Il valore della vacanza era per sempre predeterminato dalla scala dopo che il calendario mondiale era stato diviso in "prima di Natale" e "dopo". Il Figlio di Dio, al suo arrivo, non solo segnò la nascita di una nuova religione, ma costituì anche la visione del mondo di migliaia e persino milioni di persone. Non pensiamo, ma la moralità, gli standard di decenza, i concetti di bene e di male - tutto questo è stato rivelato al mondo da Gesù Cristo. Non a caso, tutti i credenti celebrano la festa su larga scala. Ma come è iniziato tutto?

Come è stata la data impostata

A partire dal II secolo dC fino al quarto, tutti i cristiani celebrarono l'Epifania del sesto gennaio. Allo stesso tempo hanno menzionato il giorno in cui apparve Gesù.

storia di Natale
Trova informazioni sulla doppia celebrazione può essere nelle fonti originali, a sinistra da Clemente di Alessandria. L'autore condivide l'opinione che il figlio di Dio sia nato il ventesimo maggio.

Secondo lui, la stagione invernale è stata scelta di proposito. Il credo in un solo Dio non voleva più sopportare i resti pagani, abbastanza forti nell'impero di Roma. Dopo l'adozione del cristianesimo, hanno continuato a celebrare le loro vacanze.

Prima che le festività natalizie fossero rimandate al venticinquesimo di dicembre, i Romani organizzarono le loro celebrazioni in onore del Sole Imbattibile. Era la festa più importante. Il culto di una divinità pagana divenne un'aggiunta a quella cristiana e iniziò la storia del Natale. E la prima entrata nel "Calendario di Filokal" per il trecentotrentasettesimo anno della nostra era.

Differenze nelle chiese

Per molto tempo, la storia del Natale risale al 25 dicembre Calendario gregoriano Chiesa cattolica romana.

Allo stesso tempo, la chiesa russa, così come Athos, Georgia, Gerusalemme e Serbia sono celebrate in questo momento, ma solo secondo il vecchio calendario giuliano. Se prendiamo in considerazione il ricalcolo dei giorni, risulta che il Natale è il settimo di gennaio.

Ma ci sono altre opzioni per le date. Cipro, Costantinopoli, il territorio di Hellas, Romania, Bulgaria e la Chiesa di Alessandria festeggiano finora il 25 dicembre. Aderiscono al nuovo calendario giuliano. Fino al 2800, questo continuerà fino a quando le date non coincidono più.

storia di Natale
Il battesimo e il Natale di Cristo sono celebrati lo stesso giorno in Armenia. La festa in molti antichi regni è stata celebrata esattamente il 6 gennaio. Quindi, le due celebrazioni sono state riunite in una sola.

Data di nascita del figlio di Dio

Fino ad oggi, gli scienziati continuano a discutere su quando è iniziata la storia del Natale. La data del venticinquesimo dicembre fu stabilita dalla Chiesa romana e approvata dal Concilio ecumenico. A partire dal quarto secolo, compaiono i primi ricordi del Natale.

Gli storici non possono veramente stabilire l'esistenza di una persona come Gesù Cristo. Eppure, se esistesse, le date della sua vita sono molto vaghe. Molto probabilmente, è nato tra il settimo e il quinto anno aC.

Per la prima volta, il 25 dicembre, lo scrittore e storico storico Sesto Giulio Afrique registrò nel suo calendario nel duecentoventi anni della nascita di Cristo.

La data fu confermata nella nostra era da Dionisio il Piccolo, che servì come archivista sotto il Papa. Prese in considerazione le prime cronache di trecentocinquantaquattro anni e decise che Gesù era nato all'epoca in cui il Cesare governava l'Impero Romano. Dionisio ha contato il suo ruolo nel primo anno della nuova era.

Alcuni ricercatori, usando il Nuovo Testamento come fonte, sostengono che la stella di Betlemme, che brillava nel cielo, fosse Cometa Halley. Ha sorvolato la Terra nel dodicesimo anno prima della nuova era.

È possibile che sia nato nel settimo anno della nostra era, quando fu condotto il censimento di tutta la popolazione di Israele.

