Il buddismo è una religione secondo la quale l'anima è costantemente reincarnata. La morte di un corpo è la nascita di un altro. Ogni nuova vita è una nuova sofferenza e prove, bisogni e desideri. La teoria della reincarnazione ha un nome diverso, che suona come "Ruota Sansara". Ruota e l'anima dell'essere nasce di nuovo e di nuovo in un'immagine diversa. Il fondatore del buddismo è un vero personaggio storico, che con il suo esempio ha mostrato come rompere il circolo vizioso.

Nascita dell'illuminato

Il fiore di loto è un simbolo del Buddha. Nasce e cresce nella palude, tuttavia affascina con la sua purezza e innocenza. Attraverso tutte le età, il fiore è stato associato alla coscienza umana. Tutti possono vivere come in una palude, circondati da fango da ogni parte, ma questo non dovrebbe impedirgli di crescere con un loto puro e bello.

fondatore del buddismo Il nome del fondatore del buddismo è Siddhartha Gautama. Questa è una vera figura storica, nata sotto l'Himalaya intorno al 563 aC nella città di Lumbini. Quindi era il territorio dell'India settentrionale, ora parte del Nepal. Il futuro educatore era figlio di un rajah. Il padre, Shuddhodana, governava il principato semi-indipendente. C'è una leggenda che prima della gravidanza sua madre ha fatto uno strano sogno. Vide un elefante bianco - un simbolo di grande felicità. La donna morì poche ore dopo la nascita del bambino. Secondo il buddismo, dopo aver dato alla luce un illuminato, ha realizzato lo scopo della sua vita. Il bambino è stato allevato da una zia.

Fu il padre a dare il nome Siddhartha, che significava "realizzazione dei desideri". Dopo la nascita di suo figlio, il re chiamò l'uomo saggio per dirgli il destino del bambino. Il giusto Asita profetizzò la sua vita o un sovrano di successo che unificherà la terra, o il grande filosofo. Tutto dipendeva dal suo percorso scelto. Poteva arrivare al secondo solo quando entrava in contatto con tutti gli orrori della vita umana. Ma il padre del bambino benedetto ha deciso di scegliere il destino per suo figlio. Temeva che avrebbe rifiutato l'eredità. Quindi l'uomo non immaginava nemmeno che suo figlio fosse il fondatore della religione, il buddismo.

Grande design

Shuddhodana limitava la comunicazione del bambino con il mondo reale. Il ragazzo viveva nella felicità e senza tristezza. A seconda del periodo dell'anno, il principe visse in un altro palazzo. Era riccamente vestito, era costantemente intrattenuto da bellissime ballerine. Tutti quelli che lo circondavano erano giovani, sani e allegri. Figlio di un uomo ricco, fu educato nel campo della letteratura classica indiana. Gautama proveniva dalla casta dei guerrieri, quindi studiava anche il mestiere militare. Secondo le prove storiche, il fondatore del buddismo era un bel giovane. A 16 anni sposò una principessa.

religione buddista Ma l'essenza richiedeva una vita diversa, e sin dalla tenera età, il Buddha spesso si immergeva nel mondo dei sogni, interpretava il silenzio e, a volte, venivano a lui dei momenti di illuminazione.

In generale, Siddhartha visse, non conoscendo la malattia, la povertà e la morte.

Quattro eventi diretti al percorso dell'autoconoscenza

Tutto è cambiato quando Buddha aveva circa trenta anni. Durante una passeggiata con un servo, incontrò una persona anziana e fragile. Questo scioccò Siddhartha, e lui continuamente interrogato il servo sulla vecchiaia. Poi il destino lo presentò a un lebbroso che era incurabilmente malato. Inoltre, il giovane vide la processione funebre. Il quarto evento che distrusse il mondo familiare fu l'incontro con il monaco ascetico. Ma era in lui che vedeva la pace e la felicità benedette. Ogni cosa nuova colpiva così tanto Siddhartha che fu sopraffatto da profonda tristezza. L'infanzia serena è finita per sempre.

Quindi il futuro fondatore del buddismo ha deciso di trovare una via d'uscita dal mondo del dolore e della sofferenza.

Tutte le richieste dei parenti di abbandonare la vana ricerca della felicità non sono state convinte dall'uomo. Gautama lasciò la ricchezza, l'intrattenimento e la famiglia in cui nacque suo figlio, ei poveri andarono sulla via dell'illuminazione. A quel tempo era raro perché valori familiari si alzò in piedi

Sentiero al risveglio

L'uomo viveva in povertà e mangiava quasi nulla. Era appassionato di varie scienze della conoscenza di sé, ma non trovò quello che stava cercando. Lo studio dei sistemi filosofici non ha dato risposte alle sue alte domande. Anche gli insuccessi sono stati gli insegnamenti di varie scuole e pratiche.

dei del buddismo Inoltre, ha cercato la verità attraverso l'ascetismo. Fecero la fame e torturarono il corpo. Si rivolse a vari guru per un consiglio, dal momento che gli dei del buddismo non erano per nessuno la via della verità. Ci sono fonti che dicono che il suo corpo era così magro che la sua colonna vertebrale poteva essere vista attraverso lo stomaco. Ma il trattenimento del respiro e il rifiuto dei beni terreni non lo avvicinarono alla verità.

Così, dopo un po 'trascorse alcuni giorni sulla strada. A causa della fatica, non potevo alzarmi dal fiume Nairanjana e caddi in un profondo deliquio. I tentativi di conoscere la verità attraverso la rinuncia fallirono, dopo di che l'uomo decise di non praticare la fame e l'immobilità. Prendendo un piatto di riso da una contadina, divenne un reietto per i suoi amici. Gli asceti pensarono che dopo sei anni di vagabondaggio nei boschi, l'uomo decise di tornare ad una vita lussuosa.

