento positivo e regolare l'interazione tra i partecipanti all'associazione.

Il leader, di regola, prende tutte le decisioni importanti e responsabili e rappresenta anche gli interessi del suo gruppo. Ad esempio, il presidente parla a nome del suo paese e il direttore a nome dell'organizzazione. Il leader distribuisce poteri all'interno del gruppo, supervisiona l'esecuzione di tutte le attività e incarichi.

stili di leadership

qualità di leadership

Per diventare un leader di successo, devi avere un certo insieme di qualità. Prima di tutto, questo include la fiducia. Il leader ha bisogno che altre persone credano in lui. Questo sarà impossibile se la persona stessa non è sicura delle sue capacità.

Altrettanto importante è la determinazione e la volontà di assumersi dei rischi. In situazioni difficili, il leader deve prendere decisioni da solo, il che potrebbe non essere sempre corretto. Tuttavia, se non decidi in merito a questo o quel passaggio, l'obiettivo non sarà raggiunto.

Per un leader è importante essere affidabili e coerenti. Senza queste qualità, non sarà in grado di guidare le persone, perché nessuno si fiderà di una persona che cambia le sue decisioni troppo spesso.

Inoltre, il leader deve essere inerente all'iniziativa e all'energia. Non può stare fermo e non fare nulla. Il leader deve costantemente lottare per l'autosviluppo e l'autoeducazione, cercare nuovi modi per ottenere risultati e risolvere prontamente i problemi che sono sorti.

Il manager non può fare a meno di ottime capacità comunicative, la capacità di convincere e sentire le persone. Saranno utili buone capacità oratorie, capacità di rappresentare la tua squadra ed esprimere chiaramente i tuoi pensieri.

Stili di leadership politica

Il concetto di stile di leadership implica un certo modello distintivo dell'attuazione delle funzioni di leadership umane, determinato dalla peculiarità del suo comportamento e dalla costruzione di relazioni con una stretta cerchia di persone e subordinati, elementi decisionali e molti altri fattori.

A seconda delle varie caratteristiche, esistono tutti i tipi di tipologie e classificazioni degli stili di leadership. La divisione più comune dei politici, a seconda della natura della loro relazione con un ambiente vicino. Da questo punto di vista, spicca uno stile di gestione autoritario, democratico e distaccato.

Un altro criterio con cui i politici sono divisi è il loro atteggiamento nei confronti delle innovazioni e di tutti i tipi di cambiamenti. Qui spiccano gli stili di leadership conservatori e proattivi. Nel primo caso, il controllo viene eseguito secondo le norme e le regole precedentemente stabilite. Il politico preferisce essere cauto riguardo alle innovazioni. Uno stile di leadership di iniziativa comporta l'introduzione attiva di riforme e trasformazioni che vanno oltre il consueto quadro di gestione, la formazione e l'attuazione di nuovi obiettivi e idee.

stili di leadership politica

Stile di leadership democratico

Una grande influenza sul lavoro di un politico ha il suo rapporto con il suo ambiente più vicino. Lo stile di leadership democratico implica la distribuzione di responsabilità e autorità tra i subordinati. Il politico, insieme al suo ambiente, sceglie una strategia di sviluppo e obiettivi da raggiungere. Rispetta i suoi colleghi, ascolta le loro opinioni, valuta obiettivamente i risultati, distribuisce chiaramente i poteri e cerca di creare un'atmosfera di cooperazione.

Di norma, lo stile democratico e le teorie della leadership vengono scelti per se stessi dai politici che sono entrati in carica a causa del riconoscimento pubblico. Hanno dovuto lavorare sodo prima di ottenere rispetto e fiducia da parte del pubblico. Dipendono dalla reazione degli elettori alle loro azioni. Questi politici si preoccupano di quanto sia efficace il loro stile di leadership e gestione. Le loro attività sono aperte al pubblico, sono considerati leader popolari.

Stile di guida autoritario

La leadership autoritaria implica il dominio di un uomo, basato su ordini e coercizione. Il politico prende autonomamente tutte le decisioni, non ascolta gli argomenti e gli argomenti dei colleghi. Cerca di minimizzare tutti i contatti delle persone nella squadra. La comunicazione dei subordinati avviene attraverso di lui e sotto il suo controllo. Lo stile autoritario e le teorie sulla leadership suggeriscono di motivare i dipendenti attraverso metodi amministrativi, ordini e coercizione.

Di norma, i leader che utilizzano questo stile di gestione entrano in carica in seguito all'appuntamento. Prima prendono il loro posto e solo dopo cercano il riconoscimento pubblico attraverso metodi amministrativi. Gli stili autoritari di leadership politica sono importanti in regimi totalitari.

stile di leadership e gestione

Stile di leadership distaccato

I politici che usano uno stile di comando distaccato nel loro lavoro preferiscono spesso agire come osservatori esterni. Non mostrano un particolare interesse per le loro attività e, a volte, passeranno volentieri responsabilità ai loro colleghi.

