La crisi ipertensiva è considerata la malattia più grave del sistema cardiovascolare. Può verificarsi come nelle persone che soffrono di ipertensione e assolutamente in salute. L'insidiosità della crisi ipertensiva consiste nelle sue conseguenze, la più triste delle quali è l'esito letale. Che cos'è - crisi ipertensive e come evitarlo? Trattamento di crisi ipertensiva

Definizione della malattia

La crisi ipertonica è chiamata un brusco salto all'ipertensione arteriosa, sistolica, diastolica o entrambe le cose. L'entità di questo salto nei pazienti varia a seconda della pressione che è normale per loro. Di regola, le letture di un tonometro sono 220 e superiore / 120 e più alto di mm di mercurio. colonna classificata come crisi ipertensiva. Il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente. Tuttavia, questa malattia nei sintomi ipotensivi si manifesta anche a tassi più bassi del tonometro, per esempio, 160/110, e in alcuni casi anche 140/100. C'è una crisi a causa di irregolarità nel sistema di regolazione della pressione. Arteriole (che collega tra le arterie e i capillari) per diverse ragioni, ostacola lo spasmo. Si restringono e non "maturano" per le emazie ematiche dal cuore, a causa delle quali il lavoro del muscolo cardiaco e del flusso sanguigno sono bruscamente disturbati. Gli organi interni che non ricevono sangue fresco in tempo e nella giusta quantità coprono l'ipossia, a seguito della quale si sviluppa l'ischemia (anemia) che porta a disturbi irreversibili. Particolarmente pericoloso è l'ischemia del cuore e del cervello. Conseguenze crisi ipertensive

Tipi di crisi ipertensive

Ci sono semplici e complicati crisi ipertensiva, trattamento di cui è particolarmente importante iniziare senza indugio. Con una pressione non complicata fa un salto acuto, ma il cuore, il cervello, i reni e le navi del fondo non sono danneggiati.

In una crisi complicata, il lavoro degli organi bersaglio viene interrotto, il che può portare alla morte del paziente. Questo vale soprattutto per i pazienti con forme di pressione maligne. Inoltre, distinguere:

  • Crisi aukinetic in cui aumentano sia la pressione superiore che inferiore.
  • Crisi ipercinetica, in cui aumenta solo la cosiddetta pressione sistolica superiore.
  • Crisi ipocinetica in cui aumenta solo la pressione diastolica inferiore, rispettivamente. Questo tipo di crisi è pericoloso perché si sviluppa lentamente. I pazienti non si affrettano a prendere misure, il che complica ulteriormente il trattamento. Crisi ipertensiva

sintomi

Qualsiasi tipo di crisi ipertensiva è determinata dai seguenti stati patologici:

  • improvviso aumento di pressione;
  • forte (a volte pulsante) mal di testa ;
  • nausea, a volte fino a vomitare;
  • debolezza, letargia (a volte svenimento);
  • brividi severi (in alcuni pazienti, non c'è letteralmente dente per dente, nonostante un mucchio di coperte);
  • cambiare la carnagione;
  • anche stupore tinnito ;
  • sfarfallio davanti agli occhi delle "mosche" o un netto deterioramento della vista dovuto a un tumore della papilla del nervo ottico;
  • difficoltà a respirare, dolore toracico;
  • convulsioni, paralisi.

Un paziente potrebbe non avere tutti i sintomi sopra elencati, quindi solo un medico dovrebbe diagnosticare una crisi ipertensiva, il cui trattamento è prescritto in base alle manifestazioni cliniche della malattia. Sintomi di crisi ipertensivi

Quali condizioni complicano la manifestazione della malattia?

La crisi ipertensiva è classificata come complicata se il paziente ha:

  • malattie del cervello che non sono associate alla sua infiammazione (infezioni, lesioni, avvelenamento, intossicazione da alcool, carenza di vitamine);
  • ischemia cerebrale;
  • sindrome coronarica (angina pectoris, sviluppo di ischemia cardiaca);
  • stratificazione dell'aneurisma (espansione) dell'aorta; questa è la crisi ipertensiva più pericolosa, il cui trattamento dovrebbe iniziare in pochi minuti;
  • feocromocitoma;
  • salto di pressione dopo l'assunzione di droghe;
  • nei pazienti postoperatori;
  • ferita del cervello, accompagnato da emorragie;
  • eclampsia (aumento di pressione nelle donne in gravidanza e solo in quelle che hanno dato alla luce);
  • pre-eclampsia.

Cause ed effetti della crisi ipertensiva

La crisi ipertensiva (o crisi ipertensiva), sfortunatamente, ha un'epidemia di recidive. Cause dell'apparenza:

  • stress nervoso;
  • esaurimento nervoso;
  • condizioni meteorologiche avverse;
  • assumere grandi dosi di alcol;
  • uso di droghe;
  • l'uso costante di cibi altamente salati;
  • trauma psicologico e fisico;
  • esacerbazioni di alcune malattie croniche;
  • annullare i mezzi di riduzione della pressione. Conseguenze crisi ipertensive

Le persone che soffrono di sindrome di Conn, Rayleigh-Day, Penfield, Page, e coloro che hanno sofferto di ictus o infarto hanno un grande rischio che possa verificarsi una crisi ipertensiva. Le conseguenze di questa malattia sono le seguenti:

  • menomazione visiva fino alla completa perdita (retinopatia);
  • aritmia;
  • attacco di cuore;
  • insufficienza cardiaca ;
  • insufficienza renale;
  • edema polmonare e / o cerebrale;
  • distruzione di globuli rossi (anemia emolitica);
  • la morte. Trattamento di crisi ipertensiva

Trattamento e prevenzione

Per trattare una crisi ipertensiva, è necessario iniziare con una misurazione accurata della pressione e creare un paziente di riposo completo. La seconda azione necessaria è chiamare un dottore. Con una complicata crisi ipertensiva, è necessario il ricovero in ospedale. Ai pazienti con somministrazione parenterale (iniezioni) viene somministrato il farmaco Enalaprilato, tranne nei casi di infarto. Utilizzati anche i farmaci "nitroglicerina", "metoprol", "esmololo", "fentolamina", "idralazina", neurolettici, "labetalolo", alfa e beta-andrenoblokler, "cloflin" e altri. L'ordine di trattamento è determinato dal medico. È necessario abbassare la pressione in più fasi. Innanzitutto, al 25% del valore massimo, quindi, per 7-8 ore, a un valore di 160/100 mm Hg. colonna.

La prevenzione delle malattie sono:

  • dieta corretta con ridotto consumo di sale e alimenti che portano all'obesità;
  • esercizio moderato che rafforza il sistema nervoso e il cuore e i vasi sanguigni;
  • regime giornaliero equilibrato;
  • uso minimo di alcol o pieno rifiuto di esso;
  • vita senza droghe e fumo;
  • controllare la pressione sanguigna;
  • trattamento di malattie associate;
  • Conformità alle prescrizioni del medico per il trattamento dell'ipertensione.

Sulla produzione e sulla strada il kit di pronto soccorso dovrebbe sempre essere droghe come "Nitroglicerina", "Corvalol", "Valocordin".