Akhmetov Rinat Leonidovich - una persona ampiamente conosciuta in Ucraina. Oligarca, uomo politico, proprietario e presidente della squadra di calcio dello Shakhtar. Per qualcuno autorità criminale in diritto, il capo del clan di Donetsk, che ha portato al potere il presidente fuggitivo Yanukovich. E per qualcuno un filantropo con una lettera maiuscola. Biografia Akhmetov Rinat Leonidovich avvolta in leggende. Nonostante tutti gli sforzi dei giornalisti, ci sono ancora molti punti bianchi.

Ci sono cose che l'uomo più ricco d'Europa riesce a tenere dietro sette serrature, lontano da occhi indiscreti. Allora, chi è questo misterioso miliardario? Da dove viene la cima della montagna finanziaria e politica e quale era il suo percorso?

Oligarca infantile

21 settembre 1966 nel piccolo villaggio minerario di Oktyabrsky sul territorio di Donetsk, il futuro magnate del business è nato Akhmetov Rinat Leonidovich. La sua nazionalità è tataro, come evidenziato sia dal nome che dal cognome dell'oligarca. I suoi genitori erano del Tatarstan. A Donetsk, il padre di Akhmetov lavorava come un semplice minatore; la famiglia, dove crescevano due figli, viveva molto male. Tutti e quattro erano rannicchiati in una casa diroccata di 20 metri quadrati, senza bagno e lavandino. Abbiamo dormito su lettini e sul pavimento. Akhmetov Rinat Leonidovich

Rinat Akhmetov ha ricevuto la sua istruzione secondaria nella scuola numero 63 nel distretto di Kuibysev di Donetsk. Non era uno studente brillante, sebbene possedesse abilità fenomenali. In particolare, differiva la straordinaria memoria. Ma non ha mostrato alcun desiderio di conoscenza; inoltre, aveva un carattere arrogante e andava sempre a scuola con la faccia rotta. Era un truculento incallito. Amava lo sport e amava anche le carte. Secondo i vicini, non una volta è stato catturato tra i cespugli giocando con altri ragazzi.

Tuttavia, i ricordi del giovane Rinat tra i compatrioti sono rimasti buoni. La gente dice di non aver mai visto questo ragazzo triste - sorrideva sempre. Era anche testardo e aveva piani seri per la vita. Voleva davvero uscire dalla povertà e costruire un futuro radicalmente diverso per se stesso.

Primi anni

Rinat Akhmetov, la cui biografia Cominciò nella povertà senza speranza, già nei suoi anni giovanili era conosciuto come un fidanzato di successo e rispettato. Preferiva essere amico di persone più grandi di lui, vestite chic, e c'erano sempre soldi in tasca. Come ci sono arrivati? Questa storia è silenziosa. Le fonti delle entrate del giovane Akhmetov sono ancora un mistero per molti oggi. Rinat Leonidovich Akhmetov

La versione più plausibile è i giochi di carte. Dopo tutto, lo hanno affascinato sin dalla tenera età. Dicono che Rinat abbia viaggiato per tutta l'URSS, incontrandosi al tavolo da gioco con gli specialisti più esperti in questo settore. E il risultato di tali tornei è diventato non solo denaro per una vita comoda, ma anche connessioni molto utili che Akhmetov Rinat Leonidovich ha effettivamente utilizzato in futuro.

L'unico fatto, più o meno attendibile, della gioventù dell'oligarca è il suo studio alla Donetsk State University, che il giovane si è laureato nel 1991, dopo aver ricevuto la specializzazione di economista di marketing. Tuttavia, anche in questo momento molti giornalisti chiamano dubbiosi. In generale, i giovani anni di politica e uomini d'affari sono una macchia bianca continua.

Bragin e Shakhtar

Ci sono informazioni che subito dopo la laurea all'università, Rinat Leonidovich Akhmetov ha lavorato come spedizioniere in uno dei negozi di Donetsk, il cui direttore era un certo Akhat Bragin, chiamato Alik Grek nei suoi circoli. Quest'uomo possedeva la squadra di calcio dello Shakhtar.

Akhmetov fece amicizia con il suo capo e presto divenne la sua mano destra. Trascorrevano spesso del tempo insieme. Veli affari di successo, con una grande scala riposata.

Il 15 ottobre 1995, si è verificata un'esplosione nello stadio Shakhtar. Le vittime erano il presidente dell'omonimo club Akhat Bragin e le sue cinque guardie. Nella tragedia, hanno accusato membri del gruppo criminale Kushnirovskaya, che hanno gareggiato con Grek e il suo popolo. Mentre l'indagine era in corso e i sospetti venivano perquisiti, la maggior parte di questi ultimi furono uccisi. Akhmetov Rinat Leonidovich Nazionalità

Molto più tardi, ci furono persone che accusarono il compagno di Akhmetov di morte. Ma le prove rilevanti sono così da trovare e fallire. Va notato che i motivi del sospetto erano piuttosto pesanti, perché dopo la morte di Bragin, Akhmetov Rinat Leonidovich divenne proprietario e presidente dell'FC Shakhtar, che è ancora oggi. Inoltre, il fedele compagno ereditò la compagnia greca "Lux".

