L'IVA è forse la tassa più complicata, che ha molte eccezioni legislative nell'ordine del suo calcolo e pagamento. Molto è stato detto a riguardo, sono state prese in considerazione molte situazioni e gli enti commerciali continuano a pagare incessantemente le sanzioni a causa di una contabilità errata a causa di un fraintendimento della legislazione vigente. In questo articolo, e cercheremo di affrontare questa tassa globale.

L'essenza dell'imposta sul valore aggiunto

Nella teoria della contabilità fiscale, ci sono due ampi gruppi di obblighi fiscali: la conservazione una tantum e cumulativa. tino cos'è?

Il primo, che è quello che dice il loro nome, impone un onere una volta su un determinato elenco di beni e servizi, e questo accade in una fase di determinazione del prezzo chiaramente definita. Questi ultimi hanno una struttura complessa e sono soggetti a ritenzione per ogni operazione commerciale.

E IVA - che cos'è? Questa è una combinazione cumulativa dei gruppi precedenti. L'onere del valore aggiunto, ovviamente, dovrebbe essere attribuito al più complesso e multi-stadio, quindi è così significativo peso specifico nella politica fiscale della Federazione Russa.

Allora, cos'è l'IVA? Si tratta di un'imposta indiretta di natura tradizionale, che è un premio per un determinato gruppo di beni e servizi, che il consumatore alla fine ripaga. Benché gli obblighi siano imposti a un'entità commerciale, questo sarà un po 'più tardi.

Chi è un contribuente

I contribuenti IVA sono persone giuridiche, imprenditori individuali natura, così come quelle persone che effettuano il movimento di merci attraverso il confine di stato della Federazione Russa e sono riconosciuti come vettori di passività in materia di imposta sul valore aggiunto ai sensi del Codice doganale della Federazione Russa. IVA 18

Allo stesso tempo, l'azienda può ottenere l'esenzione dai dazi fiscali legalmente. Oppure puoi richiedere una modifica della tariffa (dopotutto, come sai, ci sono IVA 18, 0 e 10%).

Per quanto riguarda l'esenzione dalle imposte, l'entità deve occuparsi dell'esercizio di questo diritto. Per fare questo, ha bisogno di contattare le autorità fiscali con tutti i documenti necessari prima del 20 ° giorno del mese, compresi gli estratti dal giornale delle operazioni aziendali e il bilancio, nonché tutti i documenti primari necessari sotto forma di fatture.

Oggetto della tassazione

IVA - che cos'è? Questa è una raccolta indiretta, il cui scopo è un elenco di determinate operazioni:

  • normale vendita di merci;
  • vendita gratuita di beni, diritti di proprietà o vendita in base ad un accordo di compensazione;
  • trasferimento di beni e servizi per uso personale, mentre il loro costo è dedotto nel calcolo dell'onere fiscale sugli utili;
  • realizzazione di opere di costruzione e installazione destinate al proprio uso;
  • attraversando il confine di stato delle merci della Federazione Russa.

È importante capire questo per imporre carico fiscale Le vendite di beni IVA devono essere effettuate sul territorio della Federazione Russa. Se stiamo parlando di operazioni di esportazione, il caricamento iniziale dell'oggetto di tassazione dovrebbe avvenire all'interno del confine di stato.

Base fiscale

IVA - che cos'è? Si tratta di un obbligo fiscale, la cui base è il valore dei beni e dei servizi venduti e l'importo totale non include l'accisa e l'imposta sulle vendite. In questo caso, il valore nominale è quel prezzo che è indicato nel contratto di compravendita, indipendentemente dal fatto che sia superiore o inferiore al prezzo di costo e al valore medio di mercato. Pertanto, secondo la legislazione vigente, è la base per l'IVA fino a prova contraria. Contribuenti IVA

L'imposta sul valore aggiunto è un onere fiscale con una massa di insidie, quindi accade che le agenzie governative assumano il controllo del prezzo di un particolare prodotto (servizio). Spesso questo accade quando le transazioni sono concluse tra parti correlate, se le transazioni di baratto sono coinvolte, o il prezzo di mercato oscilla significativamente nel suo valore nominale.

Tassi fiscali

Il calcolo dell'imposta sul valore aggiunto oggi viene effettuato in base a tre tassi: 18, 10 e 0%.

Lo 0% di IVA viene utilizzato nei seguenti casi:

  • le vendite all'esportazione di merci, che vengono effettuate attraversando il confine di stato della Federazione russa in cooperazione con il servizio doganale;
  • effettuare servizi e lavori finalizzati alla produzione di merci, la cui esportazione è prevista per essere effettuata fuori dal paese per ulteriori vendite;
  • trasporto diretto di merci per ulteriore esportazione.