Date dopo 4 anni prima che il nuovo tempo sia improbabile. Sia gli evangelici che gli apocrifi menzionano che Gesù visse durante il regno di Erode. E morì solo nel quarto anno prima di Cristo.

Anche l'ora avanzata non è appropriata perché c'è un tempo approssimativo di esecuzione. Se prendiamo la nostra era, si scopre che è stato ucciso in tenera età.

storia di vacanze di Natale
Il messaggio di Luca dice che al momento della nascita del figlio del Signore, i pastori dormivano sul campo. Questo indica il periodo dell'anno: inizio autunno o estate. Ma in Palestina e in febbraio potevano pascolare gli animali, se l'anno era caldo.

Storia di Natale

Il giorno della nascita di Gesù Cristo è descritto in diverse fonti, canoniche e apocrife.

  • Nei primi testi la storia della Natività di Cristo è raccontata in modo sufficientemente dettagliato. Le fonti principali sono i messaggi di Matteo e Luca.

Il Vangelo di Matteo parla del motivo per cui Maria e suo marito Joseph andarono a Betlemme, anche se vivevano a Nazareth. Si affrettarono al censimento della popolazione, in cui i rappresentanti della stessa nazionalità sarebbero stati con il loro.

Joseph, che sposò la bella Maria, dopo aver appreso della gravidanza prima del matrimonio, stava per annullare il matrimonio. Ma un angelo venne da lui. Ha detto che questo figlio è una benedizione di Dio e che Giuseppe dovrebbe farlo crescere come suo.

Quando i combattimenti cominciarono, non c'era posto per loro nell'albergo, e la coppia doveva essere situata nel fienile, dove giaceva la paglia per gli animali.

I primi che videro il neonato furono i pastori. Un angelo mostrò loro la via, sotto forma di una stella, che brillava su Betlemme. Lo stesso corpo celeste portò alla stalla e ai tre uomini saggi. Lo hanno generosamente elargito come un re: mirra, incenso e oro.

Il re malvagio Erode, avvertito della nascita di un nuovo leader, uccise tutti i bambini della città che non avevano ancora due anni.

Ma Gesù sopravvisse perché l'angelo che lo stava osservando spinse Joseph a fuggire in Egitto. Lì vissero fino alla morte del malvagio tiranno.

  • I testi apocrifi aggiungono alcuni frammenti e la storia della Natività di Cristo diventa più accurata. Descrivono che Mary e Joseph trascorsero quella notte significativa in una grotta dove il bestiame veniva a proteggersi dalle intemperie. Mentre il marito andava dalla levatrice Solomiya, la donna riuscì a dare alla luce Cristo stesso, senza aiuto. I testi indicano che il processo è stato molto facile.

Solomiya ha confermato solo il fatto che Mary era stata in precedenza innocente. I testi dicono che Gesù è nato e il sole ha accecato coloro che sono venuti. Quando il bagliore si fermò, il bambino si avvicinò alla madre e si sdraiò al suo seno.

La storia di Natale

Per molto tempo la chiesa non è stata in grado di determinare quando si celebrasse una festività religiosa così significativa e su larga scala.

Natale
Poiché i primi cristiani erano ebrei, per i quali la nascita è considerata l'inizio del dolore e dell'infelicità, questa era anche la Natività di Cristo. La festa non è stata celebrata in alcun modo.

Tra le date della chiesa, la Pasqua, il momento della resurrezione, era più importante.

Ma quando i greci si unirono al cristianesimo, portarono con loro la tradizione di celebrare la nascita del figlio di Dio.

La celebrazione originale è stata chiamata l'Epifania. Comprendeva la nascita di Gesù e il suo battesimo. Nel tempo, la chiesa ha diviso gli eventi in due.

La prima menzione della nascita del Salvatore fu fatta nel trecentocinquantaquattresimo anno nella fonte romana "Cronografo". Scrivere in esso suggerisce l'idea che il Natale sia apparso come una festa dopo la grande cattedrale di Nicea.