Inizio carriera ufficiale

L'inizio ufficiale della carriera dell'uomo più ricco in Ucraina è il 1995, quando Akhmetov creò la Banca commerciale commerciale di Donetsk. A quel tempo aveva solo 29 anni, il che dava il diritto di essere considerato il più giovane banchiere del paese.

L'istituzione serviva le più grandi imprese della regione, non solo lavorando con le finanze di queste ultime, ma essendo anche il detentore nominale delle loro azioni. Rinat Akhmetov divenne molto presto un uomo influente nel Donbas, dirigendo informalmente il "clan di Donetsk".

L'impero

Già all'inizio degli anni 2000, Akhmetov possedeva un intero impero costituito dalle società "ARS", "Danko", "Industrial Union of Donbass", "Vis-a-vis", "Gefest", Donghorbank e altre strutture. In realtà era un monopolista in termini di fornitura di combustibile blu alle imprese industriali del Donbass. L'impero controllava dozzine di miniere e fabbriche principali: metallurgico, coke-chimico, pipe, ecc. dove akhmetov rinat leonidovich

Oggi Akhmetov Rinat Leonidovich, la cui fotografia è ben nota a tutti i cittadini ucraini e non solo, è il fondatore di DTEK, una potente divisione energetica. Nelle sue mani, infatti, ci sono più di cento imprese concentrate nei settori della metallurgia, della finanza, del commercio, immobiliare, assicurativo, delle telecomunicazioni, ecc. Tutte sono sotto l'ala della società di gestione SCM, di proprietà di Akhmetov.

Tali oggetti ben noti nel paese come TRK Ukraina, FC Shakhtar, stazione radio Lyuks, giornale Vecherny Donetsk sono di proprietà di Rinat Leonidovich. Che, a proposito, ha a lungo negato l'esistenza di enormi risorse, sostenendo che possiede solo Donetsk City Bank. L'oligarca non è ancora incline a diffondere la sua ricchezza.

stato

Nel 2006, Akhmetov Rinat Leonidovich, secondo gli esperti, aveva $ 11,8 miliardi. Un anno dopo, la sua fortuna aumentò a 15 miliardi e nel 2008 raggiunse i 31 miliardi. L'oligarca era chiamato l'uomo più ricco non solo in Ucraina, ma anche in Europa, così come nei paesi della CSI. Akhmetov ha superato mezzo milione, anche il famoso ricco russo Oleg Deripaska.

Tuttavia, non è stato osservato un ulteriore aumento del benessere. Ha iniziato la recessione. Nel 2012, il "portafoglio" di Rinat Leonidovich conteneva "solo" circa 16 miliardi di dollari; nel 2013 - 15,4 miliardi e nel 2014 il dato era sceso a 11,2 miliardi. Oggi, malamente colpito dagli eventi in Ucraina, Akhmetov, secondo Forbes, possiede solo 2,3 miliardi di dollari.

Akhmetov e Yanukovich

Il più ricco oligarca ucraino ha creato ed esteso il suo impero insieme a Viktor Yanukovich, è stato presidente del paese dal 2010 al 2014. Ma la cooperazione tra un uomo d'affari e un politico è iniziata molto tempo prima che Viktor Fedorovich guidasse lo stato ucraino.

Essendo compatrioti, Akhmetov e Yanukovich si sono incontrati a metà degli anni '90. E nel 1997, un poco noto a quel tempo nativo della città di Enakievo divenne il capo della regione di Donetsk, e qui, ovviamente, non senza l'aiuto di Akhmetov. Aiutò Yanukovych a salire sul posto di primo ministro nel 2001, per poi sostenerlo nelle elezioni presidenziali del 2004 e nel 2010. rinat leonidovich ahmetov biografia

Akhmetov e Kuchma

Rinat Leonidovich Akhmetov era in rapporti amichevoli con un altro presidente ucraino, Leonid Kuchma. Ad esempio, è noto che nelle elezioni del 1999 la squadra di calcio dello Shakhtar agitava apertamente i propri tifosi per Leonid Danilovich, che stava correndo per un secondo mandato. E anche se Akhmetov ha dichiarato di aver sostenuto Kuchma solo come cittadino, molto probabilmente, non ha potuto fare a meno di assistenza finanziaria.

Attività politica ufficiale

Per molto tempo, Akhmetov preferì impegnarsi in una politica di "astuzia". Ufficialmente, non ha ricoperto alcun ruolo in questa sfera, non ha funzionato da nessuna parte, sostenendo solo i "suoi" candidati e utilizzando la loro influenza per lo sviluppo del business in futuro.

