La vertigine vestibolare (vera) è una sensazione di movimento immaginario (caduta, oscillazione o cerchio) di entrambi gli oggetti circostanti e la persona stessa riguardo allo spazio. Di regola, questa condizione è accompagnata da vomito, nausea, squilibrio, nistagmo. istruzioni per la betaistina per l'uso La sensazione in molti casi si verifica (o aumenta) quando si modifica la posizione o movimenti improvvisi della testa. Va detto che alcune persone hanno inferiorità costituzionale nell'apparato vestibolare. Questa violazione si manifesta nella "cinetosi" dell'infanzia: il bambino non tollera viaggi nel trasporto, altalene, caroselli.

Principi terapeutici generali

Il trattamento di questa condizione è considerato un compito piuttosto difficile. Spesso uno specialista che prescrive capogiri vestibolari viene prescritto da uno specialista "nootropico" o "vasoattivo" immediatamente, senza scoprire le cause delle vertigini. Va notato che la condizione può essere scatenata da varie cause, tra cui il risultato di patologie. Insieme a questo, il primo posto nello sviluppo delle vertigini vestibolari è l'eliminazione o l'alleviamento dei sintomi che lo accompagnano. Le misure terapeutiche in questo caso dovrebbero essere indirizzate al sollievo dagli attacchi acuti. Successivamente, tutti gli sforzi sono diretti a riabilitare il paziente, ripristinando la compensazione della funzione dell'apparato vestibolare. istruzioni per la betaistina per l'uso

Eliminazione di un attacco acuto

Le misure terapeutiche in questa fase dovrebbero essere principalmente volte a garantire il massimo riposo del paziente. Ciò è dovuto al fatto che le condizioni del paziente peggiorano e l'intensità dei sintomi aumenta con l'esecuzione dei suoi movimenti, in particolare con la testa. L'esposizione al farmaco comporta l'uso di farmaci antiemetici e soppressivi. Quest'ultimo gruppo comprende benzodiazepine, anticolinergici e antistaminici. Consideriamo la terza categoria di farmaci in modo più dettagliato.

betaistina dicloridrato

antistaminici

L'istamina è un importante mediatore del sistema vestibolare. Si trova nei suoi diversi dipartimenti. I recettori dell'istamina esistono in tre tipi: H3, H2 e H1. Sullo sfondo delle vertigini vestibolari, l'efficacia è nota solo in quei bloccanti dei recettori H1 che hanno la capacità di sottoporsi a BBB. Tali farmaci, in particolare, comprendono Meklozin, Dimenhydrinate, Diphenhydramine e altri che hanno effetto anticolinergico e provocano un corrispondente effetto collaterale: gli agonisti del recettore H3 inibiscono il rilascio di acetilcolina, dopamina e istamina.

Significa "Betagistina cloridrato"

Attualmente, le possibilità di esposizione al farmaco per aumentare la velocità della compensazione vestibolare sono piuttosto limitate. Tuttavia, lo studio di vari farmaci che possono presumibilmente stimolare la compensazione vestibolare, continua abbastanza attivamente. Uno dei farmaci, su cui gli esperti prestano particolare attenzione, era il farmaco "Betaistina dicloridrato". Lo strumento, oltre a bloccare i recettori, migliora il rilascio delle terminazioni nervose nella membrana del neurotrasmettitore presinaptico, mentre esercita un effetto soppressivo sui nuclei vestibolari nel tronco cerebrale. betaistina cloridrato

Farmacodinamica e farmacocinetica

I mezzi "betaistina" (istruzioni per l'uso contengono tali informazioni) riguardano principalmente i recettori H1 e H3 nei nuclei vestibolari del sistema nervoso centrale e orecchio interno. Il farmaco migliora la permeabilità e la microcircolazione nei capillari, stabilizza la pressione endolinfa nella coclea e nel labirinto. Inoltre, il farmaco aumenta il flusso sanguigno dell'arteria basilare. Significa "Betaistina" ha un effetto centrale pronunciato, inibendo i recettori nucleari H3 nel nervo vestibolare. Il farmaco migliora la conduttività nei neuroni a livello del tronco cerebrale. Come manifestazioni cliniche delle proprietà sopra descritte, si nota una diminuzione dell'intensità e frequenza dei capogiri, una diminuzione del rumore nelle orecchie e un aumento della capacità uditiva (se peggiora). Inoltre, lo strumento "Betaistina" (indica le istruzioni per l'uso) migliora il tono della muscolatura liscia nei bronchi, il sistema digestivo. Il farmaco può causare un aumento dell'intensità della secrezione di succo nello stomaco. L'assorbimento si verifica abbastanza rapidamente. C'è un legame abbastanza basso alle proteine ​​plasmatiche. 3 ore dopo la penetrazione nel corpo, si osserva la massima concentrazione del farmaco. L'escrezione viene effettuata con l'urina durante il giorno.

testimonianza

Il farmaco "Betaistina" raccomanda l'applicazione per il trattamento della sindrome di Meniere (malattia), condizioni accompagnate da acufeni, vomito, nausea, deterioramento della natura progressiva dell'orecchio, mal di testa. Le indicazioni includono vertigini vestibolari di diversa natura di evento. Il farmaco può essere somministrato sia per prevenire attacchi che per trattare una condizione patologica.

Significa "Betagistin". Istruzioni per l'uso

Il farmaco è consigliato da portare con i pasti. Il farmaco è bevuto dentro. Assegna compresse 8 mg 1-2 pezzi, 16 mg - 1 / 2-1 pezzi tre volte al giorno, 24 mg - 1 pezzo 2 p / giorno. Di regola, si osserva un miglioramento nelle prime fasi della terapia. Un effetto stabile si nota dopo due settimane di trattamento. Potrebbe aumentare ulteriormente nel corso di diversi mesi. La durata del farmaco è impostata personalmente. betaistina dicloridrato

Effetti collaterali e controindicazioni

Il farmaco può causare reazioni allergiche dalla pelle (orticaria, irritazione, prurito), disturbi nel sistema digestivo. probabile Quincke gonfiore. In generale, il farmaco è abbastanza ben tollerato dai pazienti. Il farmaco è controindicato in pazienti di età inferiore ai diciotto anni (a causa della mancanza di dati di sicurezza) in caso di ipersensibilità. Si deve osservare cautela nella terapia in presenza di ulcera (compresa la storia), asma bronchiale, feocromocitoma. I pazienti con queste patologie devono essere monitorati regolarmente. In pratica, non sono disponibili dati sufficienti sulla sicurezza del farmaco durante la gravidanza e l'alimentazione. In questi periodi, in relazione a questo, non è consigliabile assumere il farmaco. Durante la terapia, i pazienti che allattano dovrebbero sospendere l'allattamento.

betaistina cloridrato

Ulteriori informazioni

Il farmaco non ha un effetto sedativo e non influisce sulla capacità di guidare veicoli o di lavorare con meccanismi complessi. Nello svolgimento di attività che richiedono una risposta rapida e alta concentrazione di attenzione non ci sono restrizioni in questo senso. In caso di sovradosaggio, il paziente ha una maggiore intensità di effetti collaterali. Possono verificarsi convulsioni Il carbone attivo è usato come trattamento; lavanda gastrica. La terapia paziente e sintomatica è raccomandata. Il farmaco viene rilasciato in farmacia su prescrizione medica. Conservare lo strumento non deve essere più di due anni in un luogo buio inaccessibile ai bambini piccoli, ad una temperatura non superiore a 25 gradi. Dopo la data di scadenza, l'uso è controindicato.