Altri ricercatori credono che i primi cristiani abbiano celebrato la festa anche prima spaccatura della chiesa, cioè, anche nel terzo secolo. Fu allora che, secondo loro, la data esatta.

Natale: storia delle vacanze in Russia

Questa festa fu perseguitata a lungo, sterminata, fu trasferita, ma conservò ancora il suo significato sacro originale. Anche in epoca pre-petrina, questa giornata è stata celebrata e le storie su Gesù sono state tramandate dalla vecchia generazione alla più giovane.

Vacanza pre-rivoluzionaria

Durante il regno dello zar Pietro il Grande, la tradizione di installare e decorare un albero di Natale - un albero di Natale nelle case è entrato in uso. Lei simboleggiava, come lauro e il vischio, l'immortalità, la lunga vita nella prosperità.

vacanze di Natale
Il 25 dicembre si è svolto un servizio in onore del compleanno di Gesù. In ogni chiesa russa, la celebrazione è iniziata. Tutti hanno amato e onorato il Natale. La storia della vacanza racconta che i giovani si sono vestiti splendidamente, hanno preso in mano una stella su un bastone, come simbolo di quello che indicava la via dei Magi al bambino. La portarono di casa in casa, dicendo che Gesù era nato. I bambini erano vestiti da angeli, in onore di colui che raccontò ai pastori del miracolo che era accaduto. Alcuni hanno giocato animali, che, secondo la tradizione ortodossa, erano anche nella stalla, dove Maria ha dato alla luce un bambino. La solenne processione cantò canti di Natale e canti, lodando la madre e il bambino.

Queste belle tradizioni nell'impero russo pre-rivoluzionario sono conservate nelle memorie dello scrittore. Ivan Shmelev. Mentre era a Parigi, in esilio, parlò con angoscia dei tempi passati.

L'impero amava così tanto questo giorno che dapprima apparve una chiesa della Natività di Cristo, e poi il numero aumentò ogni anno. Tali santuari sono apparsi in tutte le grandi città.

Va notato che il tempio tematico più famoso si trova nella capitale della Russia. È chiamato in onore del Natale - Cristo Salvatore. Ha una sua lunga e incredibile storia. Gli anni sono passati. La Chiesa della Natività di Cristo è ancora dove si trovava.

Nel 1812, quando l'esercito di Alessandro I fracassò i francesi, il 25 dicembre venne il decreto imperiale sulla costruzione di una nuova chiesa. Diceva che era stato Dio a contribuire a salvare il paese dalla morte inevitabile. In onore di questo, Alessandro ordinò di costruire un tempio che durasse per molti secoli.

Divieto di Natale

Ma venne il tempo in cui la religione divenne proibita. Dal 1917, era proibito parlare di Natale. Le chiese caddero una dopo l'altra. Sono stati derubati. I malandrini strapparono l'oro dalle navate. Durante le feste religiose, era consuetudine lavorare per dimostrare la loro lealtà alla festa.

Chiesa della Natività
La stella è diventata a cinque punte. Anche l'albero di Natale a Natale è stato dapprima perseguito, come simbolo di fede. E nel 1933 ci fu un decreto che questa tradizione può essere restituita. Solo l'albero di Natale è diventato capodanno.

Sarebbe sbagliato dire che dopo il divieto delle vacanze di Natale non sono stati celebrati. La gente portava segretamente rami di abete, vedeva sacerdoti, eseguiva cerimonie, battezzò bambini. Hanno cantato i canti di Natale a casa. Anche nelle prigioni politiche o in esilio, dove venivano tenuti molti sacerdoti, le tradizioni erano abbastanza forti.

La celebrazione di un evento vietato avrebbe potuto concludersi non solo con il licenziamento dal lavoro, ma anche con anni di repressione, privazione della volontà, esecuzione.

Le persone penetrarono segretamente nei templi dilapidati per ascoltare il servizio alla Natività di Cristo ortodosso.

Nuova ora nella storia del Natale

Nel 1991, dopo il crollo dell'Unione Sovietica, fu ufficialmente autorizzata la celebrazione del giorno della nascita di Cristo.