Tuttavia, nel 2001, Rinat Leonidovich divenne membro del Partito delle Regioni e si impegnò nel suo finanziamento. Nel 2006, ha preso parte alle elezioni parlamentari e ha ricevuto un mandato sostitutivo. Anche la prossima campagna ha avuto successo per la regione. Nel Verkhovna Rada, ha trascorso un totale di 6 anni, dal 2006 al 2012. Akhmetov non voleva candidarsi come vice. biografia di Akhmetov Rinat Leonidovich

crimine

Poiché la questione su dove Akhmetov Rinat Leonidovich ha preso i suoi miliardi, per la maggioranza rimane aperta, l'oligarca è accreditato attivamente con legami con il mondo criminale. Per esempio, ci sono informazioni che in gioventù ha servito come "katala", lavorando per Bragin e pulendo le tasche dei suoi rivali nei giochi di carte. Si sa anche della testimonianza di Akhmetov nel caso di un certo "Nostromo delle barche": presumibilmente il futuro oligarca era sospettato di coinvolgimento nell'omicidio di quest'uomo. E nel 2007, Boris Pinchuk, nella sua lettera aperta al presidente Yushchenko, dichiarò la persecuzione da Akhmetov e dal suo compagno Kolesnikov.

Naturalmente, questo non è un elenco completo di casi in cui appare il nome dell'oligarca. Ci sono state operazioni incerte con azioni, scandali di corruzione di alto profilo e acquisizione illegale di imprese ... Ma Akhmetov è sempre riuscito a farla franca.

Crisi del 2004

Uno dei periodi più difficili della vita di Rinat Leonidovich fu il periodo successivo alla rivoluzione arancione, quando il protetto Akhmetov Yanukovych perse il posto presidenziale a Viktor Yushchenko. L'impero commerciale dell'oligarca si rivelò quindi essere un passo dall'abisso. La vera privatizzazione di Krivorozhstal, un impianto metallurgico, che Akhmetov possedeva insieme al cognato di Kuchma, Pinchuk, fu un vero colpo.

Lo stesso Rinat Leonidovich fu tentato di "attrarre" le forze dell'ordine, imputando la sua partecipazione ai litigi criminali della metà degli anni '90. L'oligarca ricevette una convocazione, i suoi uffici furono perquisiti, ma il pesce se ne andò. Akhmetov sopravvisse al "maltempo" nel principato di Monaco, e tornando a casa, continuò tranquillamente a fare affari e anche apertamente entrò in politica.

attività di beneficenza

Molti ucraini ordinari Akhmetov Rinat Leonidovich, la cui famiglia di genitori viveva in povertà, è associata alla carità. Apparentemente, ricordando la sua infanzia difficile, cerca di aiutare gli stessi bambini e adulti svantaggiati com'era. O forse si preoccupa solo della sua immagine ...

Ad ogni modo, nel 2005, è stata fondata la Fondazione per lo sviluppo dell'Ucraina, guidata da Akhmetov. Solo dal 2007 al 2012, un uomo d'affari ha stanziato 150 milioni di dollari per risolvere problemi specifici nei settori della salute, dell'istruzione, della cultura, ecc. L'oligarca fornisce assistenza mirata alle persone bisognose, sostiene orfani sviluppando il progetto Family Warm e negli ultimi anni la sua carità L'attività riguarda principalmente i residenti del Donbass dilaniato dalla guerra. Famiglia di Akhmetov Rinat Leonidovich

Vita personale

Anche nella prima giovinezza, Rinat Akhmetov ha legato il destino al suo primo amore, Lily Smirnova, e all'età di 22 anni è diventato padre. Il secondo figlio è nato 9 anni dopo - nel 1997. L'oligarca nasconde con cura i suoi ragazzi, Damira e Almira, da occhi indiscreti. In generale, per una persona di nome Akhmetov Rinat Leonidovich la famiglia (la cui fotografia può essere vista in questo articolo) è sacra. Il padre premuroso ha cercato di creare le condizioni di vita più comode per i suoi parenti, nascondendole agli occhi di persone invidiose e di lingue malvagie. I figli di Akhmetov Rinat Leonidovich sono stati inviati a studiare nel Regno Unito, dove vivono permanentemente.

Akhmetov oggi

Dopo il Maidan del 2014, un'altra crisi è iniziata nella vita di Akhmetov. Ha perso il controllo dei suoi affari in Crimea, e molte imprese situate nel Donbas, ha dovuto fermarsi a causa del costante bombardamento. Creando il DPR, l'oligarca ha reagito negativamente. Almeno ha dichiarato questo. Akhmetov non ha riconosciuto la repubblica come legittima.

Come notato sopra, Rinat Leonidovich fornisce assistenza umanitaria e finanziaria ai civili del Donbass e ai rifugiati. Negli ultimi due anni e mezzo, l'imprenditore ha realizzato molti progetti di beneficenza per uomini d'affari. Non è ancora tornato alla politica e non conduce una vita pubblica speciale. Tuttavia, l'ultimo oligarca non differiva prima, preferendo alle parti rumorose un angolo affidabile e confortevole dietro un muro di pietra.