Durante la discussione di questioni importanti, i politici che usano uno stile di gestione distaccato cercano di ascoltare più di quanto parlano. Raramente esprimono le loro opinioni su determinati punti, evitano dispute e conflitti.

Il principale metodo di leadership sono i politici, la leadership e stile di gestione che appartiene a un tipo distaccato, sono credenze, consigli e richieste. Non danno mai ordini e istruzioni rigide.

Spesso, la cerchia ristretta inizia a manipolare tali politici, costringendoli ad agire nel loro stesso interesse. La leadership di tali leader, di regola, è di natura formale e consiste solo nella posizione ricoperta. In realtà, c'è un'altra persona che esercita effettivamente la leadership. Una situazione del genere si incontrava molto spesso al tempo dei re, quando i minori o le persone non illuminate in politica salivano al trono.

Tipi di leader

In psicologia, vari stili sono distinti e tipi di leadership. Tutti i manager possono essere divisi in due gruppi: più focalizzati sui compiti o sulla relazione nella squadra.

È comune per il primo tipo di leader dare ai subordinati istruzioni chiare e monitorare rigorosamente la loro esecuzione. Sono piuttosto duri e impegnativi. La cosa più importante per loro è che il lavoro sia fatto in tempo e in modo efficiente.

Per il secondo tipo di leader, è molto importante mantenere un rapporto confortevole e caloroso con la squadra. Le azioni del manager sono finalizzate a supportare i loro subordinati. In questo caso, tutte le questioni importanti sono discusse insieme più spesso e le decisioni vengono prese votando.

Succede anche che i leader si concentrino ugualmente sui compiti e sulla squadra. In questo caso, stanno anche chiedendo di eseguire le istruzioni, ma allo stesso tempo sono pronti in qualsiasi momento a spiegare al subalterno tutte le sue domande, per spiegare perché ha fatto una scelta a favore di una o dell'altra opzione. I leader di questo tipo ascoltano volentieri le opinioni del collettivo su tutti i momenti importanti, ma la decisione finale viene sempre presa indipendentemente. Per questi manager è molto importante completare tutti i compiti loro assegnati e anche il supporto e l'approvazione da parte dei subordinati.

In alcune situazioni, i leader non si concentrano su compiti o persone. In tal modo, trasferiscono le proprie responsabilità ad altre persone.

stili di leadership e leadership

Teoria della leadership situazionale

L'essenza della leadership situazionale è che il manager sceglie, a suo parere, uno stile di leadership efficace a seconda delle circostanze e delle condizioni specifiche, nonché dello stato psicologico dei dipendenti e della loro prontezza a svolgere il proprio lavoro. Dal punto di vista di questa teoria, tutti i dipendenti sono divisi in 4 gruppi, e 4 tipi di leadership sono applicabili a loro, rispettivamente.

Il primo gruppo comprende dipendenti che non sono "capaci, ma sintonizzati", cioè hanno un grande desiderio e desiderio di lavorare, vogliono ottenere risultati elevati nel loro lavoro, ma non possiedono sufficienti capacità, esperienza e conoscenza. Possono essere laureati in università e college che hanno grandi ambizioni o persone che cambiano radicalmente la portata delle loro attività. Tali dipendenti hanno bisogno di una chiara dichiarazione del compito, istruzioni e istruzioni chiare e accessibili. Il manager che lavora con loro deve utilizzare il tipo di direttiva di gestione, ovvero l'orientamento delle attività.

I dipendenti del secondo gruppo sono "capaci ma non sintonizzati". In altre parole, hanno tutte le abilità e le abilità necessarie per fare il lavoro, ma per vari motivi non sono sicuri delle proprie capacità e capacità, hanno paura di non far fronte al compito. In tale situazione, il manager deve motivare e supportare il dipendente, incoraggiare e fargli credere in se stesso. Qui è consigliabile applicare stili di leadership orientati alle persone.

Se un dipendente non è "capace e non sintonizzato", allora ha bisogno sia di istruzioni dettagliate da parte del manager, sia di supporto psicologico e motivazione. Il leader nel lavorare con queste persone deve essere guidato sia dai compiti che dal team.

Nel caso in cui un dipendente sia "capace e ottimizzato", il gestore può applicare uno stile di gestione delegante. Un dipendente del genere ha esperienza sufficiente, sa come e cosa deve essere fatto ed è sicuro che farà fronte al suo compito. Di conseguenza, il controllo costante del leader non è necessario qui.

stili e tipi di leadership

Quali professioni devono essere un leader?

La leadership deve necessariamente essere inerente alle persone che occupano posizioni di leadership. Senza questo, gestire una squadra sarà molto difficile e, a volte, impossibile. Ecco perché, nei requisiti per i candidati per le posizioni di leadership deve indicare la presenza di qualità di leadership.

Molto spesso nelle organizzazioni moderne per testare la capacità di gestire i dipendenti sono assegnati alla posizione di "project manager". Allo stesso tempo, a una persona viene data la possibilità di mettersi alla prova per un tempo limitato, per dimostrare di essere capace e di affrontare ogni tipo di problema e difficoltà. Se la leadership del progetto viene completata con successo, il dipendente può essere trasferito a una posizione di gestione su base continuativa.

Nei casi in cui un potenziale leader è impegnato in un lavoro non correlato alla gestione, questo può nuocere significativamente a lui e all'organizzazione nel suo insieme. Queste persone spesso sono in conflitto con la direzione e il team a causa del fatto che prendono le proprie decisioni senza discuterle con il loro capo. Inoltre, non traggono piacere dal lavoro, sentono la loro inutilità e inutilità.

L'elenco delle professioni in cui è necessario essere un leader, oltre a manager e manager, può essere attribuito a diversi eventi, insegnanti, nonché a chi ha o intende aprire un'attività.

Leadership informale

Molto spesso, la squadra ha più rispetto e autorità di un manager, ma un impiegato ordinario. Un leader informale è una persona che ha la maggiore influenza in un determinato gruppo, indipendentemente dalla posizione che occupa. Di norma, diventa uno che sa come conquistare la simpatia e il favore delle persone.

Molto spesso, un leader informale non si pone l'obiettivo di soddisfare tutti, lo fa da solo. Le sue qualità principali sono la positività e il fascino. A seconda della situazione, quasi tutti possono diventare un leader informale. In una squadra possono esserci diverse persone simili, e vanno perfettamente d'accordo.

In alcune situazioni, i leader informali cercano con veemenza di occupare la posizione del loro leader. È importante per loro essere i primi sempre e in ogni cosa. In questi casi, una persona può facilmente fare nemici e persino diventare disoccupata. Esistono i seguenti stili di leadership e leadership informale: emotivo, organizzativo, rivoluzionario e il "cardinale grigio". Ognuno di essi ha le sue caratteristiche, svantaggi e vantaggi.

concetto di stile di leadership

Stile emozionale della leadership informale

Con il tipo di leadership emotivo, una persona carica la squadra con le sue idee positive e. Queste persone sono motivanti, incoraggianti a perseguire se stessi e ispirando. Sono guidati, prima di tutto, dai loro sogni e fantasie. E se ne hanno, li presentano agli altri in modo tale che ognuno alla fine accenda la loro idea. Sono in grado di parlare magnificamente, è interessante da dire e convincere.

Gli stili di leadership emotiva e la leadership hanno i loro svantaggi. Prima di tutto, queste persone spesso non hanno un piano chiaro e pensano a come verrà attuato il piano. Se il loro piano fallisce, incolperanno gli altri per questo, lacereranno la loro rabbia e il loro malcontento.

Stile organizzativo di leadership informale

Gli stili di leadership organizzativa, in contrasto con quello emotivo, sono caratterizzati da un chiaro piano di azione e previdenza di ogni passo. Il leader informale di questo tipo guida le persone a causa del fatto che ha una risposta e istruzioni per ogni domanda. È facile lavorare con loro, perché sanno sempre cosa deve essere fatto e come.

Tuttavia, ciò che è abbondante in uno stile di leadership emotivo manca qui. Tali persone, di regola, non sanno come ispirare e accendere le persone. Mancano di apertura nell'espressione delle loro emozioni e sentimenti. Queste persone hanno spesso problemi con le loro vite personali, perché è difficile per una persona comune vivere sempre secondo un piano ben definito.

psicologia degli stili di leadership

Lo stile rivoluzionario della leadership informale

Gli stili rivoluzionari di leadership nelle organizzazioni si manifestano in costanti dispute con le autorità, il desiderio di imporre le proprie idee e opinioni sulla gestione a ogni costo. Non staranno zitti se qualcosa non li soddisfa. I leader informali di questo tipo proteggono sempre il lato debole della squadra. Criticano facilmente e non hanno paura di parlare e discutere.

La psicologia considera l'incapacità di pensare positivamente e frenare il proprio ardore in alcune situazioni come un inconveniente di persone che usano stili di leadership simili. Proprio per la mancanza di autocontrollo, spesso le autorità non amano, e a volte rischiano di perdere il lavoro.

Cardinale grigio

Lo stile di leadership informale "cardinale grigio" è caratterizzato dal fatto che una persona è credibile al leader e di fatto assume funzioni di gestione. Lo chef si consulta con lui su tutte le questioni, trasferisce parte della sua autorità a lui, ascolta le sue opinioni e consigli. Allo stesso tempo, un tale leader è molto rispettato sia dalle autorità che dalla squadra.

Lo svantaggio è che il "cardinale grigio" rimane sempre sullo sfondo, poiché ha paura della responsabilità. Non avanzerà mai in una posizione dirigenziale.