Scoperta della verità

Quindi il fondatore del Buddismo si sedette posizione del loto sotto l'albero vicino al fiume. Si è ripromesso di praticare la meditazione fino a quando le verità non sono state rivelate prima della sua vista.

49 giorni Siddhartha era immobile. E solo dopo quattro settimane di pratica il primo maggio, una notte simile a quella in cui nacque, l'illuminazione venne da lui. Ha visto tutte le sue vite precedenti, nascite e morti di altri esseri, si è reso conto che la mente non è eterna, ma cambia nel tempo. Da quel giorno in poi, l'uomo fu chiamato il Buddha, cioè l'Illuminato.

Il fondatore del Buddhismo sapeva che l'anima non può trovare la pace finché non sorgono i desideri. La sete dell'uomo per il potere, la fama e la ricchezza è la base della rinascita. E solo cercando una debolezza nei propri desideri, si può lasciare il mondo, che è pieno di dolore e dolore. Una tale vittoria sarà coronata dal nirvana, uno stato di assoluta pace.

insegnamento di buddha Ancora oggi, il mondo buddista osserva questo Vesak. Questa è una celebrazione della nascita, l'illuminazione e la morte dell'insegnante.

chiamata

È tornato dal meraviglioso mondo del silenzio e la prima cosa che ha fatto è stata raggiungere i suoi compagni di asceti. Per loro, un uomo si è aperto verso il Nirvana. È diventato il mentore spirituale delle nazioni. Ora in un mondo pieno di delusioni, il Buddha ha condiviso le sue conoscenze con le persone.

E così per altri 45 anni, il fondatore della religione, il buddismo, ha attraversato l'India orientale e settentrionale. Lui ei suoi seguaci hanno rivelato a tutti, indipendentemente dalla loro origine, la via segreta per la pace. Il suo insegnamento era chiamato "percorso di otto anni". Il Buddha spezzò la fede nei brahmani e incoraggiò tutti a cercare la propria via di realizzazione. Ha rotto la teoria delle tradizioni delle religioni.

Fine della sofferenza

Gautama visse per avere 80 anni. La sua vita finì nella capanna di un fabbro ferreo, dove i suoi sostenitori erano con lui. Dopo la morte del predicatore, il suo lavoro fu continuato dai discepoli. Uno di loro, dopo duemila anni, divenne il Dalai Lama.

Oggi il buddismo non è solo una religione, è anche una filosofia.

Gli dei del buddismo sono assenti in quanto tali, ma c'è l'insegnamento di Gautama. I fan lo considerano speciale, perché ha scoperto per primo il nirvana, ma non l'unico che ha raggiunto l'illuminazione. Chiunque percorre la strada giusta può raggiungere il successo. Proprio percorso - uno strumento attraverso il quale è possibile ottenere la pace assoluta. Non è solo una rinuncia ai desideri e alle cose materiali, non è un desiderio di possederli. Il Buddha insegnò anche che una volta c'era qualcosa di informe, eterno e onnicomprensivo. Ma l'obiettivo principale è far crescere qualcosa come un Dio in se stessi.

il fondatore del buddismo è

Concetto di divinità nel buddismo

Il buddismo è una religione senza Dio. Nei vecchi testi buddisti ci sono leggende su alcune creature mitologiche che componevano il pantheon celeste. Ad esempio, Siddhartha stesso si è incontrato sotto l'albero, dove lo ha illuminato, con la divinità malvagia di Mara. Ha cercato di sedurlo con bellissime ballerine e spaventare i terribili demoni. Ma, come sai, il Buddha sopravvisse e ricevette intuizione come ricompensa. E né Gautama, né spiriti come Maria, la gente pregava. Questa divinità, come molte altre cose, è appresa dall'induismo. Quindi, per esempio, il concetto di karma è passato alla fede.

religione fondatore buddismo Il Buddha non può essere definito ateo. Evitò di parlare di Dio e predicò il dharma. L'insegnamento di questo Buddha è tradotto come "via", "legge", "verità" o "forza vitale", a seconda della lingua.

Sulla strada dell'insegnante

Gradualmente, attraverso i discepoli dell'Illuminato, la religione si diffuse in tutto l'Oriente. Ma l'uomo, il fondatore del flusso, non fu mai considerato qualcosa di immenso e celeste. Non un essere vivente unico, ma solo modello di ruolo - questo è chi era Buddha. La religione entrò facilmente nelle tradizioni delle persone, poiché non contraddiceva le loro percezioni su Dio. Seguaci che hanno predicato la via della verità raccolta nella stagione delle piogge per socializzare con persone che la pensano allo stesso modo. Da tali incontri sorsero in seguito comunità monastiche. I loro giorni consistevano in meditazioni che portarono al nirvana.

nome del fondatore buddismo C'erano altri Illuminati nella storia, ma tutti vennero alla verità attraverso gli insegnamenti del Buddha. E oggi milioni di persone adorano la saggezza di Siddharha. La sua devozione all'idea del più alto destino di una persona ispira a cercare la propria strada. Impegnarsi nella conoscenza di sé e sviluppare spiritualmente. Quest'uomo ha rinunciato a tutto, stava morendo di fame, ha perso il rispetto dei suoi parenti e più di una volta era sul punto di morire. Ma alla fine divenne immortale e aiutò molti a trovare il vero significato della vita. Siddharh ha chiaramente dimostrato dal suo esempio che i valori materiali non significano nulla, perché in realtà tutto è basato sull'amore.