Il tasso del 10% viene applicato in alcuni dei seguenti casi:

  • nella vendita di prodotti alimentari di cui all'art. 164 del Codice Fiscale della Federazione Russa;
  • vendita di periodici;
  • fabbricazione di beni di consumo;
  • letteratura educativa e scientifica;
  • forniture mediche.

L'aliquota IVA del 18% si applica alla vendita e alla fabbricazione di altri beni e servizi.

Periodo fiscale

Come altri tipi di oneri fiscali, l'obbligo fiscale sul valore aggiunto ha un chiaro allegato al calendario, stabilito dalla legge. Pertanto, la tassazione IVA è limitata a un mese di calendario. Tuttavia, ci sono un certo numero di speciali entità commerciali attività per le quali detto periodo è di un quarto. Questo gruppo comprende quelle imprese il cui utile netto non supera i due milioni di rubli al mese. 0 iva

La base per il pagamento dell'imposta sul valore aggiunto è la vendita effettiva di beni e servizi, che è soggetta all'imposizione di oneri fiscali, ed è effettuata alla fine del periodo di legge, ma non oltre il 20 ° giorno del mese successivo.

Moduli di dichiarazione fiscale

Secondo le scadenze, i contribuenti IVA sono tenuti a presentare alle autorità fiscali tutta la documentazione necessaria in merito all'onere. Tuttavia, dovrebbe contenere non solo una dichiarazione, ma anche informazioni primarie relative a transazioni controverse e sospette.

I documenti di report sono necessari per passare tutte le entità di business che sono i contribuenti (anche quelli che si occupano esclusivamente di esportazioni e, di conseguenza, tutti i loro prodotti sono soggetti a imposta ad un'aliquota dello 0% di IVA). Tuttavia, in questo caso, la dichiarazione ha una forma atipica, in conformità con l'ordine approvato del ministero delle finanze della Federazione russa n. 31 del 31 marzo 2005. imposta sul valore aggiunto

Tutta la documentazione richiesta per la segnalazione è fornita da un'entità commerciale riguardante il luogo di registrazione di una persona-imprenditore.

Metodi di calcolo e pagamento dell'IVA, un esempio di utilizzo

Quindi, per esempio, abbiamo una società - LLC. Per calcolare la base imponibile, il contabile deve prima prendere come costante il valore di mercato dei beni e servizi venduti e quindi detrarre tutti i valori necessari dall'importo ricevuto, comprese le prestazioni legalmente consentite.

Inoltre, il valore nominale non include l'ammontare degli obblighi che sono stati imposti al pagatore dell'onere e successivamente rimborsati indirettamente all'acquisizione di eventuali benefici. Questa regola si applica alle seguenti categorie di attività operative:

  1. L'acquisizione di diritti di proprietà, nonché beni e servizi ai fini del loro utilizzo nelle future attività operative dell'impresa.
  2. Acquisto di beni per ulteriore rivendita.
  3. Acquisizione di beni importati da non residenti non pagatori di obblighi fiscali alla tesoreria statale della Federazione Russa.
  4. Tali importi IVA che si riferiscono alla merce restituita dal compratore.
  5. Servizi ricevuti dagli appaltatori durante l'esecuzione dei lavori di installazione.
  6. Acquisizione di servizi e merci da parte di personale in missione.

Esempio di IVA

Transazioni che non sono idonee per l'IVA

Ci sono una serie di punti sottili nell'organizzazione delle attività operative, che non sono in alcun modo influenzate dall'imposta sul valore aggiunto. Questa disposizione è regolata dal codice fiscale attuale della Federazione Russa, vale a dire l'art. 149.

In altre parole, questo vantaggio è chiamato esenzione fiscale. Affinché un'entità commerciale la applichi per quanto riguarda le sue attività, nella sua politica fiscale ci dovrebbe essere contabilità separata, che sarà mantenuta separatamente per le transazioni soggette a imporre un onere sul valore aggiunto e per gli altri. Tassazione IVA

Inoltre, la società è obbligata ad avere tutte le licenze necessarie, consentendo in alcuni momenti di rifiutarsi di pagare l'imposta sul valore aggiunto per motivi legali.

Inoltre, non dimenticare le operazioni di importazione che non sono soggette all'imposizione di oneri fiscali, dal momento che le merci vengono acquistate da un fornitore straniero che non ha alcun rapporto con la nostra legislazione.