Il potere delle abitudini, l'educazione di persone che sono state a lungo vietate di celebrare eventi religiosi, era così grande che le vacanze e ora molti si associano al secondario. È inferiore alla popolarità per il nuovo anno.

Sin dalla formazione della Federazione Russa, le tradizioni dei canti natalizi e l'uso di certi simboli durante le vacanze sono stati rianimati.

Caratteristiche di Natale

C'è molto senso in questo antico atto sacro. Ha molti simboli che la chiesa tratta. Ognuno di essi integra l'intera immagine.

Natale luminoso
I simboli natalizi più comuni:

  • La luce è ciò che è apparso per la prima volta al momento della nascita. Il percorso che il messaggero di Dio ha attraversato per scendere verso i peccatori è stato illuminato.

  • Stella - secondo il Nuovo Testamento al tempo della nascita di Gesù, un segno apparve su Betlemme. Era sotto forma di una stella luminosa nel cielo. Solo i veri credenti potevano capirlo correttamente.

  • Censimento di persone. Sotto Augusto, che allora governava l'impero romano, tutti i cittadini furono raccontati. Lo ha fatto per introdurre un sistema ordinato di tassazione. Coloro che vivevano in altre città al momento del censimento dovevano tornare e fare il check-in. Così fece Giuseppe con Maria.

  • Inverno. La questione controversa è se Cristo sia nato in inverno. Tuttavia, per la chiesa, questo periodo dell'anno è diventato un simbolo dell'oscurità che il figlio di Dio ha illuminato. È apparso anche nel momento in cui l'inverno ha cominciato a declinare.

  • Pastori. L'intera città dormiva nel momento in cui il salvatore venne al mondo. Nessuno se ne accorse, tranne che per i comuni poveri pastori che a Natale stavano sorvegliando il gregge. Un angelo scese dal cielo per dire la buona notizia. I pastori personificano le anime pure, non corrotte dalla ricchezza o dalla vanità. Hanno comunicato la maggior parte con gli animali.

  • Betlemme è una città che molti credenti associano alla cecità spirituale. Tutte le persone in esso erano così ossessionate dai loro problemi che non si accorsero nemmeno di come il Natale fosse arrivato a loro a Betlemme. E poi non hanno riconosciuto il Salvatore.

  • I Magi. I saggi e i filosofi furono i primi ad apparire con i doni di Gesù. Non erano re, non possedevano grandi ricchezze. I Magi sono quei credenti che hanno costantemente cercato la saggezza nelle Scritture. Loro sanno la verità. La lunga strada verso la scoperta di sé, la fede, è stata coronata da una benedizione.

  • Articoli da regalo. Gesù ha ricevuto nella sua nascita incenso, oro e mirra. Il metallo prezioso era un simbolo di potere, l'incenso era un segno di divinità e la mirra significava il futuro di Cristo, il suo sacrificio per la razza umana e la morte con un'ulteriore risurrezione.

  • Mondiale. Con la nascita del figlio di Dio, la pace regnò sulla Terra per un anno intero. Dopo che la gente stessa cominciò a rovinare l'idillio e combattere.

  • Cave. Quando l'hotel chiuse le porte a Maria e Giuseppe, trovarono un nuovo rifugio. La coppia è venuta nella casa in cui viveva il bestiame. Secondo le credenze della chiesa, le anime degli animali sono assolutamente innocenti. Hanno riscaldato il respiro del piccolo Gesù. Gli animali abbandonarono il loro cibo in modo che un letto per bambini improvvisato potesse essere fatto di fieno.

  • Notte. Questa ora del giorno è ancora associata al declino della fede. In quel momento apparve il Salvatore, come se stesse dando speranza a tutte le persone per il futuro.

  • Attesa. L'umanità ha sofferto per i suoi stessi peccati. Dopo l'esilio di Adamo ed Eva, il popolo non poteva sperare che Dio li avrebbe favoriti. Ma il Signore ebbe compassione delle sue creature e mandò il proprio figlio all'espiazione per i loro peccati. Gesù ha preso su di sé tutte le sofferenze. Secondo il canone biblico, ha riscattato il peccato originale di Adamo.