Procedura cosmetica: peeling chimico

Il peeling chimico è una delle procedure più popolari fino ad oggi.

peeling chimico

Questo è un metodo unico per pulire la pelle, volto ad eliminare una varietà di irregolarità, piccole rughe e un ringiovanimento generale del viso. Inoltre, il peeling chimico è molto utile per correggere i difetti di età che già esistono e prevenire la comparsa di nuovi. Durante questa procedura cosmetologica, lo strato cellulare cheratinoso superiore viene rimosso e vengono stimolati i processi finalizzati al rinnovamento della pelle, rendendola liscia ed elastica. La base di questa tecnica, come il peeling chimico, è l'uso di vari tipi di acidi, fornendo una liscia esfoliazione del vecchio strato morto. Questo stimola la produzione di cellule giovani, la produzione di nuove fibre di collagene e, di conseguenza, il ringiovanimento della superficie della pelle.

Tipi di peeling chimici

buccia chimica profonda Attualmente, ci sono tre tipi principali di peeling chimico: un peeling chimico profondo, medio e superficiale. In pratica, gli ultimi due sono più spesso utilizzati. Peeling superficiale, essendo il meno traumatico, viene eseguito usando acido glicolico e alfa idrossi acidi speciali. Questo è un metodo molto delicato e allo stesso tempo molto efficace, che può essere utilizzato da un'età piuttosto giovane come agente profilattico per l'invecchiamento della pelle. Le principali indicazioni per l'uso sono la presenza di segni di acne e vari problemi con la pelle grassa. I peeling chimici medi vengono eseguiti utilizzando acido tricloroacetico ed è progettato per eliminare piccole rughe, cicatrici e cicatrici. Questa procedura cosmetologica viene eseguita da una a tre volte al mese. Questo tipo di peeling è piuttosto traumatico e pertanto viene effettuato esclusivamente in un ospedale. Il fenolo viene utilizzato per eseguire il peeling profondo: è una tecnica più complessa associata ad un alto rischio di formazione di cicatrici. Tuttavia, allo stesso tempo, è questa procedura cosmetica che è in grado di affrontare in modo più efficace le conseguenze di forme gravi di acne, demodicosi, iperpigmentazione, cheratomi e invecchiamento cutaneo. Quale tipo di peeling è più adatto in una determinata situazione può essere determinato solo da uno specialista qualificato dopo un esame preliminare.

Gli effetti dei peeling chimici

effetti peeling chimici Le possibili conseguenze dei peeling chimici dipendono direttamente dall'acido utilizzato durante la procedura e dalla profondità di esposizione. Dopo aver applicato la soluzione sulla pelle, alcuni pazienti possono avvertire febbre o una leggera sensazione di bruciore. Un lieve formicolio e sensazione di oppressione può anche essere presente dopo aver eseguito una procedura come peeling chimico. Conseguenze di questo tipo sono solitamente accompagnate arrossamento della pelle e peeling, che passa completamente dopo due o quattro giorni. Il rossore persiste in faccia fino a dodici ore. In casi molto rari, potrebbe verificarsi un leggero gonfiore della pelle che cade durante il giorno. La cosa più importante in questo caso è ricordare che tutti questi effetti sono una normale reazione cutanea all'uso di acido. L'esecuzione di un peeling chimico da parte di uno specialista esperto e qualificato non è in grado di causare danni alla salute e mira solo a eliminare le carenze